Domenica 17 Gennaio 2021 | 05:04

NEWS DALLA SEZIONE

zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 
L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al Piano regionale. Coldiretti: «C'è altro da fare»

 
sanità
Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

 
L'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%). Anci: «Nessuno conosce il piano»

 
la «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Difesa ambiente
No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

 
Il caso
Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

 
migranti
Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

 
acqua, soldi e lavoro
Basilicata, dopo la grave siccità dighe piene: 84 milioni di metri cubi in più rispetto all'anno scorso

Basilicata, dopo la grave siccità dighe piene: 84 milioni di metri cubi in più rispetto all'anno scorso

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

I funerali a Potenza

Operai morti ad Aliano, Donato e Leonardo insieme anche nel giorno dell’addio

Potenza si stringe attorno alle famiglie dei due operai morti il 29 agosto scorso

Operai morti ad Aliano, Donato e Leonardo insieme anche nel giorno dell’addio

POTENZA - È arrivato il giorno più duro, quello dell’ultimo saluto per Donato Telesca e Leonardo Nolè. Ieri pomeriggio, infatti, sono stati celebrati i funerali dei due operai della Giuzio Ambiente venuti a mancare giovedì 29 agosto nella discarica di Aliano.

Insieme, come sempre, anche nel giorno più estremo, così come solevano essere quando lavoravano, telefonandosi di continuo, legati da un affetto che andava oltre la professione, tanto che i colleghi li chiamavano ironicamente ed affettuosamente «le due mogli» per la loro inseparabilità.

Tante domande rimangono affastellate nella mente, ma sui «perché» e i «per come» di questa vicenda ci sarà tempo e modo di interrogarsi: per scongiurare tragedie simili, per evitare che si verifichino ancora.

Questo è il giorno del silenzio e del rispetto, della memoria e del dolore: quello dei singhiozzi strozzati in gola e delle lacrime trattenute a stento.

Anche il cielo plumbeo, carico di pioggia, sembra essersi voluto accordare all’atmosfera che permea tutt’intorno, con i feretri che avanzano in mezzo a due ali di folla commosse.

La campana della chiesa di rione Betlemme emette rintocchi funerei e la folla, composta seppur straziata, prende posto a sedere.

L’omelia di mons. Salvatore Ligorio, arcivescovo della diocesi di Potenza, è stringata ma efficace, compassionevole nei confronti di Donato e Leonardo «la cui scomparsa è ancor più dolorosa, perché pervenuta sul lavoro, quando stavano guadagnandosi il pane per loro stessi e per le proprie famiglie»; l’augurio è che «su tutta la vicenda si faccia chiarezza»; mentre la motivazione di questa tragedia rimane cristianamente imperscrutabile, «aldilà delle nostre intelligenze»; ma deve fungere da monito affinché «episodi come questo non si verifichino più».

Mentre la pioggia comincia a calare copiosa e torrenziale, i figli e i nipoti rendono omaggio alla memoria di Donato e Leonardo, descritti come «grandi amici che stavano sempre insieme» e che «insieme sono andati via»; inoltre erano «genitori che dispensavano insegnamenti anche severi, ma che sapevano concedere la confidenza tipica degli amici».

L’intimità del rito, nonostante la natura pubblica della celebrazione, si interrompe solo alla fine, per gli scroscianti applausi tributati a Donato e Leonardo, le cui famiglie hanno preferito non ricevere le condoglianze usuali «per non aggiungere momenti di ulteriore dolore in una situazione come questa». I due feretri tornano nella piazza antistante la chiesa, sommersi dal saluto della folla. Qualche pianto dirotto, ora sì. Qualche flebile saluto a mezza voce. Il corteo di parenti ed amici più cari riparte, lasciando una scia di tristezza e rammarico in tutti gli astanti. Donato e Leonardo vanno via insieme, come sono sempre stati. Fino alla fine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie