Domenica 21 Ottobre 2018 | 06:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il provvedimento
Incarichi non autorizzati: docente deve 15mila euro a Unibas

Incarichi non autorizzati: docente deve 15mila euro a U...

 
Il caso a Roccanova (Pz)
Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100 anni

Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100...

 
Costi della politica
Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degl...

 
Un 24enne
Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciartore dai Cc

Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciatore ...

 
Il riconoscimento
Maratea premiata a Milano«Stella al merito sociale»

Maratea premiata a Milano
«Stella al merito sociale»

 
Opere pubbliche
Basilicata, Basento - Bradano: il «fantasma» dello schema idrico

Basilicata, Basento - Bradano: il «fantasma» dello sche...

 
La decisione
Potenza, ucciso in macelleria con 11 coltellate: fu omicidio volontario

Potenza, ucciso in macelleria con 11 coltellate: fu omi...

 
La sentenza
Potenza, maltrattavano i loro alunni: condannate due maestre

Potenza, maltrattavano i loro alunni: condannate due ma...

 
Stalking
Potenza, incendiò 2 auto della famiglia della sua ex: arrestato 22enne

Potenza, incendiò 2 auto della famiglia della sua ex: a...

 
A Paoladoce di Avigliano
Acqua sporca dai rubinetti, si cerca soluzione

Acqua sporca dai rubinetti, si cerca soluzione

 
La decisione della Regione
Post offensivo contro le donne, dirigente rischia il posto

Offende le donne su Fb, dirigente rischia il posto

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

i più letti

Lavoro

Mannaia sul personale alla Regione Basilicata: tagli per salvare il bilancio

Parte la razionalizzazione del personale. Assunti verso enti sub regionali e Fondazioni

La Corte Costituzionale boccia sette leggi della Regione Basilicata

POTENZA - Nuove strategie, nuove scelte. Sul personale la Regione cambia. Cambia modalità di azione, cambia metodo. Con l’obiettivo di razionalizzare e ridurre i costi. A definire la nuova strada la governatrice e gli alti dirigenti della Presidenza della Giunta che, dopo la relazione sul giudizio di parifica da parte della Corte dei Conti ed una serie di contatti informali avviati proprio con i giudici contabili, hanno deciso di avviare un processo di riorganizzazione del personale non solo in Regione ma anche negli enti sub - regionali e nelle stesse Fondazioni che sono partecipate.
Insomma, si razionalizza, si riorganizza e nello stesso tempo si prova a mettere in moto la macchina amministrativa per definire alcuni provvedimenti attesi.
In particolare, il primo impegno riguarda il precariato. La scelta è di evitare assolutamente la creazione di altri precari, come avvenuto in passato. E questo si concretizzerà nello stop ad assunzioni con contratti atipici, a cominciare dai co.co.co. In questo modo non si creeranno nuove forme di precariato mentre i «precari storici» della regione potranno essere avviati verso la stabilizzazione.
Ma non è solo sul precariato che il governo regionale intende lavorare. Un altro provvedimento allo studio sarà legato al trasferimento di parte di personale che proveniente da altri enti è stato assorbito dalla Regione e che, ora, potrebbe essere nuovamente dirottato verso enti sub - regionali e Fondazioni. Questo per ridefinire e risistemare tutti gli enti che oggi dipendono dalla Regione, potenziando quelle strutture che ora si trovano a dover fronteggiare la carenza degli organici.
Un valzer di personale, dunque, che servirà a rafforzare le strutture carenti ed a riequilibrare quelle che con addetti in eccesso.
Sempre sul fronte personale, poi, resta confermata la linea avviata sui «comandati della politica». La Giunta non ha rinnovato e non rinnoverà i contratti dei comandati scaduti o in scadenza (a differenza di quanto fatto dal Consiglio regionale). Adeguandosi alle indicazioni della Corte dei Conti ma soprattutto riducendo i costi per il personale destinato alle segreterie politiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400