Lunedì 18 Gennaio 2021 | 01:55

NEWS DALLA SEZIONE

In Basilicata
Terremoto ad Anzi, scossa di magnitudo 3.5: avvertita anche in Puglia

Terremoto ad Anzi, scossa di magnitudo 3.5: avvertita anche in Puglia

 
Il caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
L'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
Maltempo
Puglia, freddo e nevicate a bassa quota: nuova allerta gialla di 30 ore. Faeto è imbiancata

Puglia, freddo e nevicate a bassa quota: nuova allerta gialla di 30 ore. Faeto è imbiancata

 
L'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 
Il lutto
Lecce dice addio al maestro cartapestaio Malecore: il cordoglio del sindaco

Lecce dice addio al maestro cartapestaio Malecore: il cordoglio del sindaco

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Puglia, 12.415 nuovi casi e 377 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 12.415 nuovi casi e 377 morti nelle ultime 24 ore

 
Lotta al virus
Covid 19 in Puglia, vaccinate 57mila persone: restano 17mila dosi, ma Pfizer taglia le forniture

Covid 19 in Puglia, vaccinate 57mila persone: restano 17mila dosi, ma Pfizer taglia le forniture ridotte del 38,4%

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
I consigli
Furto del proprio account Whatsapp? Ecco come evitarlo

Furto del proprio account Whatsapp? Ecco come evitarlo

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

La vicenda

Tar Bari respinge ricorso Codacons sulla Did, ordinanza Emiliano resta valida. Leso diritto alunni

I giudici amministrativi: garantita la possibilità di andare in classe

Bitritto, dipendente di una scuola positivo: istituto annulla attività in presenza

No alla sospensione dell’ordinanza del governatore Michele Emiliano sulla “Did” nelle scuole. Lo ha stabilito il presidente del Tar di Bari, Orazio Ciliberti, respingendo la richiesta di misure monocratiche presentata dal Codacons di Lecce. “Non sussistono i presupposti della misura cautelare interinale - è scritto nel provvedimento depositato poco fa - in particolare non sussiste un danno grave e irreparabile da prevenire o a cui porre rimedio in via di urgenza con la misura stessa, anche in considerazione del breve periodo di vigenza”.

Il Tar ha ritenuto che l’opzione prevista in ordinanza “sia sufficiente a garantire per i minori di 14 anni la didattica in presenza alle famiglie che lo richiedano per i propri figli, mentre per gli adolescenti di età superiore ai 14 anni la didattica a distanza e quella integrata parrebbero, prima facie, più agevolmente praticabili, data la maggiore dimestichezza di quegli adolescenti con i mezzi telematici e la migliore organizzazione delle scuole superiori nel somministrare lezioni on line (o, quantomeno, si può ritenere che i ricorrenti non abbiano fornito adeguata prova di uno scenario fattuale diverso e più allarmante del servizio scolastico)”. Il quadro normativo nazionale consente alla Regioni di adottare provvedimenti restrittivi e “non può ritenersi decaduta per il sopravvenire dei provvedimenti statali”.

Il Tar ha fissato l’udienza sulla sospensiva al 3 febbraio, quando l’ordinanza sarà già decaduta.

LE PAROLE DEL CODACONS LECCE - «Ne prendiamo atto e rispettiamo la decisione, pur nella assoluta consapevolezza che la nostra azione aveva ed ha come unico scopo l’interesse degli studenti pugliesi e il loro diritto a ricevere una istruzione completa così come previsto dalla Costituzione. Il recente decreto legge lo prevede espressamente, solo Emiliano ancora persiste con una linea che appare oggi più di ieri assolutamente incomprensibile». Lo dichiara in una nota l’avvocato Cristian Marchello, responsabile del Codacons Lecce, commentando il provvedimento con il quale il Tar Puglia ha rigettato il ricorso contro l’ordinanza regionale che ha disposto la ddi per tutti gli studenti, con facoltà di scelta della didattica in presenza per gli alunni del primo ciclo. "E' diventata una guerra fra fazioni, e chi ne fa le spese sono gli studenti» aggiunge, ricordando gli «accorati appelli a tenere i figli a casa e altrettanto accorati appelli a uscire da casa per fare compere per sostenere l’economia. I danni economici che sta portando la pandemia sono sotto gli occhi di tutti, i danni al nostro patrimonio culturale, alle future generazioni li vedremo fra anni. Sono tutte cose ugualmente importanti, ma pare che per alcuni governanti non sia così. D’altra parte, gli studenti non votano e non sono portatori di interessi economici. Almeno per ora».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie