Sabato 20 Luglio 2019 | 18:14

NEWS DALLA SEZIONE

L'operazione
Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

 
economia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
L'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
Sanità lucana
Potenza, Asp: acquistate 57 nuove ambulanze per il 118

Potenza, Asp: acquistate 57 nuove ambulanze per il 118

 
Degrado in città
Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

 
Nel potentino
Cancellara: durante la festa patronale colpisce uomo in testa con un bastone, arrestato

Cancellara: durante la festa patronale colpisce uomo in testa con un bastone, arrestato

 
Il progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
Dai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 
Il caso
Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

 
Imprenditoria
Moda, la lingerie «made in Basilicata» alla conquista del mondo

Moda, la lingerie «made in Basilicata» alla conquista del mondo

 
Giustizia e minori
Fuori dal tunnel della droga, da 2 anni non vedono i tre figli: la storia nel Potentino

Fuori dal tunnel della droga, da 2 anni non vedono i tre figli: la storia nel Potentino

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa denuncia di un lettore
Bari, lavori in corso al Policlinico: pazienti visitati nel corridoio

Bari, lavori in corso al Policlinico: pazienti visitati nel corridoio

 
BatL'evento
Barletta, fibrillazione per il Jova Beach Party: sul palco Jovanotti con i Sud Sound System

Barletta, fibrillazione per il Jova Beach Party: sul palco Jovanotti con i Sud Sound System

 
PotenzaL'operazione
Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

 
HomeLa tragedia
Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

 
HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 

i più letti

Il processo

Inchiesta petrolio, ascoltato per 7 ore responsabile Eni

Imputate 47 persone e 10 società sulle estrazioni in Basilicata

centro oli Eni Viggiano

Le comunicazioni relative alle emissioni in atmosfera del Centro Olio (Cova) dell’Eni in Val d’Agri, le procedure di monitoraggio e controllo dell’impianto e la presenza di presunti inquinanti negli scarti di lavorazione sono stati gli argomenti principali affrontati oggi nel Tribunale di Potenza, nel corso dell’esame di Ruggero Gheller, responsabile del distretto meridionale dell’Eni tra il 2011 e il 2014, ed imputato nel processo relativo all’inchiesta del 2016 sulle estrazioni di petrolio in Basilicata.

Nel corso dell’udienza - nel processo sono imputate 47 persone e dieci società, fra le quali l’Eni - Gheller per circa sette ore è stato ascoltato dal suo difensore, e poi dai legali delle parti civili e dal pm Laura Triassi. L’ex responsabile del distretto meridionale ha più volte precisato che «tutti gli sforamenti, per quanto riguarda le emissioni in atmosfera del Cova, sono stati comunicati entro le otto ore agli enti preposti, come disposto dalla Via», e «l'apertura della comunicazione di un malfunzionamento veniva chiusa solo quando la causa era stata individuata e il problema risolto": nel periodo di apertura della comunicazione venivano poi «registrati altri eventuali sforamenti, e comunicati al termine della procedura fornendone un quadro completo».

Gheller ha anche spiegato che «non ci son mai state omissioni» e «le comunicazioni avvenivano sempre entro le otto ore: ogni possibile causa veniva valutata in profondità e in modo collegiale», precisando che «il riferimento è ai camini, non alla fiaccola, che invece rappresenta un sistema di sicurezza». Sull'uso delle ammine, componente necessario per la lavorazione delle acque di strato, Gheller ha infine spiegato che «era prevedibile un aumento di queste acque», in quanto collegato alla normale attività di un giacimento «ma tutti gli scarti sono stati smaltiti secondo le norme».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie