Venerdì 19 Ottobre 2018 | 21:27

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso a Roccanova (Pz)
Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100 anni

Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100...

 
Il punto
«Tap arriverà comunque a Brindisi-Mesagne», parla il presidente Emiliano

Tap, Emiliano avverte: gasdotto arriverà a Brindisi-Mes...

 
Sanità
Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

 
Rivedi la diretta
La Voce Biancorossa presenta Marsala-Bari

La Voce Biancorossa presenta Marsala-Bari

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Lele è stato dimesso
Negramaro, tour rinviato: nuove date a Bari il 13 e 14 marzo 2019

Negramaro, tour rinviato: nuove date a Bari il 13 e 14 ...

 
Razzia in via Bastioni
Brindisi, immigrato distrugge vetriauto in sosta in centro: arrestato

Brindisi, immigrato distrugge vetri auto in sosta in ce...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Commercio
Bari, dopo 66 anni chiudestorica salumeria De Carne«Il marchio lo porto con me»

Bari, dopo 66 anni chiude storica salumeria De Carne «I...

 
Costi della politica
Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degl...

 
Il nodo intramoenia
Ospedali, il giallo visite a pagamentodei medici: le Asl non forniscono i dati

Ospedali, il giallo visite a pagamento dei medici: le A...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Anche un'azienda

Cerignola, Dia sequestra beni
per 700mila euro a pregiudicato

Il sequestro ha interessato Gerardo Caggianelli, detto "La Cola".

Cerignola, Dia sequestra beniper 700mila euro  a pregiudicato

Beni ed immobili, un complesso aziendale e disponibilità finanziarie per un valore di oltre 700mila euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Bari, con la collaborazione del Commissariato della Polizia di  Cerignola, a Gerardo Caggianelli (soprannominato “La Cola”), pluripregiudicato 59enne di Cerignola (FG), dedito principalmente a rapine e furti di ingentissimo valore.

Tra i principali precedenti penali del Caggianelli spicca l’ordinanza di custodia cautelare emessa, nel marzo 2016, dal gip del Tribunale di Venezia, nell’ambito dell’Operazione denominata “Wolkenbruch”, con cui è stato accusato di aver preso parte ad un clan criminale con base a San Pietro in Casale (BO), allo scopo di  commettere numerosi furti in danno di imprese e riciclaggio di veicoli ricettati, in tutto il nord Italia (Veneto, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria e Toscana). 

Il sequestro, emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Bari, scaturisce da un’analisi approfondita dell’intero patrimonio del Caggianelli che ha accertato l’evidente sproporzione dei suoi redditi rispetto al tenore di vita e agli investimenti effettuati nel tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400