Domenica 09 Agosto 2020 | 12:43

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, la tenente sotto accusa per il balletto al giuramento dei sottufficiali della Marina

Taranto, balletto per TikTok al giuramento dei sottufficiali della Marina: tenente sotto accusa

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
LecceIl fatto
Ugento, colto da un improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

Ugento, colto da improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

 
Baril'Incidente
Altamura, tragico schianto su via Laterza. Muore 67enne

Altamura, tragico schianto su via Laterza. Muore 67enne

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
FoggiaSanità
Foggia, l’Asl porta l'ospedale a domicilio

Foggia, la Asl porta l'ospedale a domicilio per chi non può muoversi

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

energia e ambiente

I conti del petrolio
secondo i sindaci

centro olio di viggiano I timori della Val d'Agri. Domani Pittella illustra i risultati del "tavolo"

I conti del petrolio secondo i sindaci

di Pino Perciante

VIGGIANO - Il greggio fuoriuscito dall’incidente del Centro oli di Viggiano potrebbe essere molto di più delle 400 tonnellate valutate dalla compagnia petrolifera. «Dalle carte che la stessa Eni ha inviato al Comune – spiega il sindaco di Grumento Antonio Imperatrice - risulta che fino ad ora a Fosso del Lupo sono state aspirate oltre quattromila tonnellate di liquido inquinato. Una quantità analoga è stata aspirata dai vari pozzetti dentro e fuori l’impianto. Molto probabilmente le 400 tonnellate a cui si fa riferimento sono quelle di olio vero».

A sentire, quindi, il primo cittadino di Grumento, le autobotti a cui è stato affidato il compito di aspirare il petrolio fuoriuscito dalla falla apertasi in uno dei serbatoi dello stabilimento avrebbero pompato, fino ad ora, circa 8.000 tonnellate di liquido inquinato. Durante il “tavolo” tecnico di giovedì scorso al ministero dell’Ambiente, Eni ha spiegato che lo sversamento è durato da agosto a novembre 2016. Ma su questo punto Imperatrice non nasconde alcune perplessità: «se la perdita è terminata a novembre, come mai il petrolio è finito nel depuratore di Viggiano solo a febbraio, vale a dire tre mesi dopo?». A dare una risposta a questa domanda ci penserà, si spera, l’ispezione straordinaria decisa al ministero dell’Ambiente. Al Centro Olio, infatti, torneranno i tecnici di Ispra , istituto alle dipendenze del dicastero, e di Arpab, l’agenzia per l’ambiente della Regione, per fare nuovi controlli. Le verifiche avranno luogo dopo il 20 di maggio.

Intanto, Imperatrice non nasconde i timori: «L’incidente è grave – afferma – e temiamo per la salute del fiume Agri che si riversa nella diga del Pertusillo, anche se ad oggi gli esiti delle analisi eseguite da Arpab sono rassicuranti. Il fiume non sembra essere in pericolo. Mentre non si conoscono ancora i risultati degli esami sui terreni agricoli sequestrati e sulle falde». Comunque, per l’incidente al Centro oli il comune di Viggiano si appresta a far partire una denuncia alle autorità competenti e in caso di processo si costituirà parte civile. Un processo che potrebbe sovrapporsi a quello già in corso a seguito dell’inchiesta giudiziaria dell’anno scorso.

E intanto l’Eni prevede che la riapertura dell’impianto (dopo il blocco disposto dalla Regione il 15 aprile) potrebbe avvenire a giugno, con due serbatoi con doppio fondo. Ad annunciarlo è stata la stessa compagnia petrolifera nel corso di un incontro con le aziende dell’indotto. Durante la riunione è stata la stessa società ad evidenziare la possibilità di una riapertura il mese prossimo, visto che il 25 maggio dovrebbero terminare i lavori per la realizzazione del secondo serbatoio con doppio fondo.

Domani il presidente Marcello Pittella incontrerà i giornalisti per fare il punto sulla situazione, per illustrare nel dettaglio i risultati del “tavolo” tecnico del 4 maggio scorso al ministero dell’Ambiente e riferire sulla quantificazione di greggio disperso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie