Mercoledì 08 Luglio 2020 | 23:43

NEWS DALLA SEZIONE

La battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 
Il caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 
dai carabinieri
Matera, comprava eroina per spacciarla: arrestato 52enne

Matera, comprava eroina per spacciarla: arrestato 52enne

 
Il fenomeno
Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse. Al via gli accertamenti

Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse: al via gli accertamenti

 
Operazione «Kulmi»
Traffico internazionale droga: scovato e arrestato a Policoro albanese sfuggito al blitz

Traffico internazionale droga: scovato e arrestato a Policoro albanese sfuggito al blitz

 
Il caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Vacanze vip
Gianni Morandi è a Matera: selfie con la moglie e di sfondo i Sassi

Gianni Morandi è a Matera: selfie con la moglie e di sfondo i Sassi

 
post-operazione
Bernalda, operazione «Paride», dopo gli arresti sequestrati soldi e droga

Bernalda, operazione «Paride», dopo gli arresti sequestrati soldi e droga

 
la scoperta
Scanzano Jonico, vendevano online abbigliamento con marchi contraffatti: 2 giovani denunciati

Scanzano Jonico, vendevano online abbigliamento con marchi contraffatti: 2 giovani denunciati

 
Le tradizioni religiose
Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro

Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro FOTO

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa firma
Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

 
LecceIl provvedimento
Dl semplificazioni, esclusa ma ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

Dl semplificazioni, esclusa la ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

 
Foggiasul gargano
Foggia, prefetto emette 2 interdittive antimafia: presunti legami con i clan

Foggia, prefetto emette 2 interdittive antimafia: presunti legami con il clan

 
Batnella bat
Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

 
Brindisinel Brindisino
Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

 
MateraLa battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 
Potenzail caso
Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

 

i più letti

l'esplosione

Matera, bomba carta esplode sotto suv consigliere regionale Cifarelli

È stato in questura a denunciare l'episodio. La solidarietà dal mondo politico

Matera, bomba carta esplode sotto suv consigliere regionale Cifarelli

foto Genovese

Una bomba carta è stata fatta esplodere la notte scorsa, a Matera, sotto l’auto del consigliere regionale della Basilicata Roberto Cifarelli (Pd).
L’esplosione ha danneggiato gravemente il suv del politico, che era parcheggiato vicino alla sua abitazione. Cifarelli, che nella passata legislatura è stato anche assessore regionale alle attività produttive, è in questura per denunciare l’episodio. Immediata la solidarietà di diversi amministratori e rappresentanti di partiti lucani.

LE REAZIONI - Il senatore Dario Stefàno, commissario della Basilicata del Pd, in una dichiarazione, ha espresso "solidarietà al consigliere regionale del Pd Roberto Cifarelli, la cui automobile è stata danneggiata questa mattina dall’esplosione di una bomba carta nel quartiere Serra Venerdì di Matera. Ho sentito telefonicamente il questore Liguori - ha aggiunto Stefàano - che mi ha assicurato che da subito si avvieranno le indagini per individuare i responsabili».
«Siamo di fronte - ha concluso - ad un atto criminale, intimidatorio inaccettabile, verso cui esprimo sdegno e ferma condanna».

«Intendo esprimere ferma condanna per il vile atto intimidatorio nei confronti del consigliere regionale Roberto Cifarelli, al quale esprimo piena solidarietà a nome del Consiglio regionale».
Lo ha detto, in una nota dell’ufficio stampa del Consiglio regionale, il presidente dell’assemblea, Carmine Cicala: "Auspico - ha aggiunto - che le forze dell’ordine possano assicurare alla giustizia i responsabili del grave gesto criminale. Oggi, con maggiore consapevolezza le nostre comunità devono affrontare il tema della legalità, contrastando ogni forma di violenza, a garanzia della sicurezza e della democrazia».

«Il vile gesto che questa mattina ha colpito l’automobile del consigliere regionale Roberto Cifarelli richiede la piena e ferma condanna da parte di tutte le istituzioni e di tutti i cittadini lucani": lo ha detto, in una dichiarazione, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.
Il governatore, appresa la notizia dell’esplosione che ha danneggiato l’auto del consigliere regionale, gli ha "immediatamente» telefonato «per esprimergli la piena solidarietà e la massima vicinanza da parte sua e a nome di tutti i lucani. Auspico che le forze dell’ordine possano, nel più breve tempo possibile, consegnare alla giustizia i responsabili di questo incredibile gesto che getta inquietudine nella nostra comunità non abituata per storia, per tradizione, per cultura a questo genere di azioni criminali. Sono certo, altresì - ha concluso Bardi, nella dichiarazione diffusa dall’ufficio stampa della giunta regionale - che il consigliere Cifarelli non si lascerà intimidire e continuerà il suo operato da cittadino e da rappresentante delle istituzioni con ulteriore determinazione, come ha sempre fatto, nell’interesse di tutta la regione».

La giunta regionale della Basilicata ha espresso «solidarietà e vicinanza» al consigliere regionale Roberto Cifarelli (Pd), «per il criminale attentato che questa mattina ha distrutto la sua automobile».
«E' un segnale d’allarme - ha detto la giunta regionale lucana in una nota - che non va assolutamente sottovalutato. La Basilicata tutta deve reagire con fermezza e determinazione per contrastare ogni tentativo di infiltrazione criminale nel nostro territorio. Siamo certi che, come successo in un recente passato, le forze dell’ordine sapranno fare chiarezza in tempi rapidi e individuare i responsabili. Ma anche su questo fronte, così come sta responsabilmente succedendo su altri temi, la regione dovrà continuare ad essere unita per fronteggiare anche questa emergenza sradicando da subito le sue poche radici malate».

«Tutta la mia solidarietà e vicinanza al capogruppo regionale Pd Roberto Cifarelli, vittima di un vile atto intimidatorio": lo ha detto il Sottosegretario alle Infrastrutture, Salvatore Margiotta.
Si tratta - ha aggiunto - di un «episodio gravissimo che mina la serenità del nostro tessuto regionale e che ci deve invitare a non abbassare la guardia, a garanzia della democrazia e della sicurezza. Mi auguro che vengano individuati al più presto i responsabili di questa orribile azione», ha concluso il Sottosegretario.

«La macchina del consigliere regionale della Basilicata Roberto Cifarelli stamattina è stata distrutta da una bomba carta, Un gesto di intimidazione vigliacca che ci spinge a continuare l’azione di contrasto a tutti i fenomeni criminali. Il mio affetto va a Roberto e alla famiglia». Lo scrive il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano sul suo profilo Twitter.

La più ferma condanna al vile atto intimidatorio compiuto contro Roberto Cifarelli. Solidarietà e vicinanza, la violenza sarà sconfitta». Lo scrive in un tweet il vice segretario del Partito Democratico, Andrea Orlando, a proposito dell’atto initimidatorio di cui è stato vittima il consigliere regionale della Basilicata, Roberto Cifarelli.

ANCI: EVENTO DA NON SOTTOVALUTARE - «L'attentato dinamitardo perpetrato stanotte a Matera ai danni dell’auto del consigliere regionale Roberto Cifarelli è l’ultimo di una serie di episodi che in Basilicata hanno come obiettivo amministratori ed esponenti politici a vari livelli». Lo scrive, in un comunicato, il presidente dell’Anci Basilicata, Salvatore Adduce, secondo il quale «è indispensabile non sottovalutare simili atti che colpiscono un territorio generalmente ritenuto immune dalla presenza della malapianta della delinquenza».
«Coloro che svolgono un ruolo politico ed istituzionale - ha aggiunto - devono poter esercitare le loro funzioni tranquillamente e senza rischi. Per questa ragione mentre confidiamo nelle capacità e professionalità di magistratura e forze dell’ordine riconfermiamo l’impegno ad alzare la guardia perché l’intera comunità respinga con sdegno questi gravissimi atti».
Per Adduce, «Matera, in particolare, è chiamata a far valere la sua tradizione di civiltà e di serena convivenza civile che ha caratterizzato la sua storia attraverso una risposta ferma e senza equivoci che - ha concluso il presidente dell’Anci - unisca le forze politiche le associazioni e tutte le espressioni della città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie