Lunedì 12 Aprile 2021 | 22:14

NEWS DALLA SEZIONE

Sport
Calcio, il Lecce cerca la carica con le gigantografie di Pelè negli spogliatoi

Calcio, il Lecce cerca la carica con le gigantografie di Pelè negli spogliatoi

 
L'allarme
Covid, record di ricoveri in Intensiva in Puglia: 265 pazienti in ospedale. Oggi +22

Covid, record di ricoveri in Intensiva in Puglia: 265 pazienti in ospedale.
Nel giro di 24 ore +22

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 9.789 nuovi casi e 358 decessi nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 9.789 nuovi casi e 358 decessi nelle ultime 24 ore

 
il mistero
Giovinazzo, sorelline di 14 e 12 anni si allontanano da comunità: avviate ricerche

Giovinazzo, sorelline di 14 e 12 anni si allontanano da comunità: avviate ricerche

 
dati regionali
Covid in Puglia

Covid in Puglia, 815 nuovi casi ma con meno tamponi (13%). Tanti ancora i morti (+39). Vaccini: 20mila dosi in 24 ore

 
L'intervista
Capone (Ugl): «Va rilanciata l’ex Ilva l’Italia ha bisogno di produrre acciaio»

Capone (Ugl): «Va rilanciata l’ex Ilva l’Italia ha bisogno di produrre acciaio»

 
il sequestro
Puglia, mascherine Covid non a norma: milioni ritirate in Puglia

Mascherine Covid non a norma: milioni ritirate in Puglia. Regione: «Abbiamo scorta Dpi»

 
l'annuncio
Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

 
Dal 16 aprile
Trenitalia, partono i primi treni Covid free e su 1200 regionali 10mila dispenser

Trenitalia, partono i primi treni Covid free e su 1200 regionali 10mila dispenser

 
L'intervista
Lo scienziato con sangue santermano: «Covid, meglio vaccinare anche i minorenni»

Lo scienziato con sangue pugliese: «Covid, meglio vaccinare anche i minorenni»

 
Il virus
Covid Basilicata, in due giorni 333 nuovi positivi e 7 morti

Covid Basilicata, in due giorni 333 nuovi positivi e 7 morti

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, Bianco tornerà disponibile per i play off

Bari calcio, Bianco tornerà disponibile per i play off

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSport
Calcio, il Lecce cerca la carica con le gigantografie di Pelè negli spogliatoi

Calcio, il Lecce cerca la carica con le gigantografie di Pelè negli spogliatoi

 
NewsweekIn edicola
Le iniziative della Gazzetta: ad aprile 4 volumi per scoprire la natura in Terra di Bari

Le iniziative della Gazzetta: ad aprile 4 volumi per scoprire la natura in Terra di Bari

 
PotenzaLotta al virus
Potenza, oltre 3mila vaccinati in un giorno: da domani la divisione in fasce d'età

Potenza, oltre 3mila vaccinati in un giorno: da domani la divisione in fasce d'età

 
FoggiaIl caso
Vaccini a Foggia, rinuncia per lunga attesa: l'Asl lo contatta per domani

Vaccini a Foggia, rinuncia per lunga attesa: Asl lo contatta per domani

 
Tarantol'annuncio
Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

Mittal Taranto, «gestione fallimentare»: sciopero e sit in protesta il 23 aprile davanti Mise

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

L'intervista

Puglia, Marti (Lega): «Sanità, infrastrutture e turismo ecco le sfide per il rilancio»

Il coordinatore pugliese: «Taranto, Val d’Itria, mandria. c’è bisogno di rivedere la gestione logistica dell’emergenza sanitaria. Speranza ristabilisca l’ordine »

Puglia, Marti (Lega): «Sanità, infrastrutture e turismo ecco le sfide per il rilancio»

Senatore Roberto Marti, coordinatore pugliese della Lega, la squadra di governo è completa. E il vostro partito «pesa» molto. Quale sarà il ruolo del Carroccio nel nuovo esecutivo?
«Abbiamo scelto di entrare in questo esecutivo perché volevamo contribuire a far ripartire l’Italia con le nostre proposte, quindi vogliamo essere assolutamente costruttivi e mettere in campo tutte le nostre idee a disposizione dell’Italia e dei cittadini».

Con particolare riferimento al Sud, in che modo intendente orientare l’azione di Governo?
«L’Italia riparte solo se viene rilanciata nel suo complesso, da Nord a Sud. Per questo pensiamo occorra far tornare a correre tutto il nostro Paese con investimenti mirati dove serve affinché le generazioni future possano trarre beneficio da cosa è stato fatto in questi mesi grazie ad iniziative intelligenti e concrete. Penso ad esempio ad infrastrutture e sanità, ambiti dove da troppi anni è evidente un gap che è opportuno colmare».

Da ora si fa sul serio. Nella pratica politica quotidiana teme la convivenza con partiti molto distanti da voi, a cominciare dal Pd, ad esempio sulla questione migranti o sulle chiusure? Insomma, sarà un braccio di ferro continuo?
«Le esperienze amministrative della Lega, che Governa 14 regioni italiane, dimostrano che quando la Lega amministra un territorio lo fa per costruire e non per distruggere. Quindi auspichiamo che la volontà collaborativa proposta dalla Lega sia condivisa anche dalle altre forze che sostengono il Governo Draghi. Peraltro sottolineo che non si può identificare questo esecutivo in base ad una natura politica specifica: la convivenza tra partiti diversi non è dettata da accordi politici ma da un preciso mandato del Presidente della Repubblica che, come prima forza del Paese, abbiamo accolto con responsabilità. Sui singoli temi occorrerà certamente mediare ma l’azione del Governo deve guardare alle effettive necessità dei cittadini; è il tempo dei fatti e non delle ideologie».

Sì, ma su migranti e lockdown?
«Abbiamo già detto chiaramente che guardiamo alle misure europee che vengono adottate da altri paesi, come Francia o Spagna. Mentre per quanto riguarda le chiusure, ragioniamo guardando alla tutela della salute dei cittadini ma sempre con buonsenso; non si può morire di Covid ma neanche di fame».

La Puglia leghista arriva al governo con il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. Un riconoscimento per il lavoro svolto sul territorio in questi anni?
«Siamo fieri di Rossano e di questa nomina a Sottosegretario, che certamente è frutto non solo dell’impegno politico tra le fila della Lega ma anche della sua attività e dedizione ai temi della scuola e cari agli insegnanti italiani. Da buon leghista siamo sicuri che sarà già al lavoro per raccogliere questa importante sfida e siamo tutti pronti a sostenerlo, come sempre».

Quali sono le prossime sfide e iniziative del partito sul territorio?
«La Lega è ormai una realtà politica pienamente riconosciuta sul nostro territorio regionale, tanti pugliesi ci hanno dato fiducia negli enti locali e anche alle ultime elezioni regionali. Noi per il futuro guardiamo alle grandi sfide per rilanciare la Puglia, come ad esempio migliorare la sanità ed investire nelle infrastrutture che mancano per innovare e garantire uno sviluppo di tutto il tessuto economico della nostra terra. Altro tema fondamentale sarà quello del turismo, soprattutto quando si potrà ricominciare ritornare a muoversi liberamente e questa emergenza sanitaria sarà finita».

«Con il governo Draghi del «tutti dentro» cambia anche il tipo di opposizione del Carroccio alla Giunta Emiliano?
«Abbiamo sempre fatto sia a livello regionale che in Parlamento un’opposizione costruttiva e mai fine a se stessa, basti ricordare che senza i voti della Lega e del centrodestra in Parlamento l’ultimo scostamento di bilancio del Governo Conte II non si sarebbe potuto ottenere. Ad Emiliano e alla sua Giunta continueremo a portare le nostre proposte, come facevamo dall’opposizione ai tempi di Conte. Se le accoglierà, ben venga per i pugliesi».

Chiudiamo proprio sulla situazione sanitaria nel Tacco. Cosa c’è da migliorare? Dove intervenire?
«Sicuramente c’è bisogno di rivedere la gestione non solo per quanto riguarda il Tacco, ma in generale per la gestione logistica dell’emergenza sanitaria. All’ospedale Moscati di Taranto per esempio c’è un’obiettiva mancanza di personale medico ed infermieristico ma non solo. La scelta di affidare la gestione al personale del 118 si è rivelata non conforme con le esigenze dell’emergenza e anche le tende da campo dove dislocare i pazienti covid nel prefabbricato “auditorium” si è rivelata una situazione non adeguata, soprattutto per la degenza di pazienti in condizioni sanitarie precarie. Addirittura alcune cartelle cliniche risultano mancanti e che c’è la magistratura che sta indagando. C’è poi il caso di Giannuzzi a Manduria, dove una sola ambulanza si trova a coprire un bacino d’utenza enorme e a causa dell’emergenza si sono più volte create code di ambulanze davanti ai nosocomi. Un altro caso è l’ospedale della Val d’Itria, dove c’è grave promiscuità tra pazienti Covid e pazienti non Covid e serve quindi un allargamento per evitare il rischio contagio. Confidiamo in un intervento del Ministro Speranza che mandi ispettori con l’obiettivo categorico di ristabilire l’ordine nell’interesse dei pugliesi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie