Giovedì 24 Giugno 2021 | 04:56

NEWS DALLA SEZIONE

Covid
Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

 
Sport
Hockey, titolo italiano alle ragazze della Roller Matera

Hockey, titolo italiano alle ragazze della Roller Matera

 
Il caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
Covid
Basilicata, solo 40 i nuovi positivi

Basilicata, solo 40 i nuovi positivi

 
Ambiente
Matera, riattivata un'antica cisterna

Matera, riattivata un'antica cisterna

 
covid
La Basilicata è tornata in zona bianca

La Basilicata è tornata in zona bianca

 
tradizioni e pandemia
Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

 
L'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 
Il caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
Il caso
Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'incidente
Foggia, scontro tra due auto in viale Kennedy: ci sarebbero dei feriti

Foggia, scontro tra due auto in viale Kennedy: ci sarebbero dei feriti

 
TarantoLa protesta
Ex Ilva, sit-in degli ambientalisti, sulle t-shirt lo slogan: «I bimbi Taranto vogliono vivere»

Ex Ilva, sit-in degli ambientalisti, sulle t-shirt lo slogan: «I bimbi Taranto vogliono vivere». Sindacati: «Cig non idonea, presidio il 2 luglio»

 
Bari
Terlizzi, aggredì un vigile dopo la multa: commerciante ai domiciliari

Terlizzi, aggredì un vigile dopo la multa: commerciante ai domiciliari

 
PotenzaIl blitz
Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

Vietri di Potenza, in casa munizioni, pistola e fucile: un arresto

 
PotenzaCovid
Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

Basilicata, 13 positivi su 684 tamponi analizzati

 
BrindisiTesori dimenticati
«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

«Il castello di Oria va restituito alla comunità»

 
LecceAttentato
Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

Galatone, bomba carta danneggia un'abitazione disabitata

 

i più letti

Tragedia sul lavoro

Schiacciato da 14 quintali di mangimi: operaio di Montalbano Jonico muore a Parma Lutto cittadino

Si chiamava Andrea Recchia, aveva 37 anni, ed era originario di Montalbano Jonico (Matera)

Un contenitore dal peso di diversi quintali (almeno 14) pieno di mangime per animali lo avrebbe colpito in pieno, schiacciandolo ed uccidendolo all’istante. È, secondo una prima ricostruzione, la dinamica di un incidente sul lavoro avvenuto ieri sera, intorno alle 21.30, costato la vita a un operaio originario della Basilicata. L’incidente è avvenuto in un’azienda di mangimi di Sorbolo, comune della bassa parmense. Oltre ai mezzi del 118 sono intervenuti i carabinieri e la medicina del lavoro che hanno messo sotto sequestro l’area. L'uomo si chiamava Andrea Recchia, aveva 37 anni, ed era originario di Montalbano Jonico (Matera).

«Un ragazzo simpatico e solare, così lo ricorderemo». Lo ha scritto, in un post su Facebook, Piero Marrese, sindaco di Montalbano Jonico (Matera), cittadina lucana di cui era originario Andrea Recchia, l’operaio morto ieri a Sorbolo (Parma) dopo essere stato schiacciato da un contenitore di mangimi per animali.
«Esprimo - ha aggiunto il primo cittadino - la mia vicinanza e quella di tutta la comunità montalbanese alla famiglia Recchia per l’improvvisa quanto inaspettata perdita di Andrea a causa di un incidente sul luogo di lavoro. Purtroppo il momento che stiamo attraversando non consente di stare vicini fisicamente alla famiglia, pertanto - ha concluso - lo faremo attraverso i nostri pensieri e le nostre intenzioni personali».

«Sono notizie che lasciano tanto sgomento. È l’ennesima tragedia sul lavoro. Una giovane vita spezzata, ieri sera, in una attività alle porte del paese». È il commento del sindaco di Sorbolo Mezzani, Nicola Cesari, che ieri sera si è recato personalmente sul luogo della tragedia che è costata la vita ad un operaio di 37 anni originario della Basilicata. «Siamo vicini ai familiari in questa terribile vicenda».

LUTTO CITTADINO NEL COMUNE LUCANO - In occasione dei funerali - in data ancora da stabilire - di Andrea Recchia, l’operaio di 37 anni morto due giorni fa a Sorbolo (Parma), dopo essere stato schiacciato da 14 quintali di mangime per animali, a Montalbano Jonico (Matera) sua città di origine, sarà proclamato il lutto cittadino. Lo ha annunciato il sindaco, Piero Marrese.
«Noi tutti - ha scritto Marrese in un post su Facebook - siamo scossi e turbati per questi eventi drammatici che portano dolore e sofferenza, soprattutto ai familiari che piangono i loro cari. Invito - ha concluso il sindaco - tutti, cittadini, istituzioni, forze politiche, sociali e produttive di Montalbano a osservare un minuto di silenzio nel giorno del funerale di Andrea, per esprimere vicinanza alla madre, al padre, alla sorella, alla sua fidanzata e i suoi cari familiari». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie