Giovedì 23 Settembre 2021 | 19:48

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Incidente in Salento

Schianto a Galatone
muore giovane 28 anni

La vittima è Gaetano Grimaldi, apprezzato commerciante di legna

Schianto a Galatonemuore giovane 28 anni

GALATONE - Incidente spaventoso sulla via del mare. Muore un giovane operaio e commerciante, il 28enne Gaetano Grimaldi. La comunità è sotto shock. Il dramma si è consumato poco prima delle 16 sulla via che da Galatone conduce verso il mare, non distante dall’ingresso alla città. L’uomo stava rientrando verso il paese provenendo dalla rotonda che conduce verso Nardò, Gallipoli e Santa Maria al Bagno. Viaggiava a bordo di una potente Kawasaki di grossa cilindrata, di poco lo precedeva una Fiat Punto che si muoveva nello stesso senso di marcia: da Gallipoli verso Galatone. A bordo della vettura c’è un giovane consigliere comunale che siede nell’assise guidata dal sindaco Flavio Filoni: si tratta di Simone Forte di 34 anni. L’automobilista si apprestava a svoltare in un vicoletto dove, presumibilmente, si doveva poi fermare, ma l’auto è stata tamponata dalla moto. L’impatto - secondo le ricostruzioni - non è stato violento. Un urto che, in ogni caso, non è apparso tale da giustificare la tragedia che, però, si è verificata. La moto, infatti, è rimasta a pochi centimetri dalla vettura, coricata sul lato. Sull’asfalto, invece, sono rimaste le tracce di una cortissima frenata. E sulla Punto solo qualche ammaccatura.

Ma c’è una fase, ancora più terribile, nella dinamica dell’incidente. Il giovane è stato sbalzato in avanti proprio nel momento in cui, per una tremenda fatalità, sull’altra corsia stava transitando un’Audi con a bordo un sessantenne. Il conducente non ha potuto fare nulla per evitare quell’ostacolo che, improvvisamente, gli si è parato davanti. L’impatto è stato inevitabile: l’automobile con il muso ha colpito in pieno e poi travolto il giovane.
I soccorsi sono stati inutili: sono giunte le ambulanze e le forze dell’ordine ma il 28enne giaceva ormai esanime sull’asfalto, in una pozza di sangue.

Una assurda fatalità, quella dell’auto che giunge nel momento esatto in cui il giovane cade in terra, trasforma un banale incidente in una immane tragedia. L’uomo aveva una attività di vendita di legna da ardere non lontano dal luogo dove ha trovato la morte, lungo la strada che conduce al mare.

Il sindaco Flavio Filoni, che abita lì nei pressi, si è praticamente trovato davanti al luogo del disastro uscendo da casa e testimonia il cordoglio suo e della città che rappresenta alla famiglia ed agli amici dell’operaio. Quella è una strada pericolosa e l’Amministrazione comunale lo sa bene. Si viaggia a velocità molto ridotta soprattutto per i molti accessi laterali e le curve in discesa che ne rendono il percorso rischioso. Ci sono diassuasori ovunque. Il primo cittadino ricorda che, quale ulteriore presidio di sicurezza, da venti giorni sono stati installati i photored sul semaforo proprio perché funzionino da ulteriori elementi per non invogliare a dare gas. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Gallipoli coadiuvati dagli agenti del locale comando di polizia locale. La salma dell’uomo, su disposizione del pm Carmen Ruggiero, è stata trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale di Lecce e i veicoli sequestrati. I conducenti sono stati sottoposti ai test di rito ma entrambi risultati negativi a drug e alcol test. Il cordoglio e l’abbraccio alla famiglia del giovane corre anche sul web e sui social dove i conoscenti che Gaetano Grimaldi aveva sia a Galatone che nella vicina Nardò, lo definiscono “l’amico di tutti”.
[bv]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie