Sabato 15 Agosto 2020 | 05:58

NEWS DALLA SEZIONE

a 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
estate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
VANDALISMO
Matera, sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

Matera, sculture sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

 
Nel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 
La scoperta
Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

 
Il caso
Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

 
Covid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 
Verso il voto
Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

 
IMMIGRAZIONE
Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

 
INCURIA
Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
Brindisil'evento
Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

 
Foggiaestate
Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

 
Barimobilità
Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

 
Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 

i più letti

il caso

Matera, accusa il suo ex di aver tentato di ucciderla: donna denunciata per calunnia

Una messinscena con tanto di capelli tagliati con le forbici e vestiti forati ad arte per simulare l'aggressione

Matera, accusa il suo ex di aver tentato di ucciderla: donna denunciata per calunnia

Gli Agenti della Questura di Matera hanno concluso le indagini nei confronti di una donna materana di 38 anni accusata di calunnia per aver falsamente incolpato il suo ex compagno, 29enne materano, di averla aggredita e di aver tentato di ucciderla. Nei confronti dell’uomo, che nei mesi scorsi era stato indagato per tentato omicidio, è stata invece richiesta l’archiviazione.

È questa la conclusione di un’articolata attività di indagine svolta dalla Squadra Mobile di Matera. La donna aveva denunciato di essere stata vittima di un tentato omicidio da parte del proprio ex convivente. Riferiva di essere stata aggredita dall’ex subito dopo essere rientrata in casa, in cui l’uomo si era introdotto di nascosto; lui l’avrebbe colpita alle spalle, spinta di testa contro il muro strappandole dei capelli, e le avrebbe coperto il capo con una busta di plastica, col chiaro intento di soffocarla; avrebbe poi stretto la busta intorno alla gola, stringendola con un laccio. La donna sarebbe caduta a terra e, poco prima di perdere i sensi, sarebbe stata colpita con calci e pugni dal proprio aggressore. Sarebbe rimasta quindi in quella condizione per circa tre ore, fino a quando il padre, insospettitosi per la sua assenza, non la trovava riversa a terra esanime e la salvava, poco prima che sul posto giungesse il 118.

La dettagliata denuncia della donna, unita ad altre denunce per presunti altri episodi meno gravi di violenza commessi ai suoi danni dal suo ex convivente, obbligavano gli investigatori a denunciare l’uomo per tentato omicidio, violenza privata, minacce e lesioni. Lui però si dichiarava completamente estraneo alla vicenda, e aveva fornito una precisa ricostruzione dei suoi spostamenti nella serata del presunto tentato omicidio.

L’alibi fornito dall’uomo era riscontrato dai fatti. Ma c'era di più: la visione dell’impianto di videosorveglianza consentiva agli investigatori di capire che nel lasso di tempo in cui sarebbe avvenuta la presunta aggressione, nessuno era entrato o uscito dal
condominio della donna. Anche l’analisi dei tabulati del traffico telefonico e del contenuto degli smartphone dei due ex conviventi induceva a ritenere che la versione della donna non fosse veritiera

Sulla scena del crimine erano stati ritrovati dei capelli, che la donna aveva riferito esserle stati strappati durante l’aggressione dal suo ex compagno. Gli accertamenti di laboratorio hanno chiarito che invece erano stati tagliati nettamente con un paio di forbici. Anche la maglia indossata dalla presunta vittima al momento dei fatti, che la stessa affermava esserle stata strappata dall’uomo durante la colluttazione, presentava in realtà dei fori realizzati ad arte con uno spillone. Era ormai chiaro che la donna avesse posto in essere una vera e propria messinscena per incolpare il suo ex di aver tentato di ucciderla.

Il movente di questo assurdo gesto andrebbe ricercato nei rancori che la donna nutriva nei confronti del proprio ex compagno, dovuti alla burrascosa conclusione della loro relazione, che aveva comportato dissidi anche per motivi economici. La donna, che viene accusata di calunnia per aver falsamente incolpato il suo ex convivente pur sapendolo innocente, ha presentato richiesta di patteggiamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie