Martedì 19 Gennaio 2021 | 15:25

NEWS DALLA SEZIONE

La pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
la protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
a Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 
Demografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
La decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Nel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
I numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 
L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al Piano regionale. Coldiretti: «C'è altro da fare»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa manduria
Tentata estorsione a un commerciante: due arresti nel Tarantino

Tentata estorsione a un commerciante: due arresti nel Tarantino

 
FoggiaL'incidente
Foggia, scontro fra auto e tir, coinvolta anche una macchina in sosta

Foggia, scontro fra auto e tir, coinvolta anche una macchina in sosta

 
BariIl processo
Bari, Punta Perotti: il danno può arrivare a 212 milioni

Bari, Punta Perotti: il danno può arrivare a 212 milioni

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
PotenzaLa pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

terremoti e danni

Rischio sismico
Potenza 32esima

Potenza

Potenza vista dall'alto

di GIOVANNI RIVELLI

Potenza è il primo comune lucano per rischio sismico, il 32esimo in Italia sui 7715 per i quali esiste una valutazione nell’indice di rischio sismico pubblicato venerdì scorso dall’Istat.
Si tratta di una graduatoria che, come meglio spiegato nella scheda a fianco, fa la sintesi non solo della valutazione sismica del territorio, ma anche della situazione urbanistica e segnatamente dello stato delle costruzioni andando a determinare un coefficiente unico del rischio potenziale.
Il coefficiente di rischio calcolato per Potenza, in termini asettici è di 0,00194889463211857, una cifra che può dire poco, ma per rendere più chiaro il tutto si può dire che il rischio annuo calcolato esprime la potenzialità che ci siano 130 persone coinvolte nel crollo di edifici gravemente danneggiati da un terremoto. Questo non significa che ogni anno ci sono 130 disastrati, ma che si può stimare che in un periodo di x anni i potenziali coinvolti da crolli siano 130 per il numero di anni interessati, magari anche tutti determinati da un sigolo evento. La pericolosità del capoluogo di regione è oltre 119 volte superiore a quello che viene stimato per il più «tranquillo» dei comuni lucani, vale a dire Craco (che tra i comuni per il rischio si piazza alla posizione 5.116), complice anche la delocalizzazione del paese rispetto al sito originario in frana. Qui il rischio è che sia coinvolto nei crolli uno dei 745 residenti ogni 100 anni. Di contro, può essere confortante sapere che il rischio potentino non è nemmeno l’8% di quello più pericoloso della penisola, vale a dire Napoli, ma quasi tremila volte più più del paese più tranquillo d'Italia, il centro comasco di Laino.

Per quel che riguarda gli altri comuni lucani, il secondo a più alto rischio è il comune di Melfi che si piazza al 37esimo posto della graduatoria nazionale con 32 coinvolti potenziali con un rischio (tenuto conto della differenza di popolazione) 111 volte superiore a Craco.
Completa il «podio» del rischio Tito, dove i coinvolti potenziali sono 8,7, abbastanza staccato dagli altri due tanto nella classifica nazionale (è al 66esimo posto) quanto nel rapporto con Craco (73 volte). A seguire troviamo Rionero in Vulture (con un rischio 53 volte quello di Craco che produce 11,5 potenziali coinvolti da crolli l’anno) e poi Lauria (7,4 potenziali coinvolti/anno), Avigliano (6,2), Venosa (6,4), Lavello (7,2) e Rapolla (2,3 potenziali coinvolti), tutti con un rischio tra le 31 e le 35 volte quello di Craco.

Sul versante della sicurezza, invece, la «top ten» vede alle spalle di Craco Banzi (0,03 coinvolti potenziali da crolli ogni anno) Scanzano (0,29) Nova Siri (0,28) Oliveto Lucano (0,02), Cirigliano (0,02), e Terranova di Pollino (0,06) Calciano (0,04), Valsinni (0,08) e San Giorgio Lucano (0,06).
Quanto ai dieci centri più grandi della Regione (oltre a quelli già citati), Matera è 20esima nella graduatorie regionale e 537esima in quella nazionale (con un rischio 22 volte quello di Craco e di poco più dell’1% di quello di Napoli che produrrebbe 21,85 coinvolti in crolli annui); Pisticci è 72esimo nella graduatoria regionale e 1.720esimo in quella nazionale (9 volte più rischiosa di Craco con 2,7 potenziali coinvolti) e Policoro è 115esima in Basilicata e 3.138esima in Italia con un rischio pari a 4 volte quello di Craco e un numero di potenziali coinvolti annui da crolli di 1,15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie