Domenica 29 Novembre 2020 | 15:20

NEWS DALLA SEZIONE

Oltreoceano
San Nicholas: a New York è conto alla rovescia per la chiesa nel cuore di Manhattan

San Nicholas: a New York è conto alla rovescia per la chiesa nel cuore di Manhattan

 
La storia
«Quella volta in cui mi finsi giornalista per incontrare Maradona»

«Quella volta in cui mi finsi giornalista per incontrare Maradona»

 
Ha 27 anni
Da Mola a Oxford per la filosofia: la storia del ricercatore Giuseppe Colonna

Da Mola a Oxford per la filosofia: la storia del ricercatore Giuseppe Colonna

 
Fiocchi rosa
Brindisi, doppio lieto evento: sorelle partoriscono a un'ora di distanza al Perrino, ospedale Covid

Brindisi, doppio lieto evento: sorelle partoriscono a un'ora di distanza al Perrino, ospedale Covid

 
La novità
Ecco una «app» per visitare il Museo di Altamura: il tour virtuale

Ecco una «app» per visitare il Museo di Altamura: il tour virtuale

 
Il video
Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

 
L'iniziativa
Parco dell'Alta Murgia: via il progetto per proteggere api e farfalle

Parco dell'Alta Murgia: al via il progetto per proteggere api e farfalle

 
L'iniziativa
Cerignola, arriva sul mercato la «salsa» prodotta nel ghetto

Cerignola, arriva sul mercato la «salsa» prodotta nel ghetto

 
Il progetto
Un lucano in Bulgaria sta realizzando una mascherina a prova di Covid

Un lucano in Bulgaria sta realizzando una mascherina a prova di Covid

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, ma Bari non ha paura»

Auteri sfida un passato importante: «Catanzaro forte, ma Bari non ha paura»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'appello di una 30enne
Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

Covid, Giulia dall'ospedale di Taranto: «Aiutatemi, ho bisogno del plasma»

 
Bariemergenza Covid
Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi postazione

Mola di Bari, pronta postazione «drive in» per eseguire tamponi rapidi

 
Lecceil giallo
Racale, bimbo scomparso 43 anni fa: «Un uomo coi baffi portò via Mauro»

Racale, bimbo scomparso 43 anni fa: «Un uomo coi baffi portò via Mauro»

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Bovino, agricoltore 71enne muore schiacciato dal muletto

Bovino, agricoltore 71enne muore schiacciato dal muletto

 
Brindisinel Brindisino
S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

S.Pancrazio, parroco antidroga accerchiato e insultato: «Denuncio chi bestemmia»

 
BatEffetto-pandemia
Trani, le nozze civili sono in streaming per gli invitati virtuali

Trani, le nozze civili sono in streaming per gli invitati virtuali

 
MateraNel Materano
Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

 

i più letti

#discoveringvalleditria

«Turismo 4.0»: giovane pugliese vince primo premio «Business Intergenerational Game»

Videogame, social e premi in un unico progetto che coinvolge i viaggiatori più giovani

«Turismo 4.0» made in Puglia: giovane pugliese vince primo premio «Business Intergenerational Game»

Videogame, social e premi per attirare i giovani turisti alla scoperta delle bellezze più riposte della Valle d’Itria. Questo il brillante «mix» con cui la pugliese Maria Grazia Cito ha vinto il primo premio Business Intergenerational Game (Big).

Laureata in Progettazione e Management dei Sistemi Turistici e Culturali presso il DEMDI dell’Università di Bari (coordinatore del corso è il prof. Vito Roberto Santamato), la Cito ha sbaragliato un’agguerrita concorrenza. Come spiega un comunicato dell’Ateneo, «il “Big You Up” è un contest nazionale dedicato ai giovani che vogliono cambiare il mondo del turismo, organizzato dal Centro di formazione management del terziario, con il patrocinio di Best Western, Alpitour World e Gruppo Gattinoni».

Alla competizione - dice l’Ateneo - hanno partecipato 125 giovani laureandi e laureati provenienti dalle migliori Università del Paese, con l’obiettivo di proporre un progetto innovativo per migliorare, ridisegnare e reinventare la customer experience nel turismo giovanile. E la giuria era composta da professionisti del calibro di Flaminia Santarelli (dg del Turismo al Mibact) e Giorgio Palmucci (presidente dell’Enit).

«Il progetto #discoveringvalleditria - dice Maria Grazia Cito - punta a valorizzare le zone rurali della Valle d’Itria, ancora poco fruite dai turisti, attraverso un gioco. Una sorta di caccia al tesoro, di geocaching, in cui gli utenti devono risolvere indovinelli e sciarade per trovare tesori. In questo caso il geocaching permette di scoprire gli elementi caratteristici del territorio, dalla cappella votiva all’ulivo centenario. Procedendo nel gioco, l’utente scopre una serie di informazioni e, raggiungendo i vari livelli, può vincere premi che consistono in servizi turistici prettamente legati al territorio, come degustazioni o una cena, un pernottamento, sconti particolari».

La gamification, la ludicizzazione, applicata al settore turistico è già una realtà di successo in alcune regioni italiane (soprattutto in Toscana) e conta vari esperimenti in campo museale (come al Marta di Taranto), «ma - dice la Cito - nessuno aveva mai pensato alla Puglia. Il progetto è stato apprezzato dalla giuria anche perché sfrutta un asset già presente sul territorio, ovvero la cartoguida realizzata dal GAL Valle d’Itria, in cui sono indicati tutti gli itinerari percorribili a piedi o in bici nei territorio di Cisternino, Locorotondo e Martina Franca. Questa, che è solo in formato cartaceo, risulta essere di difficile fruizione per i turisti, pertanto il mio progetto parte dalla digitalizzazione di questa mappa (sotto forma di App) a cui viene aggiunta la modalità "GIOCO", ovvero la caccia al tesoro digitale. Inoltre, Istagram è fondamentale perché una delle regole del gioco è che gli utenti che scoprono il tesoro devono pubblicare la foto dell’“obiettivo” su Istagram con l’hastag #discoveringvalleditria»
Cito spiega che il premio le ha permesso di mettere all’incasso un «assegno di 5mila euro da spendere in attività di consulenza e formazione per la realizzazione del progetto». Le forniranno gli «utensili», le competenze, poi spetterà ai territori comprendere l’importanza di scommettere sul turismo 4.0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie