Mercoledì 22 Gennaio 2020 | 19:22

NEWS DALLA SEZIONE

nuoto
Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

Elena Di Liddo, da Bisceglie la farfalla giramondo che sogna le Olimpiadi

 
l'evento
Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

Polignano, la magia dei tuffi torna a brillare: il 19 luglio tappa italiana

 
L'evento
Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

Il Bari club spegne 112 candeline: la festa social dei tifosi

 
settebello
Pallanuoto, World League a Champions a Bari: è quasi fatta

Pallanuoto, World League e Champions a Bari: è quasi fatta

 
atletica leggera
La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

La salentina Francesca Lanciano è l'atleta del 2019 in Puglia

 
è tarantina
Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

Karate, da Faggiano Silvia Semeraro sogna i giochi olimpici

 
a locorotondo
Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

Atletica, la Valle d'Itria in rosa sforna medaglie e sogni

 
record
Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

 
Il personaggioI
Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

Taranto, la scalata del giovane pugile Rossetti nella boxe che conta

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari in notturna al San Nicola contro la Sicula Leonzio.
Segui la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariDelitto Sciannimanico
Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

 
FoggiaIl Riesame
Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

 
BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
TarantoL'evento
Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

L'intervista

Luna Rossa: tutto pronto per l'America's Cup, nel team c'è anche il barese Fabrizio Lisco

È cresciuto sui pontili del Circolo della Vela e ha coronato il sogno di far parte dell'equipaggio di Luna Rossa

Luna Rossa: tutto pronto per l'America's Cup, nel team c'è anche il barese Fabrizio Lisco

C’è anche il baresissimo Fabrizio Lisco nel team di Luna Rossa Prada Pirelli Team che parteciperà alla 36esima America’s Cup ad Auckland, Nuova Zelanda. In programma dal 6 al 21 marzo 2021, la Coppa America è il più antico trofeo della storia dello sport, massima competizione velica mondiale, da sempre giocata sul doppio livello, sportivo e tecnologico. Abbiamo chiesto a Fabrizio, classe 1982, di raccontarci la sua esperienza per capire come un ragazzo cresciuto a Bari, sui pontili del Circolo della Vela Bari, raggiunge risultati così prestigiosi.

Fabrizio, la rotta verso Luna Rossa Prada Pirelli Team è partita da Bari. Come hai iniziato?
«La passione nasce grazie a mio padre nell’estate del 1989 quando mi portò per la prima volta in barca. Dopo un anno ero sul primo Optimist a cui è seguita la trafila standard del percorso agonistico (L’Equipe, 420, 470…) e poi le regate sulle barche più grandi».

Cosa ti ha spinto a proseguire?
«Da ragazzino sui divani del Circolo passavo le notti insieme ai miei compagni a guardare le regate di Luna Rossa ad Auckland. Tutti sognavamo di essere dall’altra parte dello schermo. Io - forse - più dei miei amici ho continuato a farlo e ho costruito intorno al sogno un obbiettivo. Ho deciso di migliorarmi per diventare un “tecnico”».

Quando hai scelto cosa saresti diventato?
«A 17 anni sono entrato nell’equipaggio di un Farr 30, progetto di un armatore barese e per tre anni abbiamo partecipato al circuito europeo di regate; a bordo c’erano anche tre professionisti. Lì ho scelto il lavoro che mi avrebbe reso felice».

Avresti mai pensato di entrare nel team di Luna Rossa?
«Nelle notti sul divano del Circolo della Vela Bari, mentre vedevo le regate ad Auckland lo sognavo. Ma qui difficilmente si arriva direttamente dal divano. Sono passati 20 anni. Ho lavorato, fatto tanti sacrifici personali e sono cresciuto tanto professionalmente. A dicembre 2017 è arrivata l’occasione...».

Da quante persone è composto il team? Come si fa ad andare sempre tutti d’accordo?
«Ci sono più di cento persone, tra velisti, shore team, designers, segreteria e supporto. Siamo una grande famiglia. I colleghi sono i tuoi più cari amici. Lavoriamo con ritmi fuori dalla normalità e se non si andasse sempre tutti perfettamente d’accordo sarebbe difficile tornare a casa, spesso a tarda notte, felici e soddisfatti. Questo è sicuramente uno dei punti di forza della squadra insieme all’elevata professionalità e all’altissima motivazione di ognuno a dare il massimo per non pregiudicare anche il lavoro degli altri, nessuno escluso».

Tu di cosa ti occupi esattamente?
«Sono uno dei quattro riggers. Noi ci occupiamo dell’albero, di ovunque è presente una cima che sia una scotta o un sistema per una determinata funzione a bordo della barca. Ci occupiamo anche della messa in acqua e a terra della barca dopo ogni allenamento o regata».

L’approccio in qualsiasi gara determina i comportamenti dei singoli e i risultati. Qual è il vostro?
«Non c’è una linea guida precisa sull’approccio a una gara, sappiamo che dobbiamo mettercela tutta, rispettando i tempi e i modi dei nostri colleghi».

Cosa ti aspetti da questa esperienza?
«Lavorare in un Team come Luna Rossa Prada Pirelli è un sogno che diventa realtà. Quello che mi lascerà questa esperienza non è paragonabile a nessun’altra vissuta sin’ora. Da due anni ogni sera rientro a casa con qualcosa in più sia dal lato umano, sia da quello professionale».

Cosa riporterai a Bari?
«Ne parlerò volentieri ad aprile 2021. Adesso sono concentrato sul mio lavoro e sul nostro obiettivo, del resto nella mia vita le somme le ho sempre fatte alla fine».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie