Sabato 25 Settembre 2021 | 14:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Berlusconi scrive al "Foglio": o mi fanno ridurre le tasse oppure si va alle urne

ROMA - «O si attua il programma fino in fondo oppure la missione è finita e la parola torna al Paese». Lo afferma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una lettera al "Foglio" che sarà pubblicata domani e che il premier definisce «quasi un manifesto», una «postilla al contratto con gli italiani».
«Se le imposte si riducono in modo consistente e visibile - prosegue il premier - la corsa continua. Altrimenti, la parola deve tornare agli italiani, perché siano loro a decidere del proprio destino».
«Il nostro modello produttivo e di consumo - afferma Berlusconi - deve tornare a credere in un orizzonte economico più libero e competitivo. Chi produce reddito individuale e profitto d'impresa deve tornare a credere nella possibilità di spenderlo e di investirlo in piena autonomia e indipendenza da uno Stato mangiatutto. È per questo che sono entrato in politica. È per questo che ho formato una coalizione di governo. È per questo che ho firmato un contratto con gli italiani a nome di questa coalizione. È per questo che disponiamo di una maggioranza elettorale chiara e stabile nel Paese e in Parlamento. È per questo che ho detto e confermo, senza arroganza, ma anche senza cedere a quello spirito rinunciatario che è il male oscuro della politica italiana: o si attua il programma fino in fondo oppure la missione è finita e la parola torna al Paese».

- «Basta con i manifesti. Dopo quasi quattro anni di governo Berlusconi il Paese non ha certo bisogno di proclami ed ennesime promesse, ma di fatti concreti. Il Paese non ne può più di una maggioranza divisa e di un presidente del Consiglio confuso. Berlusconi deve essere coerente, si dimetta e restituisca ai cittadini la libertà di decidere sul suo operato. Gli italiani non possono stare altri 18 mesi a galleggiare senza avere una guida e una prospettiva». Lo afferma Vannino Chiti, coordinatore della segreteria Ds, commentando la lettera-manifesto di Silvio Berlusconi su "Il Foglio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie