Domenica 25 Luglio 2021 | 21:21

NEWS DALLA SEZIONE

economia
Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

 
covid
Basilicata, dilaga la variante Delta

Basilicata, dilaga la variante Delta

 
L'accordo
Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

 
Gli ultimi dati
Basilicata, 27 tamponi positivi su 800 esaminati

Basilicata, 27 tamponi positivi su 800 esaminati

 
Dopo 20 anni
Potenza: corso di formazione per aumentare medici del 118

Potenza: corso di formazione per aumentare medici del 118

 
Casa Cava
Danzasia, l'evento tra essenza e memoria nei Sassi di Matera

Danzasia, l'evento tra essenza e memoria nei Sassi di Matera

 
Effettuate 5.800 vaccinazioni
Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

 
covid
Basilicata, 29 positivi su 567 tamponi esaminati

Basilicata, 29 positivi su 567 tamponi esaminati

 
Il caso
Matera, tentano estorsione e picchiano giovane: in 2 finiscono ai domiciliari

Matera, tentano estorsione e picchiano giovane: in 2 finiscono ai domiciliari

 
covid
A Bernalda dal 26 luglio campagna vaccinale straordinaria

A Bernalda dal 26 luglio campagna vaccinale straordinaria

 

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceblitz della polizia
Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

 
Foggial'episodio
Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

 
Materaeconomia
Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

 
Baril'emergenza
Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

 
Brindisisangue sulle strade
Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

 
Potenzacovid
Basilicata, dilaga la variante Delta

Basilicata, dilaga la variante Delta

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 

i più letti

Il punto

Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

I problemi si sommano e restano tanti i nodi da sciogliere

Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

foto Genovese

La querelle sulla Biblioteca provinciale “Stigliani” non sembra giungere a una conclusione. Persistono le problematiche relative al personale, alla struttura e alle funzioni organizzative che, di fatto, condizionano il servizio del contenitore culturale. Un nodo che, ancora oggi, appare lontano da sciogliersi, stando anche alla luce di quanto denunciano le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil di Matera e l’associazione “Amici della Biblioteca ‘T. Stigliani’”. E definiscono una “incomprensibile disattenzione” quella che, a loro dire, mostrerebbe l’Ente Regione. In particolare, evidenziano “l’atteggiamento dimostrato dal presidente della IV Commissione Consiliare, per aver disatteso completamente la richiesta di Audizione presentata il 9 dicembre 2019 che ancora oggi non è stata presa in considerazione sia pure nelle condizioni di limitatezza imposte dalle norme di sicurezza per il Covid”.
C’è necessità, oltre che urgenza, a discutere sulla situazione, come sottoscrivono in una articolata nota i sindacalisti Eustachio Nicoletti (Cgil), Giuseppe Amatulli (Cisl) e Bruno Di Cuia (Uil).

«Ci continuiamo a chiedere come mai, dal punto di vista istituzionale, non si mostri attenzione su un problema delicato com’è quello che investe la Biblioteca “Stigliani”, che è una emergenza culturale importante anche alla luce, e in prosieguo, di ciò che ha rappresentato Matera Capitale europea della Cultura per il 2019 – afferma Eustachio Nicoletti –. Perché la Regione non interviene, pur avendo, come istituzione, competenza suller problematiche relative al personale? Una biblioteca, perché si possa consultare i volumi, ordinarli, catalogarli, ha bisogno di disporre di personale. Una buona parte è andata in pensione e non è stato assolutamente risolta la situazione con un sostituzioni e avvicendamenti. Si riscontra un problema numerico ma anche uno di qualificazione poiché le biblioteche si organizzano con i bibliotecari, con una direzione qualificata. La Regione ha le competenze a proposito e, quindi, deve intervenire».


Per quanto riguarda i problemi strutturali e di manutenzione dell’edificio monumentale, ex Convento dell’Annunziata, sede della Biblioteca, nel documento siglato dalle tra sigle sindacali si evidenzia come la Provincia deve far fronte solo con l’erogazione di fondi annuali del bilancio regionale. “Della somma di 1,5 milioni di euro richiesti dalla Provincia – si legge nella nota – solo 300mila sono stati trasferiti dalla Giunta regionale e non ancora spesi, ancorché risultano gravemente insufficienti per affrontare la precaria situazione” per interventi che riguardano infiltrazioni di acqua da tetti e lucernari e sulla sicurezza di lavoratori, utenti oltre che di salvaguardia del patrimonio librario e documentale.

Il segretario generale Cgil Matera, poi, afferma che «a questi problemi, si aggiungano altri aspetti legati all’utilizzo improprio di altri spazi delle struttura. Si pensi alla mediateca: è stata consegnata all'Apt per realizzare il “BAsilicata Open Space”. Ciò ha eliminato il progetto iniziale, e cioè quello che coniugava la biblioteca alla mediateca in un discorso multimediale. Questo avrebbe sicuramente facilitato l’usufruire di tutto il patrimonio librario che, ricordiamo, è di 200mila volumi. In più, ci sono delle sezioni con la documentazione che vengono, ad esempio, dalla “Biblioteca Sacco”, che devono essere catalogati e messi a disposizione. Per non dire, poi, di continuare a garantire il servizio per bambini “Nati per leggere”, di grande rilevanza socioeducativa». In somma, «la biblioteca ha bisogno di altri spazi, non c’è bisogno di toglierli. Da questo punto di vista è necessario, pertanto, che la Regione dica di tutto questo patrimonio culturale che cosa ne vuole fare. E, quindi, il motivo per cui l’audizione non è stata presa in considerazione. Noi sindacati, stiamo prendendo questo atteggiamento come una scorrettezza istituzionale, da parte del presidente della IV Commissione consiliare. Ci appare come un disinteresse, una superficialità ma anche una pochezza politica rispetto al problema. Attendiamo risposte – conclude Nicoletti – e se queste non dovessero esserci, vorrà dire che rivendicheremo e denunceremo il tutto attraverso altre azioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie