Martedì 20 Agosto 2019 | 23:42

NEWS DALLA SEZIONE

Lo sbarco
Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

 
Musica
Notte Taranta, Mastrangelo: «Il Concertone dalla Puglia vola a Mosca»

Notte Taranta, Mastrangelo: «Il Concertone dalla Puglia vola a Mosca»

 
A Torre Lapillo
Lecce, turismo e prezzi: scoppia la polemica della frisella

Lecce, turismo e prezzi salati: scoppia la polemica della frisella

 
Malendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
a Melpignano
Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

 
Il Blitz
Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

 
Vandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
Vacanze vip
Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

 
le «pagelle» arwu
UniSalento perde quota ma resta nella top 1000 delle migliori al mondo

UniSalento perde quota ma resta nella top 1000 delle migliori al mondo

 
Plastica bruciata
Rogo in un deposito di Lecce, ustionato 17enne: vvf all'opera per 5 ore

Rogo in un deposito di Lecce, ustionato 17enne: vvf all'opera per 5 ore

 
Nel Leccese
Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, le prove sono finitemanca una identità definita

Bari, le prove sono finite manca una identità definita

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPolizia locale
Bari, sequestrati 70 chili di pesce e carne congelata in ristorante

Bari, sequestrati 70 chili di pesce e carne congelata in ristorante

 
PotenzaIl recupero
Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

 
TarantoLa denuncia
ArcelorMittal, Usb: «A rischio crollo parte del tetto dell'Acciaieria1»

ArcelorMittal, Usb: «A rischio crollo parte del tetto dell'Acciaieria1»

 
LecceLo sbarco
Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

 
FoggiaIl caso
Foggia, fiamme lungo i binari: traffico ferroviario sospeso e ritardi

Foggia, fiamme lungo i binari: traffico treni a singhiozzo. 
Uomo travolto da Lecce-Milano

 
BrindisiSu Instagram
Flavia Pennetta di nuovo mamma: ad annunciarlo sui social è Fabio Fognini

Flavia Pennetta di nuovo mamma: ad annunciarlo sui social è Fabio Fognini

 
MateraNel Materano
Montescaglioso, fuga di gas da una casa: salvata 89enne e sventata esplosione

Montescaglioso, fuga di gas da una casa: salvata 89enne e sventata esplosione

 
BatL'opificio
Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

 

i più letti

Il picco

Influenza, Salento prepara 60 posti letto extra in ospedale

Pronto il piano di potenziamento per prevenire l'emergenza

ospedale Vito Fazzi di Lecce

Piano Marshall antinfluenzale della asl: sessanta posti letto extra negli ospedali della provincia. Per affrontare il picco influenzale previsto per la fine del mese i dirigenti della asl hanno preso le contromisure. I posti letto “anti-influenza” saranno distribuiti nei reparti di lungodegenza, medicina o riabilitazione degli ospedali di Gallipoli, dove sono previsti 20 posti nel reparto di medicina; Galatina, con 15 posti da attivare nell’ala attigua alla divisione di medicina; Copertino, con 10-15 posti letto di medicina, lungodegenza, ospitati in ex urologia.

A Casarano, invece, saranno mantenuti attivi i 13 posti letto di cardiologia, in deroga temporanea rispetto alla programmazione del piano di riordino. In attesa che siano attivati i posti letto suppletivi la asl ha stabilito inoltre che tutte le unità operative complesse mettano a disposizione dei pronto soccorso almeno cinque posti letto dei propri in dotazione. Questo in sostanza il piano di potenziamento previsto dalla asl di Lecce, organizzato dal direttore amministrativo facente funzioni di direttore generale Antonio Pastore e dal direttore sanitario Rodolfo Rollo. Il provvedimento è il frutto del confronto che i dirigenti hanno avuto nei giorni scorsi con i direttori medici dei vari presidi ospedalieri. Incluse nel piano d’emergenza anche le terapie intensive degli ospedali di Gallipoli, Scorrano e Casarano, che dovranno garantire l’aumento, se richiesto, di otto posti letto nel caso di ulteriore incremento delle richieste di ricovero.

Il piano approntato dalla direzione della asl dovrà essere attuato dalle direzioni mediche ed amministrative dei presidi, a cui è stato dato mandato di organizzare rapidamente le risorse già a disposizione, con la possibilità anche di richiedere nuovo personale in caso di necessità. La direzione strategica della asl intende prevenire l’emergenza dell’ulteriore previsto aumento delle patologie influenzali e delle loro complicanze con questi provvedimenti d’urgenza. Proprio tra gennaio e febbraio infatti, come ogni anno, si registra l’aumento esponenziale dei casi che colpiscono prevalentemente i soggetti più fragili, cioè bambini, anziani e persone affette da patologie croniche. Intanto nelle prime due settimane di gennaio, secondo dati Influnet, del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, l’incidenza pugliese si assesta sugli 8,41 casi ogni mille assistiti.

La Puglia, secondo la stessa fonte, non rientra, al momento, tra le regioni italiane più colpite. In generale la sorveglianza sentinella Influnet ha messo in evidenza che nella seconda settimana del 2019 il livello di incidenza è inferiore rispetto a quello della precedente stagione ed è paragonabile solo a quello delle stagioni 2010-2011 e 2014-2015.
«Non baciatevi, lavatevi spesso le mani e, se ammalati, non tossite in direzione delle persone; inoltre, prima di averle lavate, non portate le mani alla bocca o sugli occhi se avete toccato una persona influenzata» queste le immediate raccomandazioni del medico di base Alberto Mangiacavallo per tentare di limitare il propagarsi dell’influenza. «È inutile che le persone non incluse nelle categorie a rischio o che abbiano patologie gravi concomitanti chiamino il medico prima che siano trascorse le 72 ore canoniche di febbre. Brividi di freddo, sensazione di ossa rotte, dolori muscolari, mal di testa, bruciori alla gola, sono sintomi classici dell’influenza, non bisogna allarmarsi», prosegue Mangiacavallo. «Si può usare il paracetamolo come antipiretico in caso di febbre alta; oltre le 72 ore di febbre sarà il medico a valutare l’opportunità o meno di somministrare gli antibiotici» ammonisce il medico. Per il resto è certamente d’aiuto una dieta sana, ricca di frutta fresca e verdura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie