Mercoledì 20 Novembre 2019 | 18:44

NEWS DALLA SEZIONE

La protesta
Matera, operai FerroSud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

Matera, operai Ferrosud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

 
i danni
Maltempo Matera, danni per 8mln, Comune: «Riconoscere stato d'emergenza»

Maltempo Matera, danni per 8mln, Comune: «Riconoscere stato d'emergenza»

 
il personaggio
Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

 
conta dei danni
Maltempo, serve un piano straordinario per Metaponto

Maltempo, serve un piano straordinario per Metaponto

 
solidarietà
Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

 
il simbolo
Policoro, la madonnina resiste alla tromba d'aria

Policoro, la madonnina resiste alla tromba d'aria

 
Il ritrovamento
Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

 
Alluvione
Maltempo flagella Matera, dopo Mattarella anche Conte chiama il sindaco

Maltempo flagella Matera, dopo Mattarella anche Conte chiama il sindaco. Bardi: stato d'emergenza per Basilicata

 
Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

 
IL Quirinale
Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

 

Il Biancorosso

serie c
Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «guardiano»

Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «guardiano»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baril'iniziativa
Accudire colonie feline: a Bari un corso per «gattari»

Accudire colonie feline: a Bari un corso per «gattari»

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, sigilli a cantiere navale senza autorizzazioni

Manfredonia, sigilli a cantiere navale senza autorizzazioni

 
Potenzail siderurgico
Il caos ex Ilva contagia anche l'Ente Irrigazione Lucano

Il caos ex Ilva contagia anche l'Ente Irrigazione Lucano

 
Leccela svolta
Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

 
MateraLa protesta
Matera, operai FerroSud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

Matera, operai Ferrosud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

 
BariIl caso
Appalti truccati in Puglia, ex assessore Caracciolo indagato per corruzione

Appalti truccati in Puglia, ex assessore Caracciolo indagato per corruzione

 
Brindisispettacoli
PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

 

i più letti

L'appalto

Matera, il pasticcio rifiuti: non parte il nuovo servizio, rebus personale

Matera, il pasticcio rifiuti: non parte il nuovo servizio, rebus personale

Dovrebbe passare da 70 a 106 il numero del personale assunto per la raccolta dei rifiuti in città. Non sembrerebbe questa, però, la maggiore spesa che preoccupa i privati. È il caso di usare il condizionale per la ragione che desta non poche perplessità la vicenda del mancato avvio del fondamentale servizio d'igiene urbana. Secondo le previsioni di qualche mese fa, portate a conoscenza dalla sede municipale, oggi sarebbe dovuta partire la raccolta porta a porta. Nelle scorse ore, in via Moro, si è tuttavia levata una nuova fumata nera. Nel senso che a valle della riunione dei sindaci dei comuni costituenti il sub ambito 1, Matera (capofila), con Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico, è emerso che non si possono cambiare le regole del gioco quando la partita è sul punto d'iniziare.

Le condizioni di gara vanno rispettate e il Consorzio nazionale servizi (Cns), che si è aggiudicato l'appalto, per gli enti locali interessati sta affrontando con ingiustificato ritardo la procedure del passaggio del personale dagli attuali gestori al nuovo appaltatore. I sindaci, inoltre, ribadiscono che la presa in consegna dei mezzi dovrà essere formalizzata, come per legge, solo dopo la sottoscrizione del verbale di avvio del servizio. È scattato quindi l'ultimatum, fissato al 16 novembre prossimo. Se in quella data non verrà sottoscritto il verbale di avvio del servizio sarà dato corso al procedimento di risoluzione del contratto per inadempimento del Cns.

Fin qui i sindaci dei comuni interessati dove, a parte Matera, svolgeranno il servizio di raccolta 10 unità in ogni centro. Un tema che ha visto impegnati anche i sindacati. Le organizzazioni di categoria fanno però notare che l'Ufficio d'ambito ha già rilevato l'elenco dei dipendenti interessati al passaggio di società. È un segnale, anche perché, a regime, saranno 106 nella sola Matera. Attualmente i dipendenti sono 70. Si capisce che in ballo ci sono nuovi posti di lavoro. Per il reclutamento, trattandosi di un privato, s'immagina che se ne interesserà direttamente la direzione aziendale, senza chissà quali mediazioni. Insomma, almeno per il momento, pare di capire che il problema non sia legato agli oneri della maggiore spesa per il personale. Oltre al mancato completamento delle previste quattro isole ecologiche, il nodo da sciogliere è il conferimento della frazione umida dei rifiuti. Non può avvenire nel sito commissariato in contrada La Martella. Dovrà svolgersi fuori, in siti idonei presenti in Puglia, Calabria o Campania. Uno «scherzetto» che comporta una maggiore spesa di 2 milioni annui, con il fondato timore che graveranno ulteriormente sulle spalle dei contribuenti.

Queste sono le nubi che pesano sul nuovo servizio d'igiene urbana. Intanto, potrebbe finire tutto nelle mani della terza classificata, una realtà di Perugia che, comunque, non risulta possieda la bacchetta magica così da far partire con uno schiocco di dita il servizio già il prossimo 16 novembre. Poi, se si è classificata terza qualche ragione ci sarà.

Altro momento caldo, i rapporti all'interno del Consiglio comunale. Nei giorni scorsi è stata convocata la Commissione igiene e ambiente. Bisognava esaminare la questione dell'ecocentro a Matera Nord e discutere la relazione sulla raccolta dei rifiuti. Ma ai lavori erano assenti tanto l'assessore competente quanto il tecnico dirigente del servizio.

«Non è possibile continuare a scaricare sui consiglieri le problematiche riguardanti l'ecocentro di Matera Nord – ha dichiarato il consigliere comunale Paolo Manicone –. Ho chiesto al presidente di non portare più in Commissione questi punti, ma di discutere in Consiglio le proposte dell'Ufficio e lì votarle. Non vorrei che si scarichino sui consigliere responsabilità altrui. E tuttavia, può un Consiglio comunale, essere aggiornato sugli sviluppi di una situazione insostenibile come quella della raccolta rifiuti a Matera? Le autorevoli assenze in commissione, segnano ancor di più il solco tra esecutivo e Consiglio comunale, senza informazioni e o condivisioni, sminuendo il ruolo del Consiglio, usando i consiglieri e le commissioni solo quando serve rafforzare posizioni personali, o giustificare debolezze di programmazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie