Mercoledì 28 Ottobre 2020 | 04:37

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

 
Artigiani
«Panettone classico»: il salentino Zippo è campione del mondo

«Panettone classico»: il salentino Zippo è campione del mondo

 
La manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
la provocazione
Taviano, #iorestoaperto: gestore cinema sfida norme Dpcm

Taranto, nuovo Dpcm: titolare palestra si incatena. E nel Leccese gestore cinema: #iorestoaperto, ma poi ci ripensa

 
Il caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Il salvataggio
Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

 
La nomina
Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

 
opera «invasiva»
Tap, sindaco Lecce prende posizione: ««Chiederò al Governoi ristori per il gasdotto»

Tap, sindaco Lecce prende posizione: «Chiederò al Governo ristori per gasdotto»

 
Serie B
Calcio Lecce, positivi al Covid calciatore e componente staff: entrambi in isolamento

Calcio Lecce, positivi al Covid calciatore e componente staff: entrambi in isolamento

 
ambiente
Una speranza verde nel futuro del Salento: piantumati noci, cotogni, fichi, melograni vicino agli ulivi disseccati

Una speranza verde nel futuro del Salento: piantumati noci, cotogni, fichi, melograni vicino agli ulivi disseccati

 
Emergenza contagi
Galatina, assessore positivo al Covid, sindaco e giunta comunale in isolamento

Galatina, assessore positivo al Covid: sindaco e giunta comunale in isolamento

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

 
FoggiaLa lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

 
TarantoLa denuncia
M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

 
PotenzaIl caso
Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

 
MateraIl virus
Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

 
LecceLe dichiarazioni
Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

 
Brindisinel Brindisino
Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 

i più letti

L'intervista

Lecce, appello di Benisi ai politici: «Risolvete i problemi del territorio»

L’imprenditore da luglio è il presidente della Camera di commercio con il compito di guidare l’Ente sino al nuovo mandato consiliare

Lecce, appello ai politici: «Risolvete i problemi del territorio»

Lecce - Vincenzo Benisi è da luglio il presidente della Camera di commercio con il compito di amministrare l’Ente sino al nuovo mandato consiliare. Imprenditore di grande esperienza nel manifatturiero, con un trascorso di docente di scienze della formazione con particolare riferimento all'insegnamento della organizzazione e gestione delle risorse umane, è stato attivamente impegnato nella vita associativa di Confindustria; da dieci anni è nella giunta della Camera di Commercio di Lecce e negli ultimi cinque ne è stato il vicepresidente, nel corso della presidenza di Alfredo Prete. Tocca quindi all’imprenditore di Racale accompagnare l’Ente verso un futuro oramai alle porte. Un impegno che è pronto ad assolvere con il piglio, l’equilibrio e la passione che tutti gli riconoscono.

«In questi anni abbiamo subìto la riforma camerale e quella di Lecce è una delle poche realtà nel Mezzogiorno che ha mantenuto l'autonomia e anche il livello occupazionale. Siamo contenti del lavoro svolto in questi anni e continueremo a presidiare il territorio. Siamo fra le prime camere di commercio a livello nazionale per quanto riguarda le attività del Suap, con lo sportello unico presente in ben 96 comuni della provincia. Nel Mezzogiorno, invece, siamo fra le prime Camere di Commercio per la digitalizzazione dei servizi che, anche nel difficile periodo di lockdown, hanno accompagnato e supportato le imprese, senza soluzione di continuità».

Presidente Benisi, la casa delle imprese, dunque, è in salute. E le imprese salentine, invece, come stanno?
«Abbiamo problemi atavici: ci sono sacche di sofferenza, ma anche sacche di benessere. Avevamo settori fortissimi, come il manifatturiero tessile-calzaturiero, meccanico ed agroalimentare, che, però, hanno subito la crisi degli anni 2007 e 2008. Ora vediamo segnali di ripresa, in particolar modo nel Tac, anche grazie ad una produzione che associa know-how e tecnologie avanzate. Siamo consapevoli che con l'emergenza Covid, però, molte imprese di particolari settori mostrano segni di sofferenza. Molte attività rischiano di chiudere con preoccupanti risvolti in termini occupazionali e il rischio di cedere al sentimento di impotenza e rassegnazione è concreto. Ci stiamo adoperando affinché ciò non accada, affinché, pur nella difficoltà contingente, non venga sopraffatta la spinta imprenditoriale»

La qualità paga. Ed è dalla qualità che si deve ripartire. Lo conferma la produzione della fondazione “Le costantine” scelta da Dior. E lo ribadisce il Tac, un settore che lei ben conosce. Occorre incoraggiare le aziende ad investire sulla qualità?
«Assolutamente. Qualità e innovazione sono fondamentali e come Camera di Commercio abbiamo espresso soddisfazione ai dirigenti della casa di moda Dior per la scelta caduta sul nostro territorio, in occasione dell’affascinante evento di luglio. Ma attenzione: occorre sostenere le imprese di tutti i settori, anche con una convinta politica di consolidamento delle imprese “storiche” o, come amo definirle, “aziende motrici” del nostro territorio. Un elemento su cui mi sono soffermato a riflettere riguarda la continua e copiosa attività legislativa che viene svolta relativamente alla chiusura delle imprese; si legifera costantemente e moltissimo in tale ambito. Non si può dire altrettanto con riferimento alla nascita, supporto, crescita, sviluppo di attività imprenditoriali. Ecco, forse sarebbe d’aiuto spostare il focus, a ogni livello istituzionale…».

Mai come adesso che in ballo ci sono ingenti risorse europee...
«Certo. Ora guardiamo con interesse al recovery fund. Siamo ottimisti per queste risorse della comunità europea. Gli imprenditori hanno dimostrato, nel tempo, coraggio e solidarietà ed i governanti sono stati attenti e capaci nell’ottenere ingenti risorse dalla Comunità europea. Ma ora tocca a noi. Tutte le Istituzioni, a cominciare dalle Camere di commercio, gli attori sociali ed economici del territorio, compresa l’informazione, con forza e coesione devono richiedere al Governo che le maggiori risorse vengano destinate al Mezzogiorno con progetti validi e positivamente impattanti sulla nostra economia. La politica e i territori devono agire insieme: ora o mai più».

E veniamo ai trasporti. Il blocco dei voli (che già erano inadeguati) ha evidenziato ancora di più la nostra marginalità. Lei ha già sottolineato che “non può esserci ripresa senza flussi di turisti, imprenditori e lavoratori che scelgono il Salento”. Poi c’è la questione della Statale 275. Cosa fare?
«Sul problema dei trasporti e delle infrastrutture, la Camera di commercio è in prima linea e ha promosso tavoli e confronti. Adesso, dopo il dramma del coronavirus, questi problemi vanno affrontati e risolti senza perdere di vista la sicurezza. Registro una incoraggiante volontà da parte delle Istituzioni. I trasporti sono fondamentali. E, giusto per rendere concreto il discorso, faccio un esempio. Ipotizziamo che ci siano due imprenditori: uno a Brescia e l’altro a Leuca. Entrambi devono trasportare il prodotto in Francia. Il costo che dovrà sostenere l'imprenditore di Leuca, a parità di prodotto trasportato, è esattamente il doppio rispetto a quello del suo collega bresciano. Stessa cosa, se non peggio, in termini di tempo impiegato. Questo è solo uno dei tanti problemi che la politica, ma anche le istituzioni del territorio e l'informazione devono contribuire a far emergere e risolvere».

Quali altri sfide attendono il tessuto produttivo salentino?
«La digitalizzazione, soprattutto. Nel periodo del lockdown abbiamo visto quanto sia importante e quanto il Mezzogiorno sia ancora indietro. Più risorse alle infrastrutture digitali».

Presidente, lei ha fatto più volte riferimento alla politica. Ecco domenica e lunedì si voterà per eleggere il nuovo presidente della Regione. Alla politica cosa chiede?
«Faccio un accorato appello, sia in veste istituzionale che imprenditoriale. Mi auguro che già da lunedì sera tutte le forze politiche (vincitori e vinti) si mettano propositivamente al lavoro per perseguire obiettivi comuni, per affrontare le questioni e porre rimedio ai problemi che sono sul tappeto. E mi auguro ci sia un coinvolgimento attivo di tutte le Istituzioni, in particolare delle Camere di Commercio che ben conoscono le caratteristiche, le difficoltà, ma anche le potenzialità del sistema economico dei territori di competenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie