Martedì 14 Luglio 2020 | 06:37

NEWS DALLA SEZIONE

in zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
nel materano
Marconia, 91enne ucciso a coltellate in casa: arrestato parente dopo 7 mesi

Marconia, uccise nonno con coltellate e bastonate: arrestata nipote VD

 
Manutenzione
Matera, la vasca della Villa non più una palude

Matera, la vasca della Villa non più una palude

 
Il ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 
Il caso
Matera, picchia la moglie e la insegue con un coltello: arrestato

Matera, picchia la moglie e la insegue con un coltello: arrestato

 
nel Materano
Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

 
Giustizia
Matera, annullata la sentenza a 6 anni di reclusione

Matera, annullata la sentenza a 6 anni di reclusione

 
Cinema
Pisticci, tutto pronto per la 21esima edizione del «Lucania Film Festival»

Pisticci, tutto pronto per la 21esima edizione del «Lucania Film Festival»

 
maltrattamenti in famiglia
Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

 
Innovazione
Matera avrà la prima Casa della tecnologia

Matera avrà la prima Casa delle tecnologie emergenti

 
La battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil decreto
Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

 
TarantoProroga cig
Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

 
Lecceil rogo
Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

 
PotenzaTragedia sfiorata
Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

 
Bat5 anni fa la tragedia
BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 

i più letti

L'appalto

Matera, il pasticcio rifiuti: non parte il nuovo servizio, rebus personale

Matera, il pasticcio rifiuti: non parte il nuovo servizio, rebus personale

Dovrebbe passare da 70 a 106 il numero del personale assunto per la raccolta dei rifiuti in città. Non sembrerebbe questa, però, la maggiore spesa che preoccupa i privati. È il caso di usare il condizionale per la ragione che desta non poche perplessità la vicenda del mancato avvio del fondamentale servizio d'igiene urbana. Secondo le previsioni di qualche mese fa, portate a conoscenza dalla sede municipale, oggi sarebbe dovuta partire la raccolta porta a porta. Nelle scorse ore, in via Moro, si è tuttavia levata una nuova fumata nera. Nel senso che a valle della riunione dei sindaci dei comuni costituenti il sub ambito 1, Matera (capofila), con Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico, è emerso che non si possono cambiare le regole del gioco quando la partita è sul punto d'iniziare.

Le condizioni di gara vanno rispettate e il Consorzio nazionale servizi (Cns), che si è aggiudicato l'appalto, per gli enti locali interessati sta affrontando con ingiustificato ritardo la procedure del passaggio del personale dagli attuali gestori al nuovo appaltatore. I sindaci, inoltre, ribadiscono che la presa in consegna dei mezzi dovrà essere formalizzata, come per legge, solo dopo la sottoscrizione del verbale di avvio del servizio. È scattato quindi l'ultimatum, fissato al 16 novembre prossimo. Se in quella data non verrà sottoscritto il verbale di avvio del servizio sarà dato corso al procedimento di risoluzione del contratto per inadempimento del Cns.

Fin qui i sindaci dei comuni interessati dove, a parte Matera, svolgeranno il servizio di raccolta 10 unità in ogni centro. Un tema che ha visto impegnati anche i sindacati. Le organizzazioni di categoria fanno però notare che l'Ufficio d'ambito ha già rilevato l'elenco dei dipendenti interessati al passaggio di società. È un segnale, anche perché, a regime, saranno 106 nella sola Matera. Attualmente i dipendenti sono 70. Si capisce che in ballo ci sono nuovi posti di lavoro. Per il reclutamento, trattandosi di un privato, s'immagina che se ne interesserà direttamente la direzione aziendale, senza chissà quali mediazioni. Insomma, almeno per il momento, pare di capire che il problema non sia legato agli oneri della maggiore spesa per il personale. Oltre al mancato completamento delle previste quattro isole ecologiche, il nodo da sciogliere è il conferimento della frazione umida dei rifiuti. Non può avvenire nel sito commissariato in contrada La Martella. Dovrà svolgersi fuori, in siti idonei presenti in Puglia, Calabria o Campania. Uno «scherzetto» che comporta una maggiore spesa di 2 milioni annui, con il fondato timore che graveranno ulteriormente sulle spalle dei contribuenti.

Queste sono le nubi che pesano sul nuovo servizio d'igiene urbana. Intanto, potrebbe finire tutto nelle mani della terza classificata, una realtà di Perugia che, comunque, non risulta possieda la bacchetta magica così da far partire con uno schiocco di dita il servizio già il prossimo 16 novembre. Poi, se si è classificata terza qualche ragione ci sarà.

Altro momento caldo, i rapporti all'interno del Consiglio comunale. Nei giorni scorsi è stata convocata la Commissione igiene e ambiente. Bisognava esaminare la questione dell'ecocentro a Matera Nord e discutere la relazione sulla raccolta dei rifiuti. Ma ai lavori erano assenti tanto l'assessore competente quanto il tecnico dirigente del servizio.

«Non è possibile continuare a scaricare sui consiglieri le problematiche riguardanti l'ecocentro di Matera Nord – ha dichiarato il consigliere comunale Paolo Manicone –. Ho chiesto al presidente di non portare più in Commissione questi punti, ma di discutere in Consiglio le proposte dell'Ufficio e lì votarle. Non vorrei che si scarichino sui consigliere responsabilità altrui. E tuttavia, può un Consiglio comunale, essere aggiornato sugli sviluppi di una situazione insostenibile come quella della raccolta rifiuti a Matera? Le autorevoli assenze in commissione, segnano ancor di più il solco tra esecutivo e Consiglio comunale, senza informazioni e o condivisioni, sminuendo il ruolo del Consiglio, usando i consiglieri e le commissioni solo quando serve rafforzare posizioni personali, o giustificare debolezze di programmazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie