Lunedì 10 Agosto 2020 | 10:38

NEWS DALLA SEZIONE

fase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 
Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiatragedia
Biccari, perde controllo auto e si schianta contro muro: muore 55enne

Biccari, perde controllo auto e si schianta contro muro: muore 55enne

 
Potenzafase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

GUARDIE MEDICHE

Le guardie mediche tornano
a utilizzare l'auto privata

Sospesa la protesta sulle visite domiciliari. Nuovo appello all'Asp

 Le guardie mediche tornano a utilizzare l'auto privata

di PIERO MIOLLA

I medici di continuità assistenziale hanno sospeso la loro protesta tornando disponibili all’utilizzo della propria auto. Nel contempo, però, hanno invitato l’Asp a fornire «un idoneo automezzo al fine di consentire di adempiere al rapporto convenzionale senza sopportare ingiusti oneri». Con una lettera indirizzata all’Azienda Sanitaria, infatti, le ex guardie mediche hanno annunciato che tornano a riprendere il mezzo proprio per il servizio, contestando, però, legittimità e fondatezza dell’invito loro giunto e chiedendo «il risarcimento per gli ingiusti oneri che sopporteranno per effetto della ingiusta ed infondata determinazione” aziendale, riservandosi di “azionare e quantificare con specifica azione giudiziale» l’entità del suddetto risarcimento.

La querelle con l’Asp, dunque, si arricchisce di una nuova puntata: dopo aver iniziato dal 15 novembre la protesta, concretizzatasi nell’indisponibilità all’utilizzo della propria auto in servizio, i medici di continuità assistenziale sono tornati sui propri passi in quanto, di fatto, costretti sia dalla risposta che l’Azienda aveva loro indirizzato, ma anche dalle necessità venute fuori nel corso del servizio notturno. Fare le visite domiciliari a piedi o in bicicletta, infatti, non sempre è possibile e, tenuto conto del monito dell’Asp e del rifiuto di quest’ultima a mettere a disposizione un’auto aziendale, oltre che della circostanza (non secondaria) che dall’altro lato ci sono i cittadini che abbisognano dell’attività dei medici, questi ultimi, con grande senso di responsabilità hanno optato per la soluzione riferita.

Senza, però, abbassare la guardia. Nella missiva indirizzata all’Asp, infatti, hanno contestato il tenore di quella aziendale, sottolineando di «non aver mai sottoscritto alcuna accettazione di utilizzo del mezzo proprio, ma solo preso atto della organizzazione aziendale» e ricordando che «sono mutate le condizioni esistenti al momento dell’inizio dell’attività convenzionale», in quanto ogni singolo medico «dal 2008 ad aprile 2017, in base all’articolo 35 dell’accordo integrativo regionale, percepiva l’indennità di 0,50 euro per ora per usura macchina, sospesa dall’Asp senza cenno di comunicazione con decorrenza da maggio.

L’Azienda da aprile non corrisponde più quanto contrattualmente dovuto per l’utilizzo del proprio mezzo» e, tenuto conto che i medici hanno «utilizzato la propria auto sul presupposto essenziale della percezione di detta indennità, venendo meno per determinazione unilaterale dell’Azienda l’erogazione della stessa», c’è il loro diritto «a determinarsi di non utilizzarla più. Strumentale e parziale è il richiamo all’articolo 72 dell’Acn: detta norma non prevede alcun obbligo di utilizzo del mezzo proprio». Infine, l’accordo integrativo regionale è «tutt’ora valido ed efficace, mai disdettato dai soggetti firmatari ma solo in parte unilateralmente, illecitamente disapplicato dalla Asp per effetto di altrettanto illecite determinazioni regionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie