Lunedì 22 Ottobre 2018 | 07:51

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la po...

 
Serie A
Basket, il Brindisi sconfitto all'ultimo dalla Dinamo Sassari: 84-90

Basket, il Brindisi sconfitto dalla Dinamo Sassari: 84-...

 
Il teatro
Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... camb...

 
Religione
Potenza, torna per la quarta volta la Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

Potenza, il ritorno della Madonna di Viggiano, patrona ...

 
La proposta
Giochi del Mediterraneo 2015Comune di Taranto si candida

Giochi del Mediterraneo 2025 Comune di Taranto si candi...

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Il parco divertimenti
Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green pronta a marzo

Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green ...

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la rice...

 
Italia a 5 Stelle
Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Circo Massimo

Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Cir...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni «Pestato da buttafuori...

 
Il sequestro della villa
La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip

«La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Omicidio Labriola

Uccise psichiatra
nuova condanna a 30 anni

Paola Labriola, psichiatra uccisa a bari

BARI - La Corte di Assise di Appello di Bari ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione per il 40enne Vincenzo Poliseno, imputato per l’omicidio volontario - aggravato da crudeltà e futili motivi - della psichiatra barese Paola Labriola. La donna fu uccisa con 70 coltellate il 4 settembre 2013 mentre era a lavoro nel centro di salute mentale di via Tenente Casale, nel quartiere Libertà di Bari.
Nel processo di secondo grado il difensore di Poliseno, l'avvocato Filippo Castellaneta, aveva chiesto e ottenuto una nuova perizia psichiatrica nei confronti dell’uomo, che però è stato ritenuto anche in questo secondo accertamento medico-legale «capace di intendere e volere».

Confermato anche il risarcimento danni nei confronti dei familiari della vittima, costituiti parte civile e rappresentati dall’avvocato Michele Laforgia.

Per le presunte responsabilità della Asl di Bari che non avrebbe garantito la sicurezza sul luogo di lavoro della dottoressa Labriola, contribuendo così a causarne la morte, è in corso l’udienza preliminare nei confronti di altre sei persone, tra le quali l’ex direttore generale della Asl di Bari Domenico Colasanto. Agli imputati per i quali il pm Baldo Pisani ha chiesto il rinvio a giudizio, sono contestati a vario titolo i reati di morte come conseguenza di altro reato, omissione di atti d’ufficio, falso e induzione indebita a dare o promettere utilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400