Sabato 06 Marzo 2021 | 03:28

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
«Io giovane sottocapo radarista ho sentito la voce del Signore»

«Io giovane sottocapo radarista ho sentito la voce del Signore»

 
marina militare
Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili

Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili: ecco i killer degli abissi

 
L'intervista
Esercito, il Capo di Stato Maggiore: «Lascio un Esercito coeso con la Pinerolo che è un’élite

Esercito, il Capo di Stato Maggiore: «Lascio un Esercito coeso con la Pinerolo che è un’élite

 
la «missione»
Un aereo-spia da 450 milioni nei cieli di Puglia e Basilicata

Un aereo-spia da 450 milioni nei cieli di Puglia e Basilicata

 
Il caso
Puglia, prosegue il programma degli F-35 con l’atomica

Puglia, prosegue il programma degli F-35 con l’atomica

 
Moda
Il nuovo marchio dell'Esercito a Pitti Uomo per i capi sportswear

Il nuovo marchio dell'Esercito a Pitti Uomo per i capi sportswear

 
Al porto
Marina Militare, la portaerei Cavour da Taranto approda a Norfolk

Marina Militare, la portaerei Cavour da Taranto approda a Norfolk

 
Il gesto
Lecce, militari del Cavalleggeri di Lodi donano sangue al «Vito Fazzi»

Lecce, militari del Cavalleggeri di Lodi donano sangue al «Vito Fazzi»

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

ESERCITO

Lecce, soppresso il 31° carri: arrivano i Cavalleggeri Lodi

Tornano a splendere le "fiamme" del 15° reggimento nella caserma Nacci

Lecce, soppresso il 31° carriarrivano i  Cavalleggeri Lodi

Tornano a splendere le fiamme (dal simbolo delle mostrine) del 15° reggimento cavalleria Lodi. Il reparto, infatti, è stato ricostituito nella caserma “Nacci” di Lecce, dopo lo scioglimento. Soppresso invece il 31° reggimento carri la cui bandiere di guerra sarà custodita nel sacrario del Vittoriano di Roma.


Il “Cavalleggeri di Lodi” ha alle spalle una storia importante: reggimento della cavalleria dell’Armata Sarda, si distinse nella presa di Porta Pia; durante la prima guerra mondiale fu dislocato prima in Macedonia e poi partecipò alla seconda battaglia dell’Isonzo. Nell’ultimo conflitto, invece, combatte in africa. L’ultima missione è stata in Libano nel 1995. Tre le medaglie d’argento concesse alla bandiera al valor militare e una di bronzo al valor civile. Dunque, autoblindo Centauro al posto dei carri Ariete, sempre alle dipendenze della Brigata Pinerolo.


La cerimonia di riconfigurazione si è tenuta alla presenza, tra gli altri, del comandante delle forze operative Sud, generale Rosario Castellano, del comandante della Brigata meccanizzata “Pinerolo”, generale Giovanni Gagliano,  del comandante della scuola di Cavalleria, generale Angelo Minelli, del prefetto e del sindaco di Lecce, Maria Teresa Cucinotta e Carlo Salvemini. Il generale Castellano ha consegnato le nuove mostrine e il copricapo con il nuovo fregio al comandante di reggimento che ha così ufficialmente ereditato, a nome di tutte le donne e uomini che costituiscono l’unità, le tradizioni, lo stemma araldico e il motto “Lodi s’immola”. Hanno presenziato anche gli ultimi comandanti del Cavalleggeri di Lodi che hanno assistito nella cerimonia del 29 ottobre 1995 a Lenta e allo scioglimento del reggimento. 

Questo passaggio di specialità rientra nel processo, messo in atto dall'Esercito, finalizzato all’inserimento della componente esplorante all’interno delle Brigate di manovra pluriarma.
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie