Lunedì 01 Giugno 2020 | 11:33

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza
Potenza, la vendetta per la denuncia dopo 7 anni: aggredito un uomo

Potenza, vendetta per la denuncia dopo 7 anni: aggredito un uomo

 
VIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
L'onorificenza
L'imprenditore Umberto Pesce tra i Cavalieri del Lavoro

Basilicata, l'imprenditore Umberto Pesce tra i Cavalieri del Lavoro

 
fase 2
2 giugno, riaprono 3 musei in Basilicata

2 giugno, riaprono 3 musei in Basilicata

 
Crisi
Melfi, altro stop: l’auto non tira, frenata a 500X e Jeep Renegade

Melfi, altro stop: l’auto non tira, frenata a 500X e Jeep Renegade

 
Temporali
Maltempo Puglia

Puglia e Basilicata, maltempo da brividi: prima la shelf cloud e poi la maxi grandinata

 
In Basilicata
Rionero, vinti oltre 33 milioni con l' Eurojackpot

La fortuna bacia Rionero, vinti oltre 33 milioni con l'Eurojackpot

 
La decisione
 Crob Rionero

Rionero, da domani stop alla sigarette all'Ospedale oncologico regionale

 
In basilicata
Covid, screening sui lucani: solo uno su tre accetta il test

Covid, screening sui lucani: solo uno su tre accetta il test

 
cetaceo spiaggiato
Maratea, delfino morto trovato tra gli scogli della darsena

Maratea, delfino morto trovato tra gli scogli della darsena

 
Oggi la festa
Potenza, «San Gerard prutettor»: la voce di Michela Sabia  omaggia il Santo Patrono

Potenza, «San Gerard prutettor»: la voce di Michela Sabia omaggia il Santo Patrono

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, servirà un’estate di fuoco. I playoff con tante mine vaganti

Bari, servirà un’estate di fuoco. I play-off con tante mine vaganti

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 
PotenzaViolenza
Potenza, la vendetta per la denuncia dopo 7 anni: aggredito un uomo

Potenza, vendetta per la denuncia dopo 7 anni: aggredito un uomo

 
TarantoLa Provincia
Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

 
BrindisiInquinamento
Brindisi, il sindaco: sblocco se Versalisi investe su salute e lavoro

Brindisi, il sindaco Rossi: «Sblocco se Versalis investe su salute e lavoro»

 
BatCultura
Trani, ecco le idee per far rivivere il vecchio Conservatorio

Trani,ex Conservatorio: ecco le idee per farlo rivivere

 
BariCassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 

i più letti

I funerali a Potenza

Operai morti ad Aliano, Donato e Leonardo insieme anche nel giorno dell’addio

Potenza si stringe attorno alle famiglie dei due operai morti il 29 agosto scorso

Operai morti ad Aliano, Donato e Leonardo insieme anche nel giorno dell’addio

POTENZA - È arrivato il giorno più duro, quello dell’ultimo saluto per Donato Telesca e Leonardo Nolè. Ieri pomeriggio, infatti, sono stati celebrati i funerali dei due operai della Giuzio Ambiente venuti a mancare giovedì 29 agosto nella discarica di Aliano.

Insieme, come sempre, anche nel giorno più estremo, così come solevano essere quando lavoravano, telefonandosi di continuo, legati da un affetto che andava oltre la professione, tanto che i colleghi li chiamavano ironicamente ed affettuosamente «le due mogli» per la loro inseparabilità.

Tante domande rimangono affastellate nella mente, ma sui «perché» e i «per come» di questa vicenda ci sarà tempo e modo di interrogarsi: per scongiurare tragedie simili, per evitare che si verifichino ancora.

Questo è il giorno del silenzio e del rispetto, della memoria e del dolore: quello dei singhiozzi strozzati in gola e delle lacrime trattenute a stento.

Anche il cielo plumbeo, carico di pioggia, sembra essersi voluto accordare all’atmosfera che permea tutt’intorno, con i feretri che avanzano in mezzo a due ali di folla commosse.

La campana della chiesa di rione Betlemme emette rintocchi funerei e la folla, composta seppur straziata, prende posto a sedere.

L’omelia di mons. Salvatore Ligorio, arcivescovo della diocesi di Potenza, è stringata ma efficace, compassionevole nei confronti di Donato e Leonardo «la cui scomparsa è ancor più dolorosa, perché pervenuta sul lavoro, quando stavano guadagnandosi il pane per loro stessi e per le proprie famiglie»; l’augurio è che «su tutta la vicenda si faccia chiarezza»; mentre la motivazione di questa tragedia rimane cristianamente imperscrutabile, «aldilà delle nostre intelligenze»; ma deve fungere da monito affinché «episodi come questo non si verifichino più».

Mentre la pioggia comincia a calare copiosa e torrenziale, i figli e i nipoti rendono omaggio alla memoria di Donato e Leonardo, descritti come «grandi amici che stavano sempre insieme» e che «insieme sono andati via»; inoltre erano «genitori che dispensavano insegnamenti anche severi, ma che sapevano concedere la confidenza tipica degli amici».

L’intimità del rito, nonostante la natura pubblica della celebrazione, si interrompe solo alla fine, per gli scroscianti applausi tributati a Donato e Leonardo, le cui famiglie hanno preferito non ricevere le condoglianze usuali «per non aggiungere momenti di ulteriore dolore in una situazione come questa». I due feretri tornano nella piazza antistante la chiesa, sommersi dal saluto della folla. Qualche pianto dirotto, ora sì. Qualche flebile saluto a mezza voce. Il corteo di parenti ed amici più cari riparte, lasciando una scia di tristezza e rammarico in tutti gli astanti. Donato e Leonardo vanno via insieme, come sono sempre stati. Fino alla fine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie