Martedì 25 Giugno 2019 | 21:35

NEWS DALLA SEZIONE

In salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
L'emergenza
Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

 
Omicidio
Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide un’anziana

Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide anziana nella stanza da letto

 
L'emergenza
Lecce, caos liste d'attesa: una colonscopia? Nel 2021

Lecce, caos liste d'attesa: una colonscopia? Nel 2021

 
L’operazione dei cc
Mafia a Lecce, sgominato clan emergente: 30 arresti. Indagato anche un sindaco

Lecce, sgominato clan: 30 arresti. Indagato sindaco di Scorrano: «Promise appalti a mafiosi»

 
Nel Salento
Gallipoli, crollo in chiesa, matrimonio dirottato

Gallipoli, crollo in chiesa, matrimonio dirottato

 
Dai Cc
Due rapine a Squinzano e Surbo, preso un 40enne dopo inseguimento

Due rapine a Squinzano e Surbo, preso un 40enne dopo inseguimento

 
La tragedia
Otranto, donna precipita dai bastioni del Castello davanti gli occhi del sindaco

Otranto, donna precipita dai bastioni del Castello sotto gli occhi del sindaco

 
Ipotesi abuso d'ufficio
Nardò, il sindaco Mellone indagato per le lampade votive

Nardò, il sindaco Mellone indagato per le lampade votive

 
Salento
Esplosione in appartamento a Porto Cesareo: due feriti gravi

Esplosione in appartamento a Porto Cesareo: due feriti gravi

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa cerimonia
Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

 
HomeLa richiesta
ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

 
BrindisiL'inseguimento
Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

 
Batdalla guardia costiera
Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

 
LecceIn salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
FoggiaIeri sera
Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

 
PotenzaNel potentino
Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

 

i più letti

Verso il voto

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

L'ex sindaco: «Mi impegno a restituire benessere ai cittadini»

Salvemini minacciato ora indaga la Polizia

LECCE - Se il centrodestra si prepara alle primarie, la coalizione «civica, moderata e progressista» di Carlo Salvemini e Alessandro Delli Noci riparte dalle primarie del programma. Ieri mattina, intanto, i due hanno chiamato a raccolta i loro sostenitori al parco di Belloluogo per l’avvio ufficiale della campagna elettorale.
Sole, verde, sorrisi, abbracci, strette di mano e anche una banda musicale. Una vera e propria festa, insomma, alla presenza del governatore di Puglia Michele Emiliano e del presidente della Provincia Stefano Minerva.

Ha aperto gli interventi l’ex vicesindaco Delli Noci, che non si ricandiderà, ma - in caso di vittoria - sarà ancora il braccio destro di Salvemini. E ha scherzato sul soprannome che il leader di «Andare Oltre» Pippi Mellone gli ha affibbiato, in quanto «eterno secondo», in un’intervista alla Gazzetta: «Toto Cutugno ha fatto la storia della musica italiana, mentre i Jalisse hanno vinto una volta, ma nessuno se li ricorda più». E non è neppure mancata qualche frecciatina scagliata all’indirizzo di Paolo Perrone: «Abbiamo scelto la via del cambiamento e non si può tornare indietro - ha aggiunto l’ex vicesindaco - E non si guarda a biografie, steccati, ma solo al bene comune. Mi rendo conto che è musica difficile da comprendere per chi per anni si è sentito proprietario di palazzo Carafa e di Alessandro Delli Noci. Sempre quel qualcuno, che è uscito dalla porta, oggi tenta di rientrare dalla finestra e noi non glielo possiamo consentire».

Poi il riferimento ai temi da cui ripartire, che sia il 3 che il 17 marzo (in coincidenza con le consultazioni del centrodestra) vedrà celebrare le primarie del programma. «Noi ci concentreremo sulla città e sui cittadini - ha chiarito Delli Noci - e lo faremo stando tra la gente sempre e lavorando sul programma che deve essere uno strumento in grado di raccogliere le idee e le sollecitazioni per rendere Lecce una città più vivibile, giusta e solidale. Oggi abbiamo raccolto tutto l’entusiasmo di cui c’è bisogno per iniziare un viaggio così impegnativo. Questa coalizione - composta da donne e uomini liberi che vogliono mettersi in gioco per l’interesse collettivo - è pronta. Partiremo dal buono che è stato fatto in questi 18 mesi, che hanno sancito ancora una volta la comunione di intenti tra il mio Movimento e Carlo Salvemini, il migliore sindaco che la nostra città possa avere.

Raccoglieremo in giro per la città, per i quartieri, e ancora in due giornate dedicate totalmente al programma tutte le proposte per implementare un programma che già esiste e che vogliamo migliorare».
Poi il microfono è passato al ri-candidato sindaco. «Non sarà una riproposizione di quanto è già stato nei 18 mesi di governo - ha detto Salvemini - Bisogna rilanciare. Il programma sarà scritto con i cittadini, ma si parte da due punti fondamentali. Dobbiamo sapere che la manutenzione ordinaria dello spazio pubblico, strade, piazze, parchi, sono l'investimento più oneroso e faticoso per la pubblica amministrazione, ma sono strategici per rafforzare un vincolo comunitario perché la qualità del lavoro di un sindaco si misura dal benessere che restituisce ai propri cittadini, dal soddisfacimento dei loro bisogno, dall'offerta dei servizi pubblici: c'è qualcosa di più. Tutti i comuni si misurano con le sofferenze di bilancio - ha proseguito - Noi abbiamo dovuto fare un passaggio doveroso e impopolare, venendo accusati di drammatizzare la situazione, per non trasferire troppi debiti alle future generazioni. Ma quanto fatto non deve coprire un orizzonte di futuro, anzi pone un obiettivo sfidante che vogliamo raccogliere: siamo pronti a dotare la città di un piano strategico comunale coinvolgendo tutti gli attori, politici, sociali, economici del territorio e lo faremo, lo abbiamo già accennato, con le città di Brindisi e Taranto per costruire un futuro capace di valorizzare i punti di forza della Terra d'Otranto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie