Mercoledì 17 Luglio 2019 | 04:49

NEWS DALLA SEZIONE

Organizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
Il vertice
Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

 
Nel Salento
Lido Conchiglie: auto sfonda guardarail e si ribalta fuoristrada, muore una 33enne

Lido Conchiglie: auto sfonda guardarail e si ribalta fuori strada, muore una 33enne

 
In via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
Per una manciata di voti
Università del Salento, eletto il nuovo rettore: è Fabio Pollice

Università del Salento, eletto il nuovo rettore: è Fabio Pollice

 
Il caso
Casarano, Mastrogiovanni non diffamò la Giunta comunale: gip archivia querela

Casarano, Mastrogiovanni non diffamò la Giunta comunale: gip archivia querela

 
L'evento a Otranto
Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

 
Nel basso salento
Torre S.Giovanni: tartaruga ributtata in mare per errore

Torre S.Giovanni: tartaruga ributtata in mare per errore

 
Nel Salento
Copertino, frontale sulla strada di ritorno dal mare: una 38enne in Rianimazione

Copertino, frontale sulla strada di ritorno dal mare: una 38enne in Rianimazione

 
Nel Salento
Nardò: esplode vecchia bombola da sub custodita in un'auto, nessun ferito

Nardò: esplode vecchia bombola da sub custodita in un'auto, nessun ferito

 
A Baia Verde
Gallipoli, onde allagano nido di tartaruga: niente da fare per 91 uova

Gallipoli, onde allagano nido di tartaruga: niente da fare per 91 uova

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

Tribunale di Potenza

Lecce, torna in libertà l'ex pm Emilio Arnesano

Revocati i domiciliari anche all'ex dirigente Asl Siciliano

Lecce, torna in libertà l'ex pm Emilio Arnesano

Pm arrestato Emilio Arnesano

Tornano in libertà dopo sei mesi. Da ieri possono lasciare i domiciliari l’ex pubblico ministero Emilio Arnesano e il dirigente medico della Asl Carlo Siciliano, direttore del Dipartimento di Medicina del Lavoro e igiene ambientale. I due, nel dicembre scorso, sono stati travolti dall’inchiesta «Giustizia&Favori». Per loro, accusati di scambi corruttivi, il gip del Tribunale di Potenza ha disposto la custodia in carcere. E dopo aver trascorso qualche giorno in cella hanno ottenuto i domiciliari. Ora sono tornati in libertà.

Nel frattempo il processo è già cominciato. E la revoca della custodia cautelare è stata decisa dai giudici in composizione collegiale (Presidente Sergi) del Tribunale di Potenza: sono state ritenute oramai attenuate le esigenze cautelari. Invece, il pubblico ministero Gloria Piccininni aveva espresso parere contrario (non vincolante) alla revoca dei domiciliari.
I due, comunque, tornano in libertà ma con qualche prescrizione. Per quanto riguarda la posizione dell’ex pubblico ministero, è stato disposto l'obbligo di dimora a Carmiano (il paese di residenza). I giudici hanno accolto l'istanza degli avvocati Luigi Covella e Luigi Corvaglia, presentata nel corso della scorsa udienza. La richiesta di revoca della misura è stata motivata con il fatto che non c’è più il rischio di reiterazione del reato, poiché Arnesano è stato da tempo sospeso dalla magistratura. Non solo, anche il pericolo d’inquinamento probatorio sarebbe insussistente.

Per quanto attiene Carlo Siciliano, il collegio ha disposto il divieto di dimora a Lecce. I giudici di Potenza hanno accolto la richiesta di revoca dei domiciliari presentata dagli avvocati Amilcare Tana e Nicola Buccico.
Tutto nasce da un’indagine della Procura di Lecce sulla Asl. Nel corso delle intercettazioni, gli investigatori si sono imbattuti nell’allora pubblico ministero Emilio Arnesano. E così è emerso quello che gli inquirenti ritengono essere un sistema di scambi di favori giudiziari tra il magistrato e alcuni dirigenti della Asl. Almeno due i casi che, poi, sono confluiti nelle contestazioni mosse dalla Procura di Potenza alla quale, competente ad indagare sui magistrati della Corte d’Appello di Lecce, è stata trasferita l’inchiesta.

Uno è relativo alla piscina in odor di abusivismo del primario Giorgio Trianni. L’allora pm Arnesano, titolare del fascicolo, aveva archiviato l’indagine e dissequestrato la piscina. Secondo le contestazioni, ci sarebbe stato uno scambio di favori. E a curare la regia sarebbe stato Carlo Siciliano che fece organizzare delle battute di caccia alle quali venne invitato il magistrato per poter favorire la risoluzione del problema.

Tra le accuse mosse, poi, c’è la vendita di Siciliano ad Arnesano di una imbarcazione di 12 metri. La Procura ritiene che l’operazione sia avvenuta ad un prezzo di favore. E tanto al fine di far ottenere all’ex Direttore dell’Asl Ottavio Narracci (anch'egli ha ottenuto recentemente la revoca dei domiciliari) l’assoluzione dall’accusa di peculato. Assoluzione giunta al termine di un processo in cui Arnesano aveva chiesto di poter rappresentare la Pubblica accusa.
All’ex pubblico ministero, infine, si contestano pure presunti favori giudiziari, in cambio di rapporti sessuali con avvocatesse.
La prossima udienza del processo a Potenza è prevista per il 4 luglio e in quell’occasione sarà sentito come testimone l’ex presidente della Corte d’Appello Roberto Tanisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie