Sabato 24 Agosto 2019 | 05:50

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

 
La decisione
Nardò, sindaco vieta pesca e balneazione alla Palude del Capitano

Nardò, «troppi turisti» e il sindaco vieta i bagni alla Palude del Capitano

 
Le caretta caretta
Fiocco «rosa» sulla spiaggia di Pescoluse: 25 tartarughine si tuffano in mare

Fiocco «rosa» sulla spiaggia di Pescoluse: 25 tartarughine si tuffano in mare

 
A Gallipoli
Fugge per godersi l’estate: i cc si fingono scaricatori di birra e lo stanano a Baia Verde

Fugge per godersi l’estate: i cc si fingono scaricatori di birra e lo stanano a Baia Verde

 
L'operazione
San Foca, sequestrato lido abusivo: restituiti circa 300 mq di spiaggia libera

San Foca, sequestrato lido abusivo: restituiti circa 300 mq di spiaggia libera

 
Il dramma
Xylella in Salento. bruciano gli ulivi malati: devastato anche il paesaggio

Xylella in Salento, bruciano gli ulivi malati: devastato anche il paesaggio

 
L'evento il 23 e il 24 agosto
Con Circular Music Afro Festival il Salento incontra l’Africa

Con Circular Music Afro Festival il Salento incontra l’Africa

 
La polemica
Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

 
Salento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
Dal 27
A Otranto arriva la nave scuola della Marina «Palinuro

A Otranto arriva la nave scuola della Marina «Palinuro

 
Musica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekDopo il Cinzella Festival
Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

 
PotenzaLavoro
Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

 
LecceL'evento
Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

 
BatIl caso
Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

 
FoggiaLotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 
MateraIl sogno
Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

 

i più letti

L'iniziativa

Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

La marcia raccatta-immondizia fa proseliti anche in provincia di Lecce

Salento, ecco i maratoneti spazzini: sport contro gli zozzoni

Un, due, tre: lattina. Un, due, tre: bottiglia. Alla fine della corsa, oltre ai chilometri percorsi, c’è un altro risultato da portare a casa. Ed è quello dei rifiuti raccolti per strada, tra un piegamento ed uno scatto effettuato per rincorrere una busta di plastica che vola via.
Lo sport più virtuoso che ci sia si chiama plogging. È un neologismo coniato fondendo due parole, tra lo svedese e l’inglese: plocka upp, che significa raccogliere, e jogging. L’attività sportiva del momento, infatti, è nata in Svezia ma da qualche settimana si sta diffondendo nel mondo intero.


Tutto consiste nella raccogliere dei rifiuti mentre si corre. Per combinare esercizio fisico con la pulizia dell’ambiente. Anche in provincia di Lecce c’è un gruppo di “aficionados”, con sede a Martano, nel cuore della Grecìa. Uno dei luoghi più affascinanti dell’intera regione. Sergio Nocco, professore di 43 anni, anima un gruppo di persone che da qualche tempo ha anche un profilo social, Plogging Salento. La finalità è di divertirsi facendo sport e, soprattutto, contribuendo a tenere il mondo pulito.
Qualche giorno fa è intervenuto durante una trasmissione di Radio2 raccontando la sua esperienza agli ascoltatori italiani. «A volte – esordisce – quando parlo di questa mia passione anche in famiglia sembro un invasato ma penso sinceramente che sia terminato il tempo di piazzare bandierine presenzialiste, è terminato il tempo dei proclami. Ognuno di noi deve, invece, rimboccarsi le maniche e fare qualcosa, in prima persona».


Nocco ha una filosofia di vita che cammina, anzi corre, su gambe toniche e muscolose: «bisogna che ognuno di noi cambi atteggiamento mentale. Abbiamo la percezione dell’ambiente circostante come di qualcosa di irrimediabilmente sporco, per cui continuiamo a sporcarlo. È un po’ come la teoria del finestre rotte: a degrado ci sembra inevitabile che vada ad aggiungersi degrado. Io propongo, invece, una inversione di tendenza già nella nostra mente. Se smettiamo di aggiungere elementi di disturbo nell’ambiente e iniziamo invece a sottrarli, arriveremo al punto di aver ripulito tutto senza quasi accorgercene. Allora sì che sarà possibile semplicemente mantenere il risultato raggiunto: un ambiente pulito da difendere ad oltranza».
La teoria, messa in pratica, significa che se ognuno porta via e poi smaltisce correttamente, dopo una corsetta, un sacchetto di rifiuti, l’obiettivo di risanare tutto è veramente alla portata. «Tutti, però, dobbiamo muoverci insieme – continua Nocco – come appassionati sportivi ed ambientalisti. Io l’ho già fatto a Martano e lo riproporrò. La ricetta è semplice: si organizza una battuta sportiva di caccia al rifiuto e si avvisa la ditta che gestisce la raccolta nel proprio paese. Alla fine della corsetta i volontari saranno in grado di consegnare decine di buste piene. E si sarà fatto divertendosi, correndo e stando insieme ad altre persone». Insegnante in un istituto alberghiero a Molfetta, Nocco sta lavorando molto con i giovani e sulle loro sensibilità: «tutela dell’ambiente e turismo, che per la nostra terra significa economia, lavoro e benessere, vanno di pari passo. Questo deve entrare nella testa dei ragazzi». Un’ultima frase? «Non si prendono malattie raccogliendo una lattina o una bottiglia da terra. Bastano un buon paio di guanti per vincere quel timore». Poi sarà solo orgoglio nel vedere prati e boschi finalmente puliti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie