Venerdì 24 Settembre 2021 | 05:16

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

BASILICATA

Pomarico, 8 mln di euro per la frana del 2019

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha firmato l’ordinanza dei fondi per gli interventi

Pomarico, 8 mln di euro per la frana del 2019

POMARICO - Frana di corso Vittorio Emanuele, arrivano 8,2 milioni di euro da Roma. Il capo della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, ha infatti firmato l’ordinanza con la quale si prevedono fondi per gli interventi urgenti di protezione civile “in conseguenza dell’eccezionale movimento franoso che il giorno 29 gennaio 2019 ha interessato il territorio del comune di Pomarico”.

Una buona notizia, dunque, che rende operativo il progetto di superamento della fase progettuale e, almeno in teoria, avvicina la comunità a una risoluzione della situazione, anche se le attività non potranno essere, per forza di cose, celerissime. Sapere, però, che i fondi sono stati sbloccati è ovviamente importante, anche dal punto di vista psicologico.

Il sindaco, Francesco Mancini, che ha diffuso la notizia della firma di Borrelli, ha anche ricordato che si è in una fase nella quale sta per essere “chiuso anche il prospetto della ricognizione del fabbisogno per quanto riguarda i danni ai privati e alle attività produttive e commerciali. Si tratta, tecnicamente, delle schede B2 e C2, già richieste agli interessati, in anticipo, nelle settimane precedenti”.

Adesso, però, inizierà una fase, che si spera breve, nel corso della quale verranno tracciate le linee dei lavori. “I prossimi giorni saranno da noi impegnati – ha proseguito Mancini - per le varie procedure tecniche. Subito dopo potranno avere inizio i lavori di rimozione delle macerie, della messa in sicurezza del versante di frana e del ripristino della viabilità di corso Vittorio Emanuele”. Va ricordato che la frana manifestò i suoi nefasti effetti il 25 gennaio del 2019, quando una parte di corso Vittorio Emanuele, in pieno centro storico, venne giù. La frana che colpì Pomarico interessò un’area distante non più di 100 metri dal Palazzo Marchesale e non lontana pure dal municipio.

Il fronte franoso cancellò oltre 300 metri di strada, inghiottendo tutto ciò che poteva nella sua corsa verso il basso. Quattro giorni più tardi, a sgomberi effettuati, alcuni immobili si sbriciolarono aumentando la gravità dello smottamento. Il bilancio finale fu di 90 unità immobiliari interessate, 18 crollate, 12 irrimediabilmente danneggiate e 65 sgomberate per precauzione. Le persone coinvolte furono 56, i nuclei familiari 26, ai quali si aggiunsero le 3 attività commerciali dovettero trasferirsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie