Venerdì 14 Agosto 2020 | 19:23

NEWS DALLA SEZIONE

Il fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
Il caso
A Potenza città 2 assessori col Bonus Inps

A Potenza 2 assessori col bonus Inps: maggioranza in imbarazzo

 
Il caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
Il virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
L'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 
Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
Brindisil'evento
Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

 
Foggiaestate
Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

 
Barimobilità
Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

 
Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 

i più letti

Petrolio lucano

Potenza, assunti in volantino: «Clientele per Tempa Rossa»

Guardia Perticara e Gorgoglione protestano: «Quasi tutti di Corleto»

tempa rossa

POTENZA - Non bastava lo stop alle prove di produzione: ora si addensano nubi anche sulla recente assunzione dei 30 giovani lucani. È una vera e propria bufera quella che si sta abbattendo in questi giorni a Tempa Rossa. Dopo la sospensione imposta da Regione e ministero dello Sviluppo alle prove di estrazione del petrolio, ora nel mirino sono finiti gli stage finalizzati all’assunzione di 30 nuovi addetti, tutti della Basilicata. Secondo i primi cittadini di Guardia Perticara e Gorgoglione, Angelo Mastronardi e Giuseppe Filippo, Corleto Perticara ha fatto il pieno accaparrandosi la metà dei posti messi a disposizione.

Agli altri solo le briciole. «Più della metà, 16 posti su 30, sono andati a Corleto, solo uno al mio comune», accusa il primo cittadino di Gorgoglione. Non è andata meglio al suo collega di Guardia Perticara: «Al mio comune solo due». Situazione analoga per entrambi i sindaci, vale a dire imbarazzo con i loro concittadini che reclamano un trattamento più equo. «Che Corleto faccia la parte del leone – afferma Filippo – ci può anche stare, quello che chiediamo è di avere rispetto per i paesi circostanti. C’erano ragazzi laureati con 110 e lode che sono stati scartati: è evidente che, se è successo questo, qualcosa non funziona. Alla fine si registra molta discordanza tra quello che diceva il bando e quello che sembra sia avvenuto. Non è possibile che a Corleto sono tutti bravi e il resto, al di fuori di Corleto, vengono considerati quasi una nullità».

Ma il motivo per cui i sindaci sono amareggiati è anche un altro: «Già quando è iniziato il cammino verso la selezione – spiegano Mastronardi e Filippo - correvano strane voci alle quali non avevamo dato molto credito pensando che fossero i soliti pettegolezzi, false notizie. Ed invece ora siamo costretti a ricrederci, visto anche il contenuto del volantino comparso in questi giorni a Corleto». Un volantino anonimo, però dettagliato, ricco di particolari, con nomi e cognomi di alcuni degli assunti, tra cui spunta anche quello di un consigliere comunale. I sindaci di Gorgoglione e Guardia confermano: «Che la maggioranza dei posti di lavoro andasse a Corleto era una notizia che correva già prima e durante le selezioni. Purtroppo, i sospetti spesso vengono confermati. Non sembra ci siano inesattezze nel volantino, abbiamo controllato. Siamo semplicemente esterrefatti per ciò che sta accadendo, perché, nonostante le varie inchieste, nulla è cambiato e forse nulla cambierà rispetto al passato». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie