Giovedì 23 Settembre 2021 | 10:09

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Richieste alla Regione

Emergenza turismo, i siti di 007 per rilanciare l’immagine di Matera

Il Consorzio degli Albergatori avvia un confronto con l’Enit

Le riprese in città del film su Bond

Foto Genovese

MATERA - “No time to die”, non c’è tempo per morire. Gli albergatori della città dei Sassi, per un curioso scherzo del destino, sembrano aver eletto a metafora della ripartenza una volta superata l’emergenza sanitaria del Covid-19, proprio il titolo del film su James Bond girato a Matera e la cui uscita nelle sale cinematografiche prevista per il 9 aprile è stata rinviata al 25 novembre a causa della diffusione del Coronavirus.

Nessuno, ovviamente, si fa illusioni anche perché la situazione economica del comparto turistico è disastrosa e per mesi le aziende dovranno fare i conti con la sopravvivenza delle attività ormai ferme ma c’è la consapevolezza che la città patrimonio dell’Unesco e dalla storia millenaria, potrebbe giocarsi al meglio anche la carta della pellicola diretta da Cary Fukunaga e che vede Daniel Craig nelle vesti di agente segreto al servizio della Corona inglese. Il presidente facente funzioni del Consorzio Albergatori Matera (CAM) Giacinto Marchionna, venerdì scorso, in un seminario interattivo ha discusso con la direttrice marketing e promozione dell’Enit Maria Elena Rossi della possibilità di poter rilanciare l’immagine della Capitale europea della cultura 2019 anche attraverso le location del film girato tra i Sassi e il centro storico. Alla videoconferenza hanno partecipato anche il direttore dell’Apt Basilicata Antonio Nicoletti e Marianna Dimona assessore al Turismo del Comune. Il tema è stato il destination management per ripensare Matera come destinazione turistica. L’incontro su internet ha prodotto tanti spunti per iniziare a lavorare su un piano di emergenza dedicato al turismo per la città. Da Matera boutique destination a Matera legata all'icona James Bond. Il CAM guidato da Marchionna e dall’altro presidente facante funzioni Sergio Palomba, in virtù della task force per l'emergenza Covid19 voluta dall'assessore Cupparo, ha formulato una nota alla Regione Basilicata attraverso le associazioni di categoria Assoturismo e Federalberghi. Tra le richieste l’azzeramento o la sospensione immediata di Tari, Imu e Cosap, e di tutte le tasse ed imposte locali (da rimodulare ad emergenza terminata) per le imprese del settore alberghiero; la creazione di un fondo regionale di garanzia dedicato per le strutture alberghiere per far fronte a più emergenze (per esempio la copertura degli importi di interessi maturati dalla sospensione dei mutui); la creazione di una cabina di regia per pianificare una ripartenza più veloce (come ad esempio una serie di incentivi a viaggiare in Basilicata).
Uno studio dell’Osservatorio sui bilanci delle Srl pubblicato dal Consiglio e dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti relativo agli alberghi ed ai ristoranti stima per il 2020 in Basilicata una perdita del fatturato pari a 75 milioni di euro. Per Gregorio Padula dell’Hotel Sassi le perdite sono anche maggiori. «Marzo, aprile e maggio sono tre dei mesi più importanti della stagione anche rispetto ad aprile e luglio. Nella nostra struttura abbiamo calcolato che in questo trimestre ci saranno 4mila arrivi in meno per l’emergenza Covid-19. E pensare che i numeri delle presenze di gennaio e febbraio, con una crescita a doppia cifra, erano stati di gran lunga superiori agli stessi mesi del 2019. Abbiamo avuto una pioggia di disdette per maggio tra cui 130 gruppi e stiamo facendo i salti mortali per posticipare tra settembre e novembre alcuni tour già prenotati sperando nella conferma dei voli aerei.

Le misure di sostegno pubbliche al settore? «Intanto - prosegue Padula - i costi fissi, la manutenzione delle strutture ci sono sempre. Punteremo tutto sui turisti italiani per cercare di recuperare qualcosa. Tra gli interventi di sostegno punterei sui voucher buoni viaggi come fu fatto anni fa oppure sulla detraibilità fiscale dei viaggi». (Foto Genovese)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie