Giovedì 28 Gennaio 2021 | 07:06

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
L'iniziativa
Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

 
Il caso
Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti

Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti»

 
Amici a 4 zampe
Locorotondo, niente Tari da pagare per chi adotta un cane

Locorotondo, niente Tari da pagare per chi adotta un cane

 
SHOAH
Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

 
La curiosità
Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

 
Il personaggio
Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

 
La novità
Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

 
Il personaggio
Michele Salomone: «Con il microfono sconfissi la balbuzie e divenni la voce del Bari»

Michele Salomone: «Con il microfono sconfissi la balbuzie e divenni la voce del Bari»

 
la polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Letteratura

Mishima, una vita ribelle tra letteratura, bellezza e patriottismo

Saggi e inediti dello scrittore giapponese a 50 anni dalla morte

Mishima, una vita ribelle tra letteratura, bellezza e patriottismo

Gioventù, bellezza e morte: questi sono i temi che caratterizzano gli scritti di Mishima»: la sintesi è di Henry Miller, scrittore anticonformista, ammiratore dell’artista giapponese, scomparso il 25 novembre del 1970. Si suicidò con una liturgia che richiamava il Giappone arcaico, con il rito del Seppuku, dopo aver inscenato una sorta di colpo di stato nel ministero della Difesa.

La sua morte fu accolta dai media italiani come un atto estremo, incompreso: da qui fu catalogato come un autore nazionalista e divenne una icona dei giovani di destra. Solo Alberto Moravia provò ad approcciarsi senza pregiudizi alla sua arte integrale. L’autore de Gli indifferenti, incontrò Mishima a Tokyo, nel 1969. La conversazione divenne l’introduzione della raccolta dell’autore nipponico Morte di mezza estate e altri racconti (Longanesi). Dialogarono su molti temi: «“È stato in America?”. “Sì. Preferisco l'Europa”. “Vero che lei ha tradotto dal francese ‘Il martirio di San Sebastiano di Gabriele d'Annunzio'?”. “Sì, è vero. D'Annunzio era un grande scrittore”. “Lei ha ricevuto un'educazione tradizionale, non è così?”. “Sì, sono stato allevato alla maniera dei samurai”. “Le piace il Giappone moderno?”. “Mi piace il Giappone tradizionale. Non sono uno scrittore rivoluzionario, di avanguardia. Sono quello che sono”».

Mishima ha una produzione sterminata tra romanzi, poesie, teatro e cinema. Aveva una visione organica dell’esistenza: «Un giorno decisi di incominciare a coltivare alacremente il mio orto. Usai sole e acciaio. I raggi impeccabili del sole, uniti all’acciaio dell’aratro e della zappa, furono gli elementi principali della mia coltivazione» (Sole e Acciaio, Tea). Amava i costumi occidentali, ammirava la fisicità della cultura classica greca, rimpiangeva la rigida disciplina che forgiava i samurai, e non si riconosceva nel Giappone sconfitto dalla seconda guerra mondiale e umiliato dalla ferocia di Hiroshima.
Era come una “rockstar”: rivendicava il diritto di un intellettuale di andare contro lo spirito del tempo.

A cinquant’anni dalla morte i suoi romanzi sono editi in Italia da Feltrinelli e Se: imperdibile la rilettura de Le confessioni di una maschera, ma soprattutto Il padiglione d’oro, ambientato nel l’incantevole complesso monastico di Kinkaku-ji, a Kyoto. Nelle ultime settimane sono stati pubblicati in Italia i saggi «Mishima martire della bellezza» di Alex Pietrogiacomi (Alcatraz, pp. 160, euro 12); «Yukio Mishima. Enigma in cinque atti» dello storico Danilo Breschi (Luni, pp. 258, euro 20). Più eretica l’interpretazione del libro Mishima, acciaio sole ed estetica (Il Cinabro) di Riccardo Rosati. Idrovalente ha pubblicato invece una raccolta di saggi inediti, La difesa della cultura.

Mishima, per difendere le sue idee non conosceva la concezione della paura. Il 13 maggio 1969, come un autentico titano letterario sfidò la giungla accademica, confrontandosi in una assemblea (di cui è stato ritrovato il video) con oltre mille studenti del movimento studentesco di sinistra, al fine di riconnetterli con l’anima della propria nazione.
Il più occidentale degli autori giapponesi è stata un «esteta armato», come Berto Ricci, Gabriele d’Annunzio, Eduard Limonov. «Fu - scrive ancora Miller - un patriota nel senso più autentico del termine. Amava la sua terra al punto da essere pronto a sacrificare ogni cosa per salvarla». Quale intellettuale di grido del nostro Occidente avrebbero lo stesso slancio nel difendere la propria visione del mondo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie