Domenica 21 Aprile 2019 | 18:26

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Il caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
Il caso
Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

 
La decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
Verso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
Nel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
Nel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
A campi Salentina
Intrappolato con auto nel passaggio a livello: paura per anziano

Intrappolato nel passaggio a livello: paura per anziano

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Il caso

Parabita, lettera di minacce in Comune nel mirino i tre commissari

I carabinieri hanno avviato le indagini. Nella busta anonima il messaggio firmato da «un amico»

Parabita, lettera di minacce in Comune nel mirino i tre commissari

LECCE - Una lettera minatoria è stata recapitata ieri ai commissari straordinari che guidano il Comune di Parabita, nel Leccese, il cui consiglio comunale è stato sciolto nel 2017 per infiltrazioni mafiose. La missiva, contenente, a quanto pare, un chiaro invito a farsi gli affari propri per vivere più a lungo, è stata spedita via posta al municipio. I commissari, Andrea Cantadori, Sebastiano Giangrande e Gerardo Quaranta, hanno allertato la Prefettura, il ministero dell’Interno e i carabinieri.

A circa dieci giorni dalla presentazione delle liste e a poco più di un mese dalle elezioni che, dopo due anni di gestione straordinaria, dovranno dare a Parabita un nuovo sindaco e un nuovo consiglio comunale, questo episodio getta nuove ombre su un Comune già nell’occhio del ciclone per le vicende che lo hanno interessato negli ultimi anni. Spetterà agli investigatori, ora, comprendere le motivazioni che si nascondono dietro alla missiva. Si tratta di un invito ai commissari a trascorrere le ultime settimane alla guida del Comune senza intraprendere particolari iniziative, magari su settori delicati della vita amministrativa? O la minaccia riguarda azioni già intraprese dai commissari nel corso della loro amministrazione? «Tiriamo dritto - sono le parole del viceprefetto Cantadori - e non ci facciamo intimidire. Chi amministra Comuni sciolti per motivi riconducibili a fenomeni di condizionamento mafioso sa che possono verificarsi cose di questo genere. Evidentemente certe azioni che abbiamo posto in essere hanno dato fastidio a qualcuno. In un certo senso, quando si affrontano determinate situazioni, è fisiologico attendersi avvertimenti o reazioni. C’è sempre molta attenzione verso le nostre decisioni. Questo per noi è un incoraggiamento a proseguire sulla strada avviata, fino all’ultimo minuto dell’incarico ricevuto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400