Mercoledì 26 Giugno 2019 | 12:54

NEWS DALLA SEZIONE

Mafie in Puglia
Scorrano, c’è l’ipotesi scioglimento per il Comune

Scorrano, c’è l’ipotesi scioglimento per il Comune

 
Tribunale di Potenza
Lecce, torna in libertà l'ex pm Emilio Arnesano

Lecce, torna in libertà l'ex pm Emilio Arnesano

 
In salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
L'emergenza
Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

 
Omicidio
Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide un’anziana

Lecce, raptus nella casa di riposo: 72enne uccide anziana nella stanza da letto

 
L'emergenza
Lecce, caos liste d'attesa: una colonscopia? Nel 2021

Lecce, caos liste d'attesa: una colonscopia? Nel 2021

 
L’operazione dei cc
Mafia a Lecce, sgominato clan emergente: 30 arresti. Indagato anche un sindaco

Lecce, sgominato clan: 30 arresti. Indagato sindaco di Scorrano: «Promise appalti a mafiosi»

 
Nel Salento
Gallipoli, crollo in chiesa, matrimonio dirottato

Gallipoli, crollo in chiesa, matrimonio dirottato

 
Dai Cc
Due rapine a Squinzano e Surbo, preso un 40enne dopo inseguimento

Due rapine a Squinzano e Surbo, preso un 40enne dopo inseguimento

 
La tragedia
Otranto, donna precipita dai bastioni del Castello davanti gli occhi del sindaco

Otranto, donna precipita dai bastioni del Castello sotto gli occhi del sindaco

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceMafie in Puglia
Scorrano, c’è l’ipotesi scioglimento per il Comune

Scorrano, c’è l’ipotesi scioglimento per il Comune

 
PotenzaLa nomina
Potenza, ecco la giunta di Guarente: 4 donne in squadra

Potenza, ecco la giunta di Guarente: 4 donne in squadra

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BrindisiPer spaccio
Carovigno, fa la guardia giurata, ma ha in casa 47 dosi di droga: arrestato

Carovigno, fa la guardia giurata, ma ha in casa 47 dosi di droga: arrestato

 
FoggiaIndagano i cc
Camion in fiamme nel Foggiano: deviazioni sulla SS16

Camion in fiamme nel Foggiano: deviazioni sulla SS16

 
BariEntrambi con precedenti
Monopoli, polizia pizzica 2 presunti ladri in «trasferta» dal quartiere San Paolo di Bari

Monopoli, polizia pizzica 2 presunti ladri in «trasferta» dal quartiere San Paolo di Bari

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

Scuola

Lecce, mancano gli operatori protestano i genitori

Polimeno, Cgil: «Pronti ad allertare anche il prefetto»

scuola

LECCE - La campanella è suonata ieri per tutti gli studenti salentini, pronti a trascorrere le loro mattinate sui banchi di scuola. Questo in condizioni normali, però, perché è anche accaduto che alcuni alunni siano rimasti a casa. La decisione è stata presa nel territorio da Nardò da alcune famiglie, esasperate dall’annosa questione dell’assistenza ai minori disabili.

Il problema è stato parallelamente affrontato negli uffici di via Miglietta dal direttore generale della Asl di Lecce insieme agli esponenti sindacali di Cgil, Cisl, Uil, Fsi e Fials che hanno raccolto le lamentele degli interessati. Il vertice, convocato d’urgenza ma interlocutorio, è servito solo a mettere i puntini sulle “i”. In altre parole, l’azienda sanitaria, ha ribadito Ottavio Narracci, continua a farsi carico di una parte dell’assistenza ai minori, impiegando 250 ausiliari distribuiti negli istituti scolastici dei 10 distretti. Lavoratori che dovrebbero integrare gli operatori sociosanitari degli Ambiti di zona.

«I nostri sforzi non esauriscono tutte le esigenze dei disabili negli istituti perché gli oneri principali del servizio ricadono sulle tasche degli Ambiti - ha puntualizzato il direttore - La Asl di Lecce si muove in modo anomalo su scala regionale, pagando il personale per il servizio di accompagnamento perché qui, e solo qui, gli ausiliari nel 2009 sono stati stabilizzati».

L’azienda sanitaria prova quindi a colmare lacune e ritardi amministrativi accumulati dagli Ambiti, ma il problema rimane. Scatenando le vibranti proteste delle famiglie con minori disabili a carico, come accaduto negli ultimi giorni a Nardò.
«Il disagio si ripropone ad ogni inaugurazione di anno scolastico a causa dell’esiguità del personale dedicato - ha commentato il sindacalista Fp Cgil, Floriano Polimeno - A Nardò, fino all’anno scorso, erano disponibili 24 Oss. Ora il nuovo bando ha ridotto sia il numero degli operatori, sia il loro monte ore complessivo: prenderanno servizio dal 1° ottobre alla fine di maggio 2019, coprendo 3 ore al giorno e il rapporto sarà di 1 Oss ogni 5 ragazzi».

«La situazione è grave - ha aggiunto il sindacalista - Ho discusso dei disagi con i vari responsabili degli Ambiti di zona che però si trincerano dietro i limiti delle leggi regionali: questo è un cane che si morde la coda e per risolvere l’impasse ho chiesto un incontro urgente in Provincia di Lecce. Ma sono anche pronto ad allertare anche il prefetto del capoluogo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie