Sabato 15 Agosto 2020 | 00:14

NEWS DALLA SEZIONE

a 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
estate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
VANDALISMO
Matera, sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

Matera, sculture sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»

 
Nel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 
La scoperta
Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

 
Il caso
Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

 
Covid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 
Verso il voto
Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

Comunali Matera, si candidano Doria per 4 liste civiche e Sassone per il c.destra

 
IMMIGRAZIONE
Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

Ferrandina, i 19 migranti positivi destinati al «Celio» dopo la quarantena

 
INCURIA
Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

Metaponto, nel degrado il complesso scultoreo di Apollo e Dafne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa lido azzurro
Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

Taranto, paura in spiaggia: due ragazzini scomparsi, ritrovati da polizia locale

 
Brindisil'evento
Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

Fasano, il 22 agosto arriva Daniele Silvestri con «La cosa giusta» tour

 
Foggiaestate
Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

Troppe barche alle Tremiti, il sindaco: «Non tutti rispettano le regole»

 
Barimobilità
Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

Bari, furti e danni ai monopattini elettrici, Decaro: «Vi scoveremo»

 
Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 

i più letti

nel materano

Marconia, uccise nonno 91enne con coltellate e bastonate: arrestata nipote 26enne

L'uomo ucciso viveva da solo: fu ritrovato a gennaio in una pozza di sangue

Puglia, 4mila assunzioni per il 118

Ventisei coltellate e undici colpi di bastone: così lo scorso 7 gennaio - secondo gli investigatori - al culmine di una lite, Carmen Federica Lopatriello, di 26 anni, arrestata oggi dalla Polizia, ha ucciso il nonno Carlo Antonio Lopatriello, di 91. L’omicidio è avvenuto nell’abitazione dell’anziano, a Marconia di Pisticci (Matera). Alla donna è contestata anche l’aggravante di aver agito con crudeltà. Questioni economiche familiari rappresenterebbero il movente dell’omicidio.

Tracce di dna di Carmen Federica Lopatriello, di 26 anni, arrestata oggi dalla Polizia, sono state trovate sul bastone con il quale lo scorso 7 gennaio - secondo gli investigatori - avrebbe ucciso il nonno, Carlo Antonio Lopatriello, di 91, a Marconia di Pisticci (Matera). L'anziano, nella sua abitazione, è stato colpito con 26 coltellate al torace e undici colpi di bastone, «la maggior parte dei quali - è stato spiegato in una conferenza stampa nella Questura di Matera - violenti alla testa». Altre tracce di dna misto (del nonno e della nipote) sono state trovate anche sulla felpa indossata dalla 26enne il giorno dell’omicidio.
Inoltre, secondo la ricostruzione degli investigatori, alcuni giorni dopo, la nipote ha buttato nei pressi di una piazzola di sosta un paio di scarpe di color fucsia che indossava nell’abitazione del nonno e che sono state riprese da una telecamera di videosorveglianza della casa di Carmen Federica Lopatriello.

A questo proposito, gli investigatori si sono insospettiti perché, su loro richiesta, la donna ha consegnato tutti i fotogrammi ripresi dalla stessa telecamera, fatta eccezione per tre - poi comunque estrapolati - in cui si vedevano le scarpe. Le stesse scarpe - recuperate dalla Polizia - erano state lavate con un detergente: sarebbero compatibili con un’impronta formatasi sul pavimento con il sangue dell’anziano. Secondo quanto si è appreso, nell’abitazione non sarebbero state trovate tracce di dna di altre persone, diverse da quelle del nonno e della nipote, la quale ha sempre smentito le circostanze presentatele dalla Polizia.
Alla conferenza stampa hanno partecipato il Procuratore della Repubblica di Matera, Pietro Argentino, il pm Annunziata Cazzetta, il Questore Luigi Liguori, il capo della Squadra mobile, Luigi Vessio e Domenico Di Vittorio (dirigente del Commissariato di Pisticci).

Da circa cinque anni, Carmen Federica Lopatriello accudiva il nonno Carlo Antonio Lopatriello, si occupava della casa dell’anziano e ne gestiva la pensione: sono alcuni degli elementi che gli investigatori hanno analizzato nel corso delle indagini che oggi hanno portato all’arrestato della 26enne per l’omicidio dell’anziano 91enne. La Polizia - che in questi mesi ha ascoltato oltre 70 persone - è giunta alla conclusione che la donna avrebbero agito in «over killing», al culmine di una lite cominciata probabilmente per questioni non solo economiche ma anche riferite alla vita della 26enne. Fu proprio la donna il 7 gennaio scorso ad avvisare la Polizia, preoccupata perché il nonno non le aveva risposto al telefono.
Carmen Federica Lopatriello abita con la madre e un fratello ed era diventata una delle intestatarie di beni di proprietà del nonno, tra cui l’abitazione in cui è avvenuto l’omicidio e della quale comunque l’anziana manteneva l’usufrutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie