Sabato 12 Giugno 2021 | 16:25

NEWS DALLA SEZIONE

felicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
Vaccini
Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60

Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60 Il bollettino odierno

 
Criminalità
Matera,  due quindicenni nei guai per rapina

Matera, due quindicenni nei guai per rapina

 
La novità
Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

Musica: il Matera festival 2021 celebra Piazzolla e Battiato

 
Il caso
Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

Matera, ubriaco al volante causa un incidente: arrestato

 
Ripartenza
Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

Puglia e Basilicata ripartono: la diretta del Forum della «Gazzetta» a Matera

 
i forum della gazzetta
Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

Puglia e Basilicata: ricetta per la ripartenza

 
L'analisi
Matera ci riprova con i ministri del G20

Matera ci riprova con i ministri del G20

 
L'episodio
Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

Matera, denunciato dipendente di un grande magazzino: avrebbe rubato 34mila euro dalle casse

 
l'evento
Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

Matera, a fine settembre torna il «Women's fiction festival»

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta al virus
Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

 
PotenzaIl caso
Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

 
LecceLa tragedia
Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

Scontro tra due auto nel Leccese: muore donna di 95 anni

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
TarantoLa tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

 
Brindisila campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 

i più letti

l'operazione

Matera, fondi pubblici per lo sport percepiti ingiustamente: 4 arresti e sequestri per 75mila euro

Coinvolte 4 persone: tra le accuse truffa aggravata e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici

Matera, fondi pubblici per lo sport percepiti ingiustamente: misure cautelari, sequestrati beni per 75mila euro

Sono agli arresti domiciliari quattro persone che, all’epoca dei fatti al centro di un’indagine su truffe per ottenere erogazioni dalla Provincia di Matera, erano rappresentanti legali di quattro associazioni sportive dilettantistiche.
Le persone ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta denominata «Vivi lo sport» sono E.C., di 33 anni, F.P.B.C. (70), V.I.(76) ed E.V.(47), rispettivamente rappresentanti legali delle società «Polisportiva Moramarco», "Polisportiva Gruppo Sportivo Matera», «Club Basilicata Matera" e «Polisportiva Rocco Scotellaro».

Secondo quanto reso noto in una conferenza stampa che si è tenuta stamani al Comando provinciale dei Carabinieri, le indagini sono cominciate nel 2017 dopo la denuncia di una persona che, a sua insaputa, era stata indicata come responsabile tecnico nell’ambito di diversi progetti presentati da alcune associazioni per ottenere contributi dalla Provincia di Matera per la promozione dello sport.

Le quattro persone arrestate sono accusate di aver adottato "un collaudato meccanismo fraudolento» attraverso il quale, in totale, sono riusciti a ottenere contributi per circa 75 mila euro. Gli investigatori - le indagini sono coordinate dal Procuratore della Repubblica di Matera, Pietro Argentino e dal pm Annafranca Ventricelli - hanno scoperto che le persone indagate hanno presentato documentazione falsa, tra cui firme dei responsabili dei progetti che invece erano ignari di tutto, inducendo in errore i dipendenti della Provincia che dovevano effettuare i controlli necessari per l’erogazione dei contributi. I Carabinieri hanno preso in esame in totale 22 casi, 18 dei quali hanno portato all’erogazione dei contributi.

L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari e del sequestro preventivo dei beni per un valore totale di circa 75 mila euro è stata emessa dal gip della città dei Sassi, Angelo Onorati. Ulteriori indagini sono in corso sui conti bancari delle persone indagate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie