Martedì 28 Giugno 2022 | 23:18

In Puglia e Basilicata

L'iniziativa

Le borse «Made in carcere» nei supermercati di Puglia e Basilicata

Le borse «Made in carcere» nei supermercati di Puglia e Basilicata

La vendita delle shopper realizzate dalle detenute pugliesi è iniziata oggi e si protrarrà per tutto il periodo pasquale

07 Aprile 2022

Redazione online

Diecimila borse «Made in carcere», in vendita nei supermercati di Puglia e Basilicata, per sostenere e valorizzare il lavoro delle donne detenute nelle carceri pugliesi.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina a Lequile, nel Leccese. Dal 7 aprile tutti i clienti dei supermercati Ipersisa, Sisa e Quick Sisa di Puglia, Basilicata e Calabria del Gruppo Supercentro potranno acquistare ad un prezzo speciale le coloratissime borse realizzate artigianalmente dalle donne di «Made in Carcere», brand sociale della Onlus Officina Creativa.

« Aderire all’iniziativa - dicono i promotori - significa consentire tramite il lavoro la ricostruzione della dignità e della consapevolezza delle persone e generare bellezza e creatività attraverso queste borse per la spesa e il tempo libero: tutte realizzate con tessuti donati da prestigiose aziende sensibili a temi legati all’inclusione sociale e al rispetto ambientale».

Le borse nascono grazie al progetto di Officina Creativa, una concreta opportunità di riscatto e reinserimento nella vita sociale attraverso l’apprendimento di un mestiere dalle donne in stato di detenzione che percepiscono un regolare stipendio per il proprio lavoro. Vengono realizzate, insieme ad altri prodotti, nelle sartorie degli istituti di pena del Sud Italia anche con materiali riciclati e in esubero.

«Anche la Pasqua 2022 verrà celebrata da Supercentro con un gesto di solidarietà, offrendo alle donne che vivono l’esperienza del carcere una concreta opportunità di riscatto sociale, contribuendo a migliorare il loro futuro per un pronto reinserimento nella società - dice  Michele Macripò Presidente del Gruppo Supercentro - La nostra sensibilità nei confronti delle donne che nel loro passato si sono ritrovate a fare o subire determinate scelte ci impegna a favorire le realtà come
Officina Creativa che, grazie al loro impegno, danno un aiuto concreto e tangibile alle donne
detenute. La solidarietà ha un ruolo di primo piano in ciò che facciamo e nel nostro lavoro, i nostri
clienti sono sensibili su queste tematiche e ci seguono in tutte le iniziative che fino ad oggi abbiamo
promosso».

Alla presentazione hanno partecipato il sindaco di Lequile, Vincenzo Carlà; la direttrice della Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce, Mariateresa Susca; l’amministratore di Supercentro Spa Leonardo Giangrande; la presidentedi  La Sartoria 167 Revolution, Antonia Di Francesco; la Fondatrice di Made in Carcere, Luciana Delle Donne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725