Domenica 25 Agosto 2019 | 23:27

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
Scene dal set di 007
James Bond a Matera, ciak si gira: ecco il folle inseguimento tra i Sassi

James Bond a Matera, ciak si gira: ecco il folle inseguimento tra i Sassi

 
Rione Scerra
Pisticci terra di «sfasciume»: dopo il dissesto geologico scomparsi i fondi

Pisticci terra di «sfasciume»: dopo il dissesto geologico scomparsi i fondi

 
Carabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
Il sogno
Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

 
Dalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 
Le fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
Nel Materano
Montescaglioso, fuga di gas da una casa: salvata 89enne e sventata esplosione

Montescaglioso, fuga di gas da una casa: salvata 89enne e sventata esplosione

 
Lotta allo spaccio
Policoro, nasconde cocaina in auto: arrestato 37enne

Policoro, nasconde cocaina in auto: arrestato 37enne

 
Dopo il rogo
Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

 
I dati del Sole 24 ore
Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
BariL'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 

i più letti

l’associazione ora attacca

Ferradina-Matera, «Scalo ferroviario c’è un disegno per affossarlo?»

Pavese chiede più chiarezza

stazione di Ferrandina

MATERA - C’è un disegno preordinato, almeno, da parte di qualcuno, a voler affossare il completamento tanto atteso della linea ferroviaria dello Stato Matera-Ferrandina e quindi ridimensionare il ruolo strategico dello scalo basentano? Se lo chiede Nicola Pavese, presidente dell’associazione Matera Ferrovia Nazionale

«Le Ferrovie dello Stato a Matera – scrive Pavese – aggiungeranno o toglieranno qualcosa alla città e al territorio? Questa domanda rivolta alla “gente comune”, agli inviati degli organi di informazione e ai turisti trova una risposta unanime e inequivocabilmente a favore della ferrovia. La stessa domanda rivolta ai politici locali non trova altrettanta condivisione con una risposta perentoria e convinta. Si tratta, infatti, di politici che tergiversano nella risposta o che spesso ignorano “volutamente” gli aspetti positivi di una infrastruttura così importante per le nostre comunità e per le imprese. Risulta perlomeno strano e fuorviante che venga bocciato da qualcuno (o perlomeno trascurato) il completamento della tratta Ferrandina-Matera. Persone evidentemente poco informate o indirizzate su un binario sbagliato.

Oltretutto si tratta di una posizione sicuramente insensata, per qualcuno addirittura cinica, il non riconoscere la necessità di far arrivare le Fs nella capitale europea della cultura in un momento di presenze turistiche eccezionali e che tali devono restare per il futuro. Ed è ancora più assurdo e illogico esprimersi in questi termini proprio nel momento in cui Rete Ferroviaria Italiana sta completando in questi giorni la “riprogettazione” dell’opera per adeguarla ai nuovi standard europei di sicurezza imposti dopo il disastro del treno Andria-Corato (vedi le non previste vie di fuga nella galleria Miglionico), oltre all’elettrificazione al posto della iniziale trazione diesel dei treni e un armamento adeguato per l’aumento della velocità sulla tratta da 120 Km/h a 160-180 Km/h, che consentirà l’arrivo a Matera delle “Frecce” di Trenitalia.

Questa situazione – prosegue Pavese – si registra mentre diversi “lavori minori” (non certo meno importanti) sono stati realizzati nell’ultimo anno lungo la linea già costruita negli anni ‘80, quindi alla stazione di Matera-La Martella e recentemente nella stazione di Ferrandina (vedi l’ampliamento dei parcheggi e i prossimi lavori di riqualificazione del piazzale esterno). Con i cantieri ancora più “visibili” che partiranno a inizio 2020 (fonte Ferrovie dello Stato), proprio come stabilito dal crono-programma dei lavori. La cosa che risulta deleteria è l’azione irragionevolmente denigratoria di qualcuno verso lo scalo basentano (che le Ferrovie hanno elevato comunque a “scalo Matera”) senza tener conto che il sito ferroviario si raggiunge comodamente in 20-25 minuti di auto o 35-40 minuti di bus dal capoluogo, nonostante i disservizi del trasporto pubblico. Stazione che consente di raggiungere con comodi e spesso confortevoli Intercity e Frecciarossa città come Salerno, Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Milano in direzione Nord (oltre a Taranto, Brindisi e Lecce in direzione Sud).

Sembra poco per un territorio ancora scollegato con il resto del Paese? E se le città appena citate, con il completamento della tratta Ferrandina-Matera, nel giro di qualche anno potessero essere raggiungibili dalla città dei Sassi e viceversa sarebbe o no un vantaggio e una conquista epocale di civiltà? Sicuramente sì. Ed è forse questo che non vuole chi ama Matera e la Basilicata solo a parole ed è incurante dei problemi e del futuro delle nostre aree interne. Ci piace segnalare, inoltre, che proprio in questa stazione la “Fondazione Matera 2019” ha deciso di promuovere il turismo per la città dei Sassi e che Bascalo Cafè ha riaperto i battenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie