Sabato 24 Ottobre 2020 | 08:12

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'omicidio
Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer in un romanzo dal titolo «Vendetta»

Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer e in un romanzo dal titolo «Vendetta»

 
BariLa denuncia
Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

 
HomeL'inchiesta
Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

 
FoggiaIl caso
Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

 
BatL'evento
DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

 
PotenzaIn Basilicata
Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

LA PRIMA PAGINA STORICA

1919, Mezzogiorno alle urne col «proporzionale»

L'iniziativa: le edizioni storiche per i 130 anni de «La Gazzetta del Mezzogiorno»

1919, Mezzogiorno alle urne col «proporzionale»

Ecco la prima pagina del «Corriere delle Puglie», fondato appunto nel 1887, sulla quale campeggia l’appello al voto delle elezioni politiche del 16 novembre 1919, le in Italia a fare uso di una legge elettorale proporzionale. Alle elezioni nessun partito riuscì a presentarsi in tutti i 54 collegi in cui era divisa l’Italia, tranne il Partito Socialista Italiano e il Partito Popolare Italiano. I risultati videro il Partito Socialista Italiano al 32,28 per cento e 156 seggi su 108, il Partito Popolare Italiano al 20 per cento e 100 seggi, i Liberali, democratici e radicali al 15,91 per cento e 96 seggi, il Partito democratico al 10,95 per cento e 60 seggi, il Partito liberale all'8.63 per cento e 41 seggi, il Partito dei combattenti al 4,1 e 20 seggi.

Clicca qui per vedere le altre Pagine Storiche Gazzetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie