Domenica 20 Ottobre 2019 | 18:21

NEWS DALLA SEZIONE

IL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
Un 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
La tragedia
Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
la mossa del sindaco
Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

 
Migranti
Salento, due sbarchi in poche ore: in 81 arrivano a bordo di una barca a vela

Salento, due sbarchi in poche ore: in 81, tra curdi e iracheni, a bordo di un veliero

 
I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'intesa
Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

 
Incidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
in salento
Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

 
era in ospedale
Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoUniversità
Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
BariIl fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Nel basso salento

Torre S.Giovanni: tartaruga ributtata in mare per errore

La testuggine stava scavando nella sabbia per creare il nido dove deporre le uova, ma alcuni bagnanti hanno pensato fosse in difficoltà e l'hanno fatta tornare in acqua

Torre S.Giovanni: tartaruga ributtata in mare per errore

Una tartaruga esce dall'acqua e comincia a scavare ma viene fermata e riportata in mare. Un intervento in buona fede di chi credeva che la Caretta caretta fosse in difficoltà potrebbe aver causato la mancata deposizione delle uova. È avvenuto sul litorale di Torre San Giovanni, all’altezza del campeggio «Riva di Ugento». La tartaruga è stata vista al mattino presto. Aveva la testa bassa, posizione tipica di quando verificano le condizioni esterne prima della deposizione, e con le zampe anteriori spingeva via lateralmente la sabbia. Per questo, chi l'ha vista, ha creduto che non riuscisse a tornare in acqua e l'ha «aiutata», ma così l'ha definitivamente allontanata da quel tratto di spiaggia.

Lo spiega, lanciando un appello, Piero Carlino, responsabile del Centro recupero tartarughe marine di Calimera. «Le tartarughe sulle spiagge non vanno toccate - dice - si è trattato certamente di un’azione compiuta con l’intento di aiutare l’animale, credendolo in difficoltà. Purtroppo, però, l'episodio potrebbe aver interrotto la deposizione delle uova. Quando si vede una tartaruga sulla sabbia soprattutto se di sera o di mattina, bisogna solo contattare il Centro di recupero delle tartarughe marine o la Capitaneria di porto. L’animale non va assolutamente toccato né spostato, perché è lì per deporre le sue uova, o quanto meno per verificare se ci sono le condizioni per farlo successivamente».

Le tartarughe, infatti, fanno dei sopralluoghi prima di scavare la buca e deporvi le uova. In caso di avvistamento si può chiamare il Crtm al numero 3206586551. Venerdì a Gallipoli la mareggiata ha allagato un nido con 91 uova. La sua scoperta casuale, in assenza di un progetto di monitoraggio delle nidificazioni, non ha permesso di salvarlo. Si tratta di attività i cui costi si scontrano con l’esiguità dei fondi a disposizione per la salvaguardia della specie. Eppure i volontari non si arrendono. Ieri il Crtm era al faro di San Cataldo, assieme a Capitaneria di Porto e Forestale, per #iosonoambiente 2019, progetto per limitare il consumo di plastiche, dannoso per l'ecosistema marino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie