Martedì 27 Ottobre 2020 | 08:34

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
Il safe tracer
L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

 
La novità
Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

 
L'evento
World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

 
La novità
Nardò, ecco gli idrovolanti per arrivare a Corfù: c'è l'ok della Sovrintendenza

Nardò, ecco gli idrovolanti per arrivare a Corfù: c'è l'ok della Sovrintendenza

 
La sentenza
Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

 
Cinema
Ecco il trailer del film «La vita davanti a sé»: il film con Sophia Loren girato a Bari

L'emozione di Decaro per il trailer del film della Loren girato a Bari

 
il riconoscimento
Lecce, FS Italiane si dotano di cardioprotezione smart: Tecatech premiato a Smau 2020

Lecce, FS si dotano di cardioprotezione smart: premiato a Smau 2020

 
Innovazione
Nasce il treno-ospedale «made in Mola»: a bordo poliambulatorio e terapia intensiva

Nasce il treno-ospedale «made in Mola»: a bordo poliambulatorio e terapia intensiva

 
La novità
Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL’operazione
Bari, blitz dei Ros smantella organizzazione mafiosa: 48 misure cautelari

Bari, smantellata organizzazione mafiosa in blitz Ros: 48 misure cautelari

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Territorio è risorsa

L’identità di Puglia parte dai beni culturali: dagli «Exultet» alla «Gazzetta»

Tutela della cultura, riqualificazione, patrimoni da difendere: per Annalisa Rossi, instancabile Soprintendente Archivistico e Bibliografico di Puglia, Basilicata e Lombardia, di lavoro ce n’è sicuramente tanto

L’identità di Puglia parte dai beni culturali: dagli «Exultet» alla «Gazzetta»

BARI - Identità, territorio, tutela della cultura, riqualificazione, patrimoni da difendere. Per un Soprintendente Archivistico e Bibliografico sono concetti cardine, con obiettivi e compiti che richiedono notevoli energie da profondere. E per Annalisa Rossi, instancabile Soprintendente Archivistico e Bibliografico di Puglia, Basilicata e Lombardia, di lavoro ce n’è sicuramente tanto.

«In Puglia mi sono insediata l’1 aprile di quest’anno, in pieno lockdown - spiega - con tutte le difficoltà che si possono immaginare. Ma sono felice di lavorare per la mia terra». Per il Soprintendente Rossi, nata a Turi (Bari), i primi obiettivi sono già centrati in pieno. Come quello del ritorno a Bari, nel Museo Diocesano, delle quattro storiche pergamene liturgiche (tre «Exultet» e un «Benedizionale», datati XI-XIII secolo), dopo il restauro condotto dall’Istituto Centrale per il Restauro di Roma (Icrcpal). Di rotoli simili, in tutto il mondo, se ne contano appena una trentina. E uniscono modi espressivi diversi, come la scrittura dell’epoca, le illustrazioni e i segni musicali.

«Si tratta di fonti scritte (e non solo) molto simboliche -afferma il Soprintendente - con una valenza sintetica e figurale enorme. Esprimono uno scenario religioso, ma anche politico, ideale, ideologico, finanche militare, del tempo. Sono una testimonianza di quanto una fonte scritta, all’epoca, potesse servire per segnare la propria presenza fisica in un luogo. La narrazione e la struttura identitaria di un territorio è tutta nelle fonti: mettere in rete dunque un documento come l’Exultet, con tutto il patrimonio artistico, librario e museale della Basilica e della città nicolaiana, restituisce il valore di una visione strategica fondamentale».
Ieri per i Dialoghi di Trani, Rossi è intervenuta insieme a Nicola Lagioia, Massimo Bray e Pietro Del Soldà su un argomento molto spinoso e attuale: ossia come gestire la crisi del mondo culturale in tutta Europa, generata dalla pandemia.


«Come rappresentante istituzionale sento di avere una responsabilità molto forte. La mappa del fabbisogno e la conoscenza reale di dove sia necessario intervenire, per consentire a tutti di accedere al patrimonio, ce l’abbiamo innanzitutto noi che ci occupiamo di tutela del bene culturale. Il patrimonio italiano è molto diverso dal resto d’Europa o del mondo: nel nostro Paese ci inciampiamo quando camminiamo, per fare un esempio. E poi dobbiamo partire dalla consapevolezza che il patrimonio non genera Pil se lo consumi, ma se lo mantieni per le persone che ne usufruiscono».
A proposito di tutela, grazie a lei l’archivio e il marchio della «Gazzetta del Mezzogiorno» sono diventati ufficialmente patrimonio di interesse storico.

«Questo della Gazzetta può diventare un modello anche per altre realtà italiane importanti. Penso al “Corriere della Sera”, anche. È stato un tassello a cui tenevo in particolare: è un provvedimento che rende inscindibile il valore simbolico della testata e di tutte le sue parti. La voce narrante di un territorio è un valore assoluto, ecco perché un marchio storico come questo andava salvaguardato al più presto».
L’atto deliberativo della Rossi, al termine di una lunga ricognizione nella sede centrale e nelle sedi periferiche della Gazzetta, costituisce un motivo di orgoglio e di soddisfazione per tutti coloro che nel corso di 133 anni hanno contribuito a fare del nostro giornale il principale quotidiano di Puglia e Basilicata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie