Domenica 19 Settembre 2021 | 19:16

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Foggia - I lituani uccisi da connazionali

Ne sono convinti i carabinieri che hanno fermato due giovani. Lo avrebbero fatto per impossessarsi dei beni e dell'auto della coppia e dandosi poi alla fuga
FOGGIA - Per l'omicidio di un giovane lituano trovato con la testa fracassata e il ferimento grave della moglie in un casolare delle campagne di Torremaggiore i carabinieri del Comando Provinciale di Foggia hanno arrestato due giovani connazionali delle vittime con l'accusa di omicidio a scopo di rapina. I fermati hanno entrambi 20 anni.
L'aggressione è maturata nell'ambito degli extracomunitari che sono impiegati in gran numero nelle campagne del Foggiano per i lavori agricoli. Wladimir di 30 anni (trovato morto) e la moglie Irina, 27 anni (ricoverata in stato di coma irreversibile nell'ospedale di San Severo), erano stati aggrediti mentre dormivano nel loro casolare nella notte tra il 18 e il 19 novembre scorsi. A colpirli con una serie di martellate alla testa sarebbero stati, secondo gli inquirenti, proprio i due giovani connazionali per impossessarsi degli averi dei due.
Le indagini dei carabinieri hanno infatti consentito di accertare che gli assassini, che erano in due, dopo aver colpito i coniugi con decine di martellate alla testa, si erano impossessati dei beni e dell'auto della coppia e si erano dati poi alla fuga.
Gli investigatori, sulla base degli elementi raccolti dopo la scoperta dell'aggressione, sono stati presto sulle tracce dei presunti killers. Hanno così accertato che i due giovani fuggiti con la vettura della coppia, dopo aver causato un incidente stradale, avevano abbandonato la vettura e deciso di trascorrere la notte in un albergo della provincia. Così stamane, all'alba, i carabinieri sono intervenuti e li hanno bloccati in stato di fermo.
I militari hanno recuperato anche i monili, i cellulari e i passaporti della coppia aggredita e due piccozze utilizzate, presumibilmente, dai due presunti assassini per colpire le vittime. Le indagini sono dirette dal pm di Lucera (Foggia) Antonio Laronga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie