Mercoledì 10 Agosto 2022 | 09:41

In Puglia e Basilicata

attesa a potenza

I valori di san Gerardo in un teatro all’aperto

parata dei turchi a potenza per san gerardo

foto Tony Vece

mancano 4 gioirni alla parata dei turchi e «La nave dei poveri cristi» oggi è nel parco fluviale del Basento

26 Maggio 2018

Maria Vittoria Pinto

POTENZA - «Un Santo umile, comunicativo, con un linguaggio semplice, accessibile alle persone semplici e pure di spirito, così da indurle alla preghiera e alla meditazione. Misericordioso specialmente con i poveri e i diseredati che presso di lui trovarono una umana assistenza, tanto che il letterato Manfredi suo biografo scrisse di lui che era di tanta sobrietà da sembrare un monaco». Così il presidente dell’associazione culturale «Sinergie lucane», Paola Faggiano, ha introdotto l’evento inserito nel cartellone del Maggio potentino «La nave dei poveri cristi», spettacolo teatrale che andrà in scena oggi alle ore 17, Parco fluviale viale del Basento.

«La nostra associazione – ha spiegato Faggiano – ha voluto evidenziare con un linguaggio diverso i valori del Santo patrono che, oltre ad essere uomo accogliente, accettava la diversità non solo culturale, politica, religiosa, ma anche di estrazione sociale. Insieme alla responsabile dello sportello Diapason, Marianna Losasso, al regista dello spettacolo e presidente dell’associazione Ameno, Giovanni Pelliccia, al presidente della Fondazione Madre Teresa di Calcutta e responsabile della Casa di accoglienza Don Tonino Bello, don Gilberto Cignarale, e al preside, ai docenti e gli studenti dell’istituto Pier Paolo Pasolini impegnati in un percorso di alternanza scuola – lavoro dal titolo A scuola di inclusione, abbiamo realizzato un momento di condivisione che vuole presentare a cittadinanza e visitatori i valori di San Gerardo che condividiamo appieno. Abbiamo scelto come location della rappresentazione teatrale il ponte Musmeci come metafora tangibile di pace perché, in primis, il nostro Papa Francesco ci ha detto di costruire ponti e non alzare muri, e perché non si può costruire un ponte senza incontrare Dio e non si può avere legami con Dio ignorando gli altri. Va detto, inoltre, che il ponte della nostra città quest’anno festeggia i suoi 43 anni, la prima opera di architettura contemporanea italiana di interesse nazionale e rilevante nel mondo a cui è stata riconosciuta la valenza di bene culturale prima ancora che il nuovo codice dei beni culturali entrasse in vigore nel 2004».

Aprire alle differenze come fece San Gerardo che «ricacciò» i turchi non per scacciarli, ma per rimandarli nella propria terra. «La parola chiave – ha sottolineato Marianna Losasso – è proprio ricacciare, ai potentini non è ben chiaro che Gerardo li ha riportati verso la loro terra». «Come Fondazione Madre Teresa di Calcutta – ha detto don Gilberto Cignarale – siamo felici di aver partecipato a questo lavoro sinergico perché, come ha spiegato Marianna, la forza di San Gerardo è stata proprio quella non di cacciare ma di aiutare, attraverso un percorso umano e spirituale, i turchi a riprendere la via del ritorno a casa dicendo loro che «la felicità non è in terra straniera ma è a casa propria». Dunque, riappropriarsi del proprio vissuto che è ciò che fa la Fondazione come opera rieducativa attraverso la Casa di accoglienza Don Tonino Bello».

Una performance teatrale in atto unico ad ingresso gratuito, con regia e sceneggiatura di Giovanni Pelliccia, che vede in scena il regista nel ruolo di Davide, Lucia Sabia (Gerardina), il musicista e poeta Gabriele Russillo, Vito Oliveto (Francesco), Giulia Delicato (Lella), la voce finale di Isabella Urbano e la testimonianza diretta di Gaby Awikeh. «La bellezza di questo spettacolo – ha spiegato il regista – è che scopriremo le storie alla fine, quella di Gaby è l’unica storia vera che si mescola alle altre quattro e tutti insieme saliranno sulla nave dei poveri cristi.

Realtà e finzione che si unisco perché lui è sulla nave con noi, noi siamo sulla nave con lui, ma in realtà tutto il mondo è su questa nave con speranze e storie da raccontare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725