Lunedì 30 Marzo 2020 | 18:21

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLieto fine
Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

 
Puglia con le stelletteEMERGENZA CORONAVIRUS
Brindisi, controllo del territoriomobilitati i militari del San Marco

Brindisi, controllo del territorio: mobilitati i militari del San Marco

 
Homeemergenza coronavirus
Soleto, focolaio contagio in casa di riposo: altri 2 anziani morti

Soleto, focolaio in casa di riposo: altri 2 anziani contagiati morti

 
TarantoControlli della polizia
Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

 
Materaspeculazione
Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

 
Bariemergenza coronavirus
Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 

i più letti

LA PRIMA PAGINA STORICA

1919, Mezzogiorno alle urne col «proporzionale»

L'iniziativa: le edizioni storiche per i 130 anni de «La Gazzetta del Mezzogiorno»

1919, Mezzogiorno alle urne col «proporzionale»

Ecco la prima pagina del «Corriere delle Puglie», fondato appunto nel 1887, sulla quale campeggia l’appello al voto delle elezioni politiche del 16 novembre 1919, le in Italia a fare uso di una legge elettorale proporzionale. Alle elezioni nessun partito riuscì a presentarsi in tutti i 54 collegi in cui era divisa l’Italia, tranne il Partito Socialista Italiano e il Partito Popolare Italiano. I risultati videro il Partito Socialista Italiano al 32,28 per cento e 156 seggi su 108, il Partito Popolare Italiano al 20 per cento e 100 seggi, i Liberali, democratici e radicali al 15,91 per cento e 96 seggi, il Partito democratico al 10,95 per cento e 60 seggi, il Partito liberale all'8.63 per cento e 41 seggi, il Partito dei combattenti al 4,1 e 20 seggi.

Clicca qui per vedere le altre Pagine Storiche Gazzetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie