Sabato 22 Settembre 2018 | 15:02

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Ambiente

I rifiuti del Salento a Brindisi e Grottaglie

Intanto Nardò rifiuta ufficialmente l’impianto di compostaggio

I rifiuti del Salento a Brindisi e Grottaglie

La Regione trova una soluzione per lo smaltimento dei rifiuti biostabilizzati provenienti dal Salento smistandoli tra Brindisi e Grottaglie. Intanto Nardò rinuncia ufficialmente all’impianto di compostaggio.

Nel primo pomeriggio di ieri, a Bari, si è svolta una riunione convocata dal commissario dell’Agenzia regionale per i rifiuti, Gianfranco Grandaliano, che ha visto seduti intorno a un tavolo i gestori delle discariche ubicate nelle province di Taranto e Brindisi.

L’emergenza si era sviluppata all’indomani della nota trasmessa dalla Cisa, che gestisce la discarica di Statte, non più disponibile ad accogliere i rifiuti biostabilizzati della Ambiente e sviluppo di Cavallino per esaurimento del sito.

L’Ager, dopo il confronto tra i gestori, ha quindi stabilito nuovi flussi per scongiurare l’emergenza, disponendo l’invio dei rifiuti nella discarica Formica di Brindisi, nella Italcave che si trova nella stessa città di Statte e nel sito della Lgh di Grottaglie, queste ultime due in provincia di Taranto. Il periodo di regolamentazione provvisoria dei flussi dovrebbe durare circa tre mesi, in attesa di predisporre un nuovo piano strutturato alla fine dell’anno.

«Tutto questo non comporterà alcuna variazione delle tariffe di smaltimento - ha rassicurato Grandaliano al termine della riunione - visto che le distanze con i centri sono pressoché uguali, inoltre le discariche rinunceranno ad accogliere altri tipi di rifiuti, in favore di quelli biostabilizzati che giungeranno dalla provincia di Lecce, senza aumentare le capacità già previste. Tutto – ha rimarcato – avverrà nei limiti dell’ordinario».

Nel frattempo negli uffici della Regione, sempre ieri mattina, sono arrivati due documenti, inseriti dall’Ager nei rispettivi fascicoli.

Il primo riguarda la rinuncia ufficiale del Comune di Nardò ad accogliere un impianto di compostaggio, con la disponibilità rinnovata ad ospitare quello per la plastica.

Il secondo è la presa di posizione del Comune di Cavallino, che chiede di prendere in considerazione una piattaforma già esistente autorizzando un progetto di potenziamento (ne riferiamo a parte).

«Forse è il caso di chiarire la questione - ha replicato Grandaliano - soprattutto alla luce di qualche dichiarazione un pò confusa che rischia di esporre alla cittadinanza un quadro distorto ed errato della situazione. È opportuno ricordare che la sottoscrizione del contratto propedeutico all’avvio dei lavori di ammodernamento e completamento della piattaforma sita in località Guarini, qualora ne sussistano i presupposti, è e resta in capo al Comune. Ciò trova conferma nello schema contrattuale allegato al progetto di fattibilità tecnica e economica presentato in fase di gara, che prevede quali uniche parti contraenti proprio la città e l’eventuale aggiudicatario. Anche se fosse stato sottoscritto il contratto - ha ribadito - questo avrebbe riguardato comunque, esclusivamente, l’impianto di biostabilizzazione e non già la discarica, laddove, per stessa ammissione del sindaco, si annida il vero problema. La discarica è di proprietà di Cisa, la quale è pertanto l’unica responsabile della gestione della stessa. Nessuna competenza in merito appartiene all’Ager - ha concluso - che così come stabilito dalla legge risponde solo della gestione degli impianti pubblici di trattamento rifiuti».

m.c.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gallipoli, turista 33enne ubriacoprecipita dal balcone e muore

Gallipoli, turista 33enne ubriaco
precipita dal balcone e muore

 
Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

 
Microsoft sceglie Lecce per presentare nuove strategie tecnologiche

Microsoft sceglie Lecce per presentare nuove strategie tecnologiche

 
Lecce, voti in cambio di case: indagati anche gli ex sindaci Perrone e Poli Bortone

Voti in cambio di case: indagati ex sindaci Lecce Perrone e Poli Bortone

 
Lecce, consorzi di bonifica, avviata la battaglia contro le cartelle

Lecce, consorzi di bonifica, avviata la battaglia contro le cartelle

 
Nardò ha un nuovo cittadino onorario: l'ex procuratore Cataldo Motta

Nardò ha un nuovo cittadino onorario: l'ex procuratore Cataldo Motta

 
Il boss aspirante pentito al banco di prova: i sodali tremano e affollano gli studi legali

Il boss aspirante pentito al banco di prova: i sodali tremano e affollano gli studi legali

 
Università, a Lecce gli Stati Generali del Diritto allo Studio

Università, a Lecce gli Stati Generali del Diritto allo Studio

 

GDM.TV

Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 

PHOTONEWS