Giovedì 13 Agosto 2020 | 18:32

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Fimmg denuncia: «Mancano mascherine per medici di base», Asl Bari replica: «Nessuna interruzione nella distribuzione»

Fimmg denuncia: «Mancano mascherine per medici di base», Asl Bari replica: «Nessuna interruzione nella distribuzione»

 
La decisione
Coronavirus per Ferragosto, intensificati i controlli nella Movida di Bari e Foggia

Coronavirus per Ferragosto, intensificati i controlli nella Movida di Bari e Foggia

 
Il ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
Emergenza Sanitaria
Covid 19 in Puglia, Lopalco avverte: «Con questi contagi si innesca seconda ondata»

Covid 19 in Puglia, Lopalco avverte: «Con questi contagi si innesca seconda ondata»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro»

Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro». Lopalco: «Possibile innesco seconda ondata»

 
nel barese
Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

 
La polemica
Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?»

Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?». Laricchia: «Pasticcio Puglia con Usca»

 
per atti osceni
Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

 
L'INTERVISTA
Lottieri: Il Sud può correre da solo

«Il Sud può correre da solo»: il giurista Lottieri, la fiscalità di vantaggio solo un primo passo

 
il siderurgico
Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

 
SERIE B

Liverani-Lecce, avanti. Ma i big fanno la valigia

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'EMERGENZA
Incubo roghi a Ceglie e Loseto, ecco l'esercito dei volontari

Incubo roghi a Ceglie e Loseto, ecco l'esercito dei volontari

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
Tarantoguardia costiera e polizia
Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 

i più letti

economia lucana

Fca Melfi, un Natale
in cassa integrazione

Dal 18 al 30 dicembre per 800 addetti alla linea Punto

fca Melfi

di FRANCESCO RUSSO

MELFI (Potenza) - Sarà un Natale in cassa integrazione, per i circa 800 operai addetti alla linea Punto dello stabilimento lucano della Fiat Chrysler Automobiles. L’azienda, infatti, ha comunicato ieri alle organizzazioni di categoria che le attività verranno interrotte - per quanto riguarda il vecchio modello Fiat realizzato a Melfi ed ormai a fine ciclo - dal 18 al 30 dicembre prossimi.

Le preoccupazioni dei sindacati diventano ora un vero e proprio allarme che viene lanciato a gran voce. Alla cassa integrazione dei confronti degli addetti alla linea Punto, del resto, c’è da aggiungersi quella che da settimane, anche se a singhiozzo, stanno sopportando i colleghi che lavorano per la realizzazione dei modelli Suv. «L’ulteriore comunicazione della cassa integrazione sulla linea Punto - commenta il segretario regionale della Fim-Cisl, Gerardo Evangelista - conferma la sua discesa produttiva sempre più chiara. È sempre più forte l’esigenza di sapere quali saranno le soluzioni produttive per sostituire i volumi attualmente prodotti per dare garanzia certe sul piano produttivo e occupazionale. Per questo ribadiamo che serve un confronto basato sulla franchezza con Fca sugli obiettivi futuri per Melfi». «La Fca ha comunicato l’ennesimo ricorso alla cassa integrazione per gli addetti alla linea Fiat Punto (790 operai e 25 fra impiegati e quadri), con la solita e abituale motivazione di adeguare i flussi produttivi alla temporanea contrazione della diretta domanda di mercato», sottolineano i segretari regionali di Uil e di Uilm, Carmine Vaccaro e Marco Lomio.

«È da un anno e mezzo - concludono - che rinnoviamo l’appello alle classi dirigenti e politiche, perché concentrino l’impegno e l’attenzione sul problema del nuovo modello da produrre nello stabilimento di Melfi in sostituzione della Fiat Punto, che da troppo tempo registra grandi difficoltà di mercato italiano ed estero sino alla totale dismissione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie