Sabato 25 Settembre 2021 | 03:04

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

a policoro

In cura per un mal di gola
muore rientrando
dal Pronto soccorso

ospedale di Policoro

L'ospedale di Policoro

di FILIPPO MELE

POLICORO - «La famiglia vuole sapere perché nel 2017 si possa morire per un ascesso tonsillare». Lo ha detto alla Gazzetta l’avvocato Livia Lauria incaricata di presentare alla magistratura, per il tramite delle forze dell’ordine, una denuncia-querela al fine di accertare le cause del decesso di Luisa Delli Carri, 53 anni, del posto, madre di due figli, avvenuto nella tarda serata di sabato scorso nel Pronto soccorso dell’ospedale Giovanni Paolo II. E ciò al fine di accertare se vi siano state responsabilità al fine di perseguirle nei termini di legge.
Sarà l’autopsia, dunque, a chiarire le cause di una morte che, al momento, appare inspiegabile. Tanto che l’esame autoptico era stato richiesto anche dal medico in servizio nel Pronto soccorso quando i parenti hanno accompagnato la donna, priva di sensi, al servizio di urgenza dell’ospedale cittadino. La stessa Azienda sanitaria di Matera ha diffuso un comunicato in cui vengono spiegati i vari passaggi che hanno portato al decesso.

«La Asm informa – si legge nel documento – che sabato sera è giunta al Pronto soccorso dell’ospedale di Policoro con mezzi propri una donna 53 anni in arresto cardiaco. La paziente in precedenza, nella serata del 9 marzo, era stata già ricoverata nello stesso Pronto soccorso per mal di gola dovuto ad un ascesso tonsillare e riferita astenia. La signora è stata tenuta in osservazione breve intensiva per tutta la serata del giorno 9, la notte successiva e la mattinata del 10 marzo. Nel corso della permanenza in Pronto soccorso è stata costantemente monitorata sul piano cardiologico e neurologico e aveva effettuato tac cranio, visita cardiologica, e sottoposta ad esami enzimatici cardiaci. Nella mattinata del 10 marzo, l’otorinolaringoiatra di turno, ha effetto l’incisione e lo svuotamento dell’ascesso tonsillare e con terapia antibiotica la paziente è stata dimessa. Nella serata di sabato la signora si è ripresentata in arresto cardiaco al Pronto soccorso dove sono state praticate tutte le manovre rianimatorie di rito. La direzione sanitaria ospedaliera, in persona del direttore Gaetano Annese, pertanto, ha comunicato che il medico del Pronto soccorso di Policoro, pur essendo stati rispettati i protocolli del caso, al fine di comprendere le cause del decesso, ha ritenuto di disporre l’esame autoptico». Esame che, dopo la denuncia dei familiari, sarà disposto dalla magistratura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie