Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 18:46

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
AnalisiL'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
LecceNel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

indennizzo

Per il petrolio la Basilicata incassa un benefit dall’Eni

Dopo anni di attesa il governo Pittella fa valere una clausola degli accordi del ‘98 e riesce ad ottenere 39 milioni

val d'Agri

POTENZA - Alla fine ci sono riusciti. Dopo anni di attesa, dopo battaglie a suon di procedure e cavilli, il governo regionale riesce a far valere una clausola degli accordi del 1998 riuscendo ad ottenere da Eni 39 milioni di euro. Fondi aggiuntivi, soldi in più considerati fondamentali in un momento in cui bisogna fare i conti della massaia per far quadrare il bilancio. Oltre alle royalty già previste, dunque, la Regione incassa una indennità di 39 milioni di euro. Fondi che saranno utilizzati per la formazione di giovani e per controlli ambientali che verranno effettuati nella zona della Val d’Agri.

La cifra è contenuta in un protocollo d’intesa riservato, firmato nei giorni scorsi, dai vertici del governo regionale e della compagnia e si riferiscono a due annualità. Un protocollo frutto di una lunga trattativa, considerato che nonostante siano previsti dagli accordi gli ultimi stanziamenti ottenuti in base a quella clausola sono antecedenti al 2014 e furono di appena 19 milioni di euro. Ora, invece, il governo Pittella incassa 39 milioni in più che seppure inseriti nel bilancio (che dovrà essere approvato dal Consiglio regionale nei prossimi giorni) avranno una destinazione d’uso ben definita ossia borse di studio per giovani lucani e monitoraggio ambientale. Insomma, serviranno per i controlli sul territorio e per aiutare i giovani lucani.

Ma se la Regione fa suo il primo round con la compagnia petrolifera, sul fronte delle compensazioni ambientali, resta da capire come finirà, invece, la trattativa riservata sull’indennizzo per il danno d’immagine relativo allo sversamento di greggio dal Cova di Viggiano. La società petrolifera sarebbe disposta a trattare ma sulla cifra e sulle motivazioni - dal punto di vista legale - c’è ancora da lavorare. Anche se - secondo indiscrezioni - non si potrebbe partire da meno di 39 milioni di euro (rispetto ai 100 chiesti dalla Regione) cifra che il governo regionale avrebbe incassato se non ci fosse stato lo stop del Cova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400