Giovedì 06 Agosto 2020 | 09:02

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
La decisione
Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
Maltempo
I temporali non abbandonano la Puglia: allerta gialla estesa di 48 ore

I temporali non abbandonano la Puglia: allerta gialla estesa di 48 ore. Annullato concerto del Petruzzelli

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, balzo in avanti dei contagi: 384 nuovi casi e 10 morti

Coronavirus Italia, balzo in avanti dei contagi: 384 nuovi casi e 10 morti

 
Il caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
Verso il voto
Regionali 2020, Emiliano presenta «Futuro in corso»: «Scriviamo insieme la nuova Puglia»

Regionali 2020, Emiliano presenta «Futuro in corso»: «Scriviamo insieme la nuova Puglia»

 
Eroe per un giorno
Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

 
L'evento
Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

 
la vicenda
Corte d'Appello annulla confisca beni per 10mln di euro a imprenditore pugliese

Corte d'Appello annulla confisca beni per 10mln di euro a imprenditore pugliese

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLe nuove professioni
Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

 
MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
BariIl caso
In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia 

In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia

 
PotenzaL'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 
FoggiaL'iniziativa
Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

 
BatIl caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 

i più letti

la denuncia

Sanità, «La Regione Puglia sta favorendo gli infermieri «in comando»

Una norma per assumere 20-30 persone: tra loro molti sindacalisti. Blasi (Pd): «Quella legge serve per salvaguardare gli “invisibili”»

Infermieri licenziati al San Carlo di Potenza: reparti «svuotati»

BARI - Un posto a tempo indeterminato nelle Asl della Puglia a chi, in questi anni, è riuscito a farsi trasferire «in comando» da un’altra regione. Forse venti o trenta persone, non di più, destinatarie di una norma approvata in Consiglio regionale e finita nell’occhio del ciclone.

A far scoppiare il caso la Fials e gli Ordini degli infermieri di Bari, Bat e Brindisi, preoccupati perché l’emendamento del consigliere Sergio Blasi (Pd) a un testo di legge intitolato «Misure di semplificazione amministrativa in materia sanitaria», potrebbe togliere spazio agli infermieri che sperano di rientrare in Puglia attraverso la mobilità interregionale: 556 posti per oltre 1.500 domande.

L’emendamento Blasi aveva ricevuto il parere negativo da parte degli uffici. Prevede che chi, dipendente a tempo indeterminato del servizio sanitario, al 31 dicembre era titolare di un contratto a tempo determinato nelle Asl pugliesi, possa «entro 60 giorni», presentare domanda di mobilità in deroga alle procedure ordinarie. Parliamo insomma di chi ha superato un concorso in qualche altra regione e poi, tramite il comando, ha ottenuto un trasferimento in Puglia. Scontato il «no» degli uffici: la Regione, come già accaduto quando lo scorso anno un altro emendamento simile provò a far assumere una mezza dozzina di specialisti convenzionati, rischia di finire davanti alla Corte costituzionale. Ma la maggioranza è andata avanti ugualmente con 24 voti favorevoli e due astenuti: nella legge 18, approvata il 6 giugno, ha infilato questa ed altre normette settoriali che sembrerebbero scritte proprio per risolvere i problemi di qualcuno.

Quello degli infermieri «in comando» è particolarmente evidente, se si pensa che persino la norma nazionale di stabilizzazione prevede il possesso dei requisiti «in avanti» (al 31 dicembre 2020) e non «all’indietro», come a dire «chi c’è c’è». «Ci sono - attacca Massimo Mincuzzi, segretario regionale della Fials - infermieri che per ottenere il trasferimento in Puglia dovranno aspettare la procedura di mobilità, e altri che, solo perché ai tempi sono riusciti a farsi accogliere dai direttori generali delle Asl un’istanza di “comando”, con questa norma potranno ottenere il posto scavalcando tutti gli altri». In comando, di solito, arriva chi può vantare rapporti con la politica o con il sindacato: oltre agli infermieri ci sono anche alcuni impiegati amministrativi. «Stiamo parlando - replica però Blasi - dei “fantasmi” del sistema sanitario, persone che non rientrano nei requisiti della legge Madia per ottenere la stabilizzazione. Queste persone, cui stanno scadendo i contratti, rischiano di dover lasciare la propria famiglia e tornare nelle strutture di provenienza. E non è vero che si tratta di sindacalisti»

L’avviso pubblico della Asl di Bari per la mobilità interregionale si è chiuso il 19 gennaio. «I 1.500 infermieri partecipanti - dice il presidente dell’Opi di Bari, Saverio Andreula - hanno la legittima aspirazione di tornare a lavorare in Puglia e attendono da 6 mesi la pubblicazione di una graduatoria. E invece - aggiungono i presidenti della Bat e di Brindisi, Giuseppe Papagni e Antonio Scarpa - a fronte di una carenza di circa 4mila unità di infermieri nelle sole strutture pubbliche, con disservizi e disagi di ogni genere, la Regione continua a “giocare” con formule di reclutamento in contrasto tra loro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie