Venerdì 03 Luglio 2020 | 12:59

NEWS DALLA SEZIONE

svanita nel nulla
Nardò, mamma 29enne scompare di casa: è giallo

Nardò, mamma 29enne scompare di casa: è giallo

 
operazione dei CC
Surbo, rubano auto e disattivano Gps: arrestati 2 specialisti

Surbo, rubano auto e disattivano Gps: arrestati 2 specialisti

 
Turismo Vip
ll sole e l’azzurro di Giorgia illuminano il mare di Gallipoli

ll sole e l’azzurro di Giorgia illuminano il mare di Gallipoli

 
Le nostre coste
Otranto, sigilli in uno stabilimento: lido Zen, 10 indagati a Gallipoli

Otranto, sigilli in uno stabilimento: lido Zen, 10 indagati a Gallipoli

 
tragedia
Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

 
l'indagine
Lecce, screening a tappeto nelle aziende pubbliche e private

Coronavirus, a Lecce screening a tappeto nelle aziende pubbliche e private

 
La tragedia
Porto Cesareo, turista veneta annega mentre fa snorkeling

Porto Cesareo, turista veneta annega mentre fa «snorkeling»

 
nel Leccese
Rapinarono supermercato a Monteroni: cc arrestano due persone

Rapinarono supermercato a Monteroni: cc arrestano due persone

 
il gesto
Lecce, Goffredo Fofi dona a Polo biblio-museale collezione di libri e dvd

Lecce, Goffredo Fofi dona a Polo biblio-museale collezione di libri e dvd

 
Malavita
Novoli, coltellata all'addome, grave un 26enne

Novoli, coltellata all'addome: grave un 26enne

 

GDM.TV

Il Biancorosso

calcio
Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaI dati regionali
Basilicata ancora «covid free»: 292 tamponi, nessun positivo

Basilicata ancora «covid free»: 292 tamponi, nessun positivo

 
Leccesvanita nel nulla
Nardò, mamma 29enne scompare di casa: è giallo

Nardò, mamma 29enne scompare di casa: è giallo

 
BatAmbiente
Barletta, verde e rifiuti senza regola al villaggio turistico Fiumara

Barletta, verde e rifiuti senza regola al villaggio turistico Fiumara

 
Materapost-operazione
Bernalda, operazione «Paride», dopo gli arresti sequestrati soldi e droga

Bernalda, operazione «Paride», dopo gli arresti sequestrati soldi e droga

 
Foggiacolpo fallito
San Severo, ladri in azione nella notte: tentano di sradicare casseforti a «Ultra Gas»

Foggia, ladri in azione nella notte: tentano di sradicare casseforti a «Ultra Gas»

 
BrindisiAmbiente
Brindisi, parcheggi a Torre Guaceto: accuse a gestori e Comuni

Brindisi, parcheggi a Torre Guaceto: accuse a gestori e Comuni

 

i più letti

L'inchiesta

Lecce, allieve molestate: nei guai un prete-prof 45enne

Il pm: «No atti sessuali, ma atteggiamenti non graditi». Il sacerdote insegna in un istituto superiore in un paese a sud del capoluogo

Lecce, allieve molestate: nei guai prete-prof

LECCE - Molestie a scuola, ma non sessuali. L’accusa che la Procura muove nei confronti di un sacerdote di 45 anni, docente di religione in un istituto superiore che si trova in un paese a sud di Lecce, è di aver molestato le sue giovani allieve con atteggiamenti ritenuti troppo disinvolti e petulanti. I reati contestati sono molestie e disturbo alla persona e violenza privata. Accuse che non passano dall’udienza preliminare. E per il sacerdote è già stata fissata la data della prima udienza del processo.

Non riferiamo né la scuola né il nome del sacerdote per tutelare le studentesse e lo stesso indagato che risulta incensurato e senza precedenti.

E veniamo alle accuse. Per quella più pesante (atti sessuali con le studentesse) il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione perché si tratta di azioni estemporanee, di scarsa intensità (abbracci, baci sulla guancia, carezze sulle labbra) e senza carica erotica. Deciderà il gip che sta valutando la richiesta di archiviazione anche in realazione all’ipotesi di falso ideologico: avrebbe registrato la sua presenza sul registro di classe senza però essere in classe. Per la Procura si tratta di un’ipotesi di falso innocuo.

In aula, invece, il prete-prof dovrà difendersi dall’accusa di aver molestato le studentesse, per averle costrette a subire atti non graditi, per averle apostrofate in maniera poco ortodossa, per averle turbate con i suoi atteggiamenti petulanti, ripetitivi e impertinenti. C’è dell’altro. Il sacerdote avrebbe costretto la madre di una ragazza ad iscrivere la figlia nella sezione A dell’istituto nel quale insegnava: in caso contrario avrebbe minacciato la donna dicendo che «sarebbe diventato terribile». Non solo. Quando nel corso dell’anno scolastico, la studentessa ha presentato certificazione medica attestante disturbi nell’apprendimento, il prete avrebbe fatto pressioni affinché cambiasse scuola ed avrebbe minacciato di esercitare pressioni sul consiglio di classe per la bocciatura della ragazza. Infine avrebbe offeso la giovane rivolgendole frasi del tipo: «Capra, handicappata». Alla fine la studentessa è stata bocciata ed ha cambiato scuola.

Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Maria Rosaria Micucci. Il sacerdote-insegnante è difeso dall’avvocato Luigi Corvaglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie