Martedì 18 Settembre 2018 | 19:39

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

GUARDIE MEDICHE

Le guardie mediche tornano
a utilizzare l'auto privata

Sospesa la protesta sulle visite domiciliari. Nuovo appello all'Asp

 Le guardie mediche tornano a utilizzare l'auto privata

di PIERO MIOLLA

I medici di continuità assistenziale hanno sospeso la loro protesta tornando disponibili all’utilizzo della propria auto. Nel contempo, però, hanno invitato l’Asp a fornire «un idoneo automezzo al fine di consentire di adempiere al rapporto convenzionale senza sopportare ingiusti oneri». Con una lettera indirizzata all’Azienda Sanitaria, infatti, le ex guardie mediche hanno annunciato che tornano a riprendere il mezzo proprio per il servizio, contestando, però, legittimità e fondatezza dell’invito loro giunto e chiedendo «il risarcimento per gli ingiusti oneri che sopporteranno per effetto della ingiusta ed infondata determinazione” aziendale, riservandosi di “azionare e quantificare con specifica azione giudiziale» l’entità del suddetto risarcimento.

La querelle con l’Asp, dunque, si arricchisce di una nuova puntata: dopo aver iniziato dal 15 novembre la protesta, concretizzatasi nell’indisponibilità all’utilizzo della propria auto in servizio, i medici di continuità assistenziale sono tornati sui propri passi in quanto, di fatto, costretti sia dalla risposta che l’Azienda aveva loro indirizzato, ma anche dalle necessità venute fuori nel corso del servizio notturno. Fare le visite domiciliari a piedi o in bicicletta, infatti, non sempre è possibile e, tenuto conto del monito dell’Asp e del rifiuto di quest’ultima a mettere a disposizione un’auto aziendale, oltre che della circostanza (non secondaria) che dall’altro lato ci sono i cittadini che abbisognano dell’attività dei medici, questi ultimi, con grande senso di responsabilità hanno optato per la soluzione riferita.

Senza, però, abbassare la guardia. Nella missiva indirizzata all’Asp, infatti, hanno contestato il tenore di quella aziendale, sottolineando di «non aver mai sottoscritto alcuna accettazione di utilizzo del mezzo proprio, ma solo preso atto della organizzazione aziendale» e ricordando che «sono mutate le condizioni esistenti al momento dell’inizio dell’attività convenzionale», in quanto ogni singolo medico «dal 2008 ad aprile 2017, in base all’articolo 35 dell’accordo integrativo regionale, percepiva l’indennità di 0,50 euro per ora per usura macchina, sospesa dall’Asp senza cenno di comunicazione con decorrenza da maggio.

L’Azienda da aprile non corrisponde più quanto contrattualmente dovuto per l’utilizzo del proprio mezzo» e, tenuto conto che i medici hanno «utilizzato la propria auto sul presupposto essenziale della percezione di detta indennità, venendo meno per determinazione unilaterale dell’Azienda l’erogazione della stessa», c’è il loro diritto «a determinarsi di non utilizzarla più. Strumentale e parziale è il richiamo all’articolo 72 dell’Acn: detta norma non prevede alcun obbligo di utilizzo del mezzo proprio». Infine, l’accordo integrativo regionale è «tutt’ora valido ed efficace, mai disdettato dai soggetti firmatari ma solo in parte unilateralmente, illecitamente disapplicato dalla Asp per effetto di altrettanto illecite determinazioni regionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

 
Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

 
Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

 
Uccide moglie e si ammazza«Lei era amante della poesia»

Uccide moglie e si ammazza
«Lei era amante della poesia»

 
Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

 
Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

 
Guardia giurata uccide la moglie di 30 anni e poi si ammazza

Guardia giurata uccide la moglie, ferisce la suocera e si ammazza

 

GDM.TV

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 
Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino»

Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino» VD

 

PHOTONEWS