Giovedì 23 Settembre 2021 | 02:11

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

il caso

Tricarico, sindaco Carbone decaduto: Tribunale Matera accoglie ricorso per incompatibilità

Adesso sarà il vicesindaco Martelli a traghettare il comune fino alle prossime elezioni, se la sentenza non sarà annullata

Tricarico, sindaco Carbone decaduto: Tribunale Matera accoglie ricorso per incompatibilità

Il sindaco della cittadina arabo-normanna, Vincenzo Carbone, è stato dichiarato decaduto dal Tribunale civile di Matera. Il collegio composto dai giudici Giuseppe Disabato (presidente relatore), Tiziana Caradonio e Laura Marrone, infatti, con l’ordinanza 6994-19, resa ieri, ha accolto il ricorso di Antonio Lopardi, il quale aveva chiesto la pronuncia del Tribunale ritenendo sussistente, in capo al primo cittadino, un motivo di incompatibilità alla carica di sindaco.
Lopardi aveva anche chiesto la dichiarazione di decadenza dalla stessa carica per Carbone. Con il provvedimento citato il Tribunale, in effetti, ha ritenuto persistere la causa di incompatibilità in capo al sindaco, in quanto due suoi nipoti rivestono, rispettivamente, la carica di presidente e di vice presidente, nonché membro del consiglio di amministrazione, della cooperativa “Futuro”, che attualmente ha in gestione il servizio comunale di macellazione bestiame, «sulla cui rendicontazione – avevano scritto nel ricorso i legali di Lopardi, l’avvocato Dorian Palmo Saracino e l'avvocato Giuseppe Ruscigno – la Giunta comunale di Tricarico ha un potere di controllo, oltre quello di adeguamento delle tariffe».

Il Tribunale, dunque, ha riconosciuto che avere due nipoti nella cooperativa che gestisce il servizio di comunale di macellazione del bestiame, uno con la carica di presidente, l’altro con quella di vice e di membro del consiglio di amministrazione, integra gli estremi di una delle cause di incompatibilità previste e regolate dall’articolo 61, comma 1 bis, del Tuel (Testo unico degli enti locali) che dispone: “Non possono ricoprire la carica di sindaco o di presidente di Provincia coloro che hanno ascendenti o discendenti ovvero parenti o affini fino al secondo grado che coprano nelle rispettive amministrazioni il posto di appaltatore di lavori o di servizi comunali o provinciali o in qualunque modo loro fideiussore”. Stante il grado di parentela in linea collaterale di terzo grado tra Carbone e i predetti nipoti, quindi, il collegio ha condiviso l’interpretazione data dal ricorrente alla norma sopra richiamata, considerato «che non solo l’interpretazione letterale della stessa appare, di per sé, sufficiente ad individuarne, in modo preciso ed univoco, il relativo significato e la connessa portata precettiva, ma anche il criterio logico-sistematico, considerando le altre norme previste nel Tuel in materia d’incompatibilità».

Con la dichiarazione di incompatibilità, Carbone, difeso dall'avvocato Franco Gagliardi La Gala, decade da sindaco: adesso sarà il vice sindaco, Matteo Martelli, a “traghettare” il Comune fino a prossime elezioni, anche se sul punto si registrano posizioni contrapposte. Se, infatti, Carbone ha sostenuto che la sua decadenza verrà congelata al momento del deposito dell’atto di appello, la minoranza ha invece spiegato che quando si parla di incompatibilità, come, appunto, nel caso di specie, non c’è sospensiva per la decadenza. Probabile che nei prossimi giorni si pronunci la Prefettura sul prosieguo della consiliatura, che, va ricordato, è giovanissima. Carbone, infatti, è stato eletto sindaco a maggio, quando, alla guida della civica “Futuro E Radici”, ha ottenuto 1695 voti (54,8 per cento) battendo lo sfidante, cioè l’ex sindaco Antonio Melfi, che con la sua “Cristianamente Riprendiamo a Dialogare” si è fermato a 1439 preferenze (45,92 per cento). Proprio Melfi sollevò la questione legata all’incompatibilità di Carbone nel primo Consiglio comunale e con il suo gruppo ha poi “sostenuto” l’azione giudiziaria che ha portato all’ordinanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie