Domenica 17 Gennaio 2021 | 10:21

NEWS DALLA SEZIONE

I numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 
L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al Piano regionale. Coldiretti: «C'è altro da fare»

 
sanità
Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

 
L'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%). Anci: «Nessuno conosce il piano»

 
la «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Difesa ambiente
No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

 
Il caso
Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

 
migranti
Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaI numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

i più letti

Potenza

Sotto il ponte di Montereale
è nata una discarica

Preoccupati i residenti per il degrado in cui versa tutta quella zona

Sotto il ponte di Montereale è nata una discarica

di Eva Bonitatibus

Una discarica a cielo aperto. Questo è lo scenario che si apre agli occhi dei cittadini costretti a percorrere via della Pineta, la strada che passa sotto il ponte di Montereale, in pieno centro città. Sacchetti di spazzatura, cartoni, bottiglie di plastica e di vetro, lattine, stracci, buste e pattume di ogni genere ricopre la scarpata che digrada verso la sottostante via Vaccaro coprendo interamente il prato che un tempo brillava sopra i tetti dell’ex Dispensario e del Liceo classico Quinto Orazio Flacco. Lo stato di incuria in cui versa questo tratto di strada, ormai obbligatorio in seguito ai lavori di rifacimento del ponte, lascia il pedone, e non solo, nello sgomento.

La staccionata di legno che delimita la strada è quasi interamente crollata, qualche paletto superstite ancora in piedi ricorda ai passanti che oltre quella linea di delimitazione c’è il pericolo. E il rischio di inciampare nel suolo sconnesso e di rotolare giù per la scarpata è molto alto. L’assenza di un marciapiedi rende ancora più difficile la percorribilità di questa strada che si attesta tra le più vergognose e abbandonate della città. Lo spettacolo dell’immondizia che colora e riempie gli spazi di quello che un tempo era il polmone verde del centro storico di Potenza, si fa via via più intenso e disgustoso.

La gradinata di via della Pineta che va verso via Vaccaro sembra essere stata presa di mira dai barbari urbani che utilizzano questo spazio comune per depositare i propri rifiuti. Uno sdegno se si pensa che questa scalinata è frequentata dagli studenti del Liceo che ricevono un’immagine del rispetto dell’ambiente quanto mai discutibile. Un ammasso di ferraglia posto al di sopra dei gradini sporge in tutta la sua pericolosità, mentre più in avanti una parte di ringhiera evidentemente divelta sosta sull’area senza essere messa in sicurezza. Tutto questo campeggia sotto i balconi e le finestre delle abitazioni circostanti i cui abitanti lamentano la sporcizia e il mancato decoro.

I residenti dell’area si dicono seriamente preoccupati poiché non sono nuovi avvistamenti di ratti e insetti anche nella stagione invernale. Inoltre si chiedono a che punto stia il piano di riqualificazione delle scale di accesso al centro storico della città del 2016 in cui si parlava di un finanziamento di 700mila euro per la messa in sicurezza e il miglioramento del decoro urbano. Pur comprendendo il momento di attesa per il cantiere che rende l’area difficilmente fruibile, i cittadini chiedono all’amministrazione della città di monitorare tutti i siti e di mantenere pulito l’ambiente nel quale viviamo. In fondo è solo una questione di rispetto e un esempio di civiltà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie