Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 18:46

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

ambiente

La «caccia» al petrolio
si avvicina alla costa di Leuca

ricerche petrolio mediterreneo

di TIZIANA COLLUTO

I petrolieri non demordono: è stato avviato un altro procedimento di valutazione di impatto ambientale (Via) per cercare petrolio su un’area di 300 chilometri quadrati a poche miglia da Leuca.

Quel pezzo di mare vale un titolo minerario che due società, la irlandese Petroceltic e la francese Edison, si sono divise e coincide con uno specchio acqueo più grande, di 729 chilometri quadrati.

L’avviso pubblico risale al 26 marzo, mentre il deposito dello studio di impatto presso il Ministero dell’Ambiente è del febbraio scorso. Cittadini ed enti hanno poco meno di due mesi di tempo, fino al 25 maggio, per depositare le loro osservazioni.

Non è, per essere precisi, un nuovo permesso quello per la ricerca di idrocarburi denominato “d 84 F.R-.EL” al largo della costa salentina meridionale: l’istanza risale al 28 agosto 2013, presentata al 50 per cento da ognuna delle due società. Petroceltic ha già ottenuto nell’ottobre 2016 il parere della commissione tecnica di Via che ha fornito indicazioni su aspetti metodologici, progettuali e ambientali da considerare nella redazione dello Studio di Impatto Ambientale. E questo, almeno per il pezzo che compete a Edison, è stato redatto.

Si chiede di esplorare il fondale con una indagine sismica “3D air gun e streamer trainati”, per acquisire dati di alta qualità per realizzare un’immagine a tre dimensioni delle strutture geologiche sepolte. La scelta del luogo, come scritto nello studio, è stata condotta «con particolare attenzione al fine di evitare ogni possibile rischio con i fondi a coralli bianchi o nei quali i coralli bianchi potrebbero essere presenti».

L’area, inoltre, è praticamente a ridosso delle altre due sulle quali sono state avanzate uguali istanze da parte dell’americana Global Med.

Ciò che più impressiona è la vicinanza al Capo di Leuca. Come testualmente riportato, «la distanza minima tra l’area di progetto ed il perimetro esterno dell’area del Parco Naturale Regionale “Costa Otranto-S.Maria di Leuca e Bosco di Tricase” è di circa 14,3 miglia marine (26,5 km) e tra l’area di Progetto ed il perimetro esterno dell’area del Sito di Interesse Comunitario in mare “Posidonieto Capo San Gregorio - Punta Ristola” è di circa 15,9 miglia marine (29,5 km), considerati i siti più prossimi all’area in istanza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400