Martedì 25 Settembre 2018 | 04:47

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

terremoti e danni

Rischio sismico
Potenza 32esima

Potenza

Potenza vista dall'alto

di GIOVANNI RIVELLI

Potenza è il primo comune lucano per rischio sismico, il 32esimo in Italia sui 7715 per i quali esiste una valutazione nell’indice di rischio sismico pubblicato venerdì scorso dall’Istat.
Si tratta di una graduatoria che, come meglio spiegato nella scheda a fianco, fa la sintesi non solo della valutazione sismica del territorio, ma anche della situazione urbanistica e segnatamente dello stato delle costruzioni andando a determinare un coefficiente unico del rischio potenziale.
Il coefficiente di rischio calcolato per Potenza, in termini asettici è di 0,00194889463211857, una cifra che può dire poco, ma per rendere più chiaro il tutto si può dire che il rischio annuo calcolato esprime la potenzialità che ci siano 130 persone coinvolte nel crollo di edifici gravemente danneggiati da un terremoto. Questo non significa che ogni anno ci sono 130 disastrati, ma che si può stimare che in un periodo di x anni i potenziali coinvolti da crolli siano 130 per il numero di anni interessati, magari anche tutti determinati da un sigolo evento. La pericolosità del capoluogo di regione è oltre 119 volte superiore a quello che viene stimato per il più «tranquillo» dei comuni lucani, vale a dire Craco (che tra i comuni per il rischio si piazza alla posizione 5.116), complice anche la delocalizzazione del paese rispetto al sito originario in frana. Qui il rischio è che sia coinvolto nei crolli uno dei 745 residenti ogni 100 anni. Di contro, può essere confortante sapere che il rischio potentino non è nemmeno l’8% di quello più pericoloso della penisola, vale a dire Napoli, ma quasi tremila volte più più del paese più tranquillo d'Italia, il centro comasco di Laino.

Per quel che riguarda gli altri comuni lucani, il secondo a più alto rischio è il comune di Melfi che si piazza al 37esimo posto della graduatoria nazionale con 32 coinvolti potenziali con un rischio (tenuto conto della differenza di popolazione) 111 volte superiore a Craco.
Completa il «podio» del rischio Tito, dove i coinvolti potenziali sono 8,7, abbastanza staccato dagli altri due tanto nella classifica nazionale (è al 66esimo posto) quanto nel rapporto con Craco (73 volte). A seguire troviamo Rionero in Vulture (con un rischio 53 volte quello di Craco che produce 11,5 potenziali coinvolti da crolli l’anno) e poi Lauria (7,4 potenziali coinvolti/anno), Avigliano (6,2), Venosa (6,4), Lavello (7,2) e Rapolla (2,3 potenziali coinvolti), tutti con un rischio tra le 31 e le 35 volte quello di Craco.

Sul versante della sicurezza, invece, la «top ten» vede alle spalle di Craco Banzi (0,03 coinvolti potenziali da crolli ogni anno) Scanzano (0,29) Nova Siri (0,28) Oliveto Lucano (0,02), Cirigliano (0,02), e Terranova di Pollino (0,06) Calciano (0,04), Valsinni (0,08) e San Giorgio Lucano (0,06).
Quanto ai dieci centri più grandi della Regione (oltre a quelli già citati), Matera è 20esima nella graduatorie regionale e 537esima in quella nazionale (con un rischio 22 volte quello di Craco e di poco più dell’1% di quello di Napoli che produrrebbe 21,85 coinvolti in crolli annui); Pisticci è 72esimo nella graduatoria regionale e 1.720esimo in quella nazionale (9 volte più rischiosa di Craco con 2,7 potenziali coinvolti) e Policoro è 115esima in Basilicata e 3.138esima in Italia con un rischio pari a 4 volte quello di Craco e un numero di potenziali coinvolti annui da crolli di 1,15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Sanitopoli lucana, Pittella torna libero

Sanitopoli lucana, tornano liberi Pittella e Montanaro (ex Asl Bari)

 
Basilicata, terra delle opere incompiute: 33 cantieri infiniti

Basilicata, terra delle opere incompiute: 33 cantieri infiniti

 
Potenza, una sedia speciale per Mario: così la scuola diventa «inclusiva»

Potenza, una sedia speciale per Mario: così la scuola diventa «inclusiva»

 
Mannaia sul personale alla Regione Basilicata: tagli per salvare il bilancio

Mannaia sul personale alla Regione Basilicata: tagli per salvare il bilancio

 
Picerno, torna in chiesa San Roccodipinto rubato e trovato ad Amalfi

Picerno, torna in chiesa San Rocco dipinto rubato e trovato ad Amalfi

 
Vietri, nasconde droga in autoscoperto dai Cc: arrestato

Vietri, nasconde droga in auto
scoperto dai Cc: arrestato

 
Vaccinazioni in Basilicata, 12 genitori denunciati: fioccano le irregolarità

Vaccinazioni in Basilicata, 12 genitori denunciati: fioccano le irregolarità

 
Potenza, proroga trasporti: il caso finisce alla Corte Conti

Potenza, proroga trasporti: il caso finisce alla Corte Conti

 

GDM.TV

Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 

PHOTONEWS