Mercoledì 22 Settembre 2021 | 01:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Scu

Galatina, la mafia controllava
la squadra di calcio: 2 arresti

In manette padre e figlio: il primo era l'ultimo dei fratelli (rimasto incensurato) dell'omonimo clan. Le indagini: alteravano i risultati delle partite

Traffico di droga dal Marocco16 arresti in Basilicata e Puglia

Una volante della polizia

Agenti di polizia della Squadra Mobile di Lecce hanno arrestato, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, Luciano Coluccia, di 69 anni di Noha di Galatina e del figlio Pasquale, di 28 anni, entrambi incensurati: sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso. Luciano Coluccia, era l’unico dei cinque fratelli che hanno dato il nome ad uno dei gruppi più temibili della Scu, ad essere rimasto ancora incensurato.

Secondo gli investigatori della Procura di Lecce, il clan a cui padre e figlio sono accusati di far parte, nonostante colpito in questi anni dall’azione della magistratura, avrebbe continuato a gestire i traffici illeciti controllando persino la squadra locale di calcio militante nel campionato regionale pugliese di calcio, l’"A.S.D Pro Italia Galatina». 

A Luciano Coluccia sono stati concessi i domiciliari. Tra i vari reati contestati, anche l'aver alterato nella stagione 2015/2016 il risultato di alcune partite del campionato in cui militava la squadra al fine di favorirne la promozione nella categoria superiore. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie